Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Caos concessioni balneari, Gnassi “Governo faccia chiarezza”


"I Comuni alle prese con le concessioni balneari in scadenza chiedono al governo un intervento chiarificatore sul tema delle proroghe automatiche. Anche davanti a pronunce giudiziarie di segno diverso". E’ l’appello di Andrea Gnassi, sindaco di Rimini e delegato al Turismo dell'Anci, che torna sull'applicazione della legge 145/2018, che estende le concessioni demaniali adottate prima del 31 dicembre 2009 fino al 2033. "La vicenda delle concessioni balneari - spiega Gnassi - è diventata una sorta di rompicapo. Da un lato il Consiglio di Stato riconosce ai Comuni la possibilità di applicare le proroghe automatiche; salvo poi 'autosmentirsi' con una che bolla tali proroghe come illegittime”. Al quadro si aggiungono Tar e Procure, che in tutta Italia propongono orientamenti spesso opposti. “E’ una situazione scandalosa”, rincara la dose Roberta Frisoni, assessore al Demanio di Rimini. “La proroga delle concessioni viene picconata dall’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato, che sta producendo diffide nei confronti dei Comuni”. Di qui la richiesta di un intervento a Roma che faccia chiarezza. Il ministro dello Sviluppo economico Giorgetti è intervenuto sul tema, spiegando che si sta studiando un rimedio per balneari e ambulanti, alle prese con le annose problematiche legate alla direttiva Bolkestein.