Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
Attualità

ROMAGNA: Covid, in una settimana diminuiti contagi ma sempre più morti | VIDEO


Nell’ultima settimana in Romagna sono diminuiti i contagi e i posti letto occupati in ospedale per Covid-19, ma il numero delle vittime continua a salire: 118 in sette giorni.

 

Anche nella passata settimana la circolazione del virus in Romagna è calata, in base a quanto emerge dal report dell’Ausl che certifica 3.450 positività in sette giorni, con un tasso sui tamponi del dieci per cento, valore quest’ultimo in calo su tutti i territori tranne che nella provincia di Rimini. L’incidenza dei nuovi casi ogni centomila abitanti nelle ultime due settimane resta pari o superiore al valore soglia di 500, quello che fa scattare la zona rossa, ed è ancora alta a Forlì e nel distretto Rubicone.

La discesa dei contagi ha ripercussioni positive anche sull’occupazione dei posti letto negli ospedali romagnoli che, seppure rimanga alta, ha visto in una settimana un calo di 103 unità. Il numero che prosegue invece la sua ascesa è quello delle vittime. Tra il 29 marzo e il 4 aprile si è registrato un nuovo picco: 118 morti, mai così tante dalla fine di gennaio.

Riguardo alle misure restrittive, il presidente Bonaccini ha detto di non escludere che l’Emilia-Romagna “possa essere arancione dalla prossima settimana”. Mercoledì l’indice Rt era attorno allo 0,8. Il presidente ha anche sottolineato l’esigenza di un passaporto vaccinale per fare ripartire i luoghi ora chiusi.

In Romagna sul fronte delle vaccinazioni è stato siglato un accordo tra l’Ausl e i medici di medicina generale per le somministrazioni dei pazienti a domicilio e dei loro caregiver nella speranza di un aumento dei rifornimenti di dosi.