Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
Economia

RIMINI: Sadegholvaad, fiera unica con Bologna? "Sì, ma non a tutti i costi" | VIDEO


Io da sindaco non mi sento di dire che questa fusione si debba fare in ogni caso. Dovranno essere salvaguardati gli interessi della mia città, così come Matteo Lepore, giustamente, salvaguarderà quelli di Bologna". E' quanto afferma il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad intervenendo alla trasmissione Talk 24 in onda stasera su TR24 Canale 11 in merito alla possibile fusione delle fiere di Bologna e Rimini in un'unica società. "Non sono un campanilista - sottolinea - credo che bisogna guardare avanti e rafforzare il nostro sistema fieristico però c'è un tema di governance e c'è un tema di adeguata valorizzazione della fiera di Rimini in un contesto di fusione con Bologna". Secondo il neo primo cittadino dem "il tema è vedere se questa fusione è nell'interesse delle fiere stesse, di Rimini, di Bologna e del sistema emiliano romagnolo. Io credo che da un punto di vista di politica industriale questa fusione 's'ha da fare' perché credo sia nell'interesse delle fiere di Rimini e di Bologna. Ne nascerebbe- spiega - il primo gruppo fieristico italiano e il terzo a livello europeo, però non a tutti i costi. Noi - aggiunge ancora Sadegholvaad - guardiamo Bologna a pari altezza negli occhi così come loro fanno con noi e quindi non abbiamo alcuna sudditanza nei loro confronti. La nostra è una fiera dalle spalle larghe, solida, che ha tanti marchi, tante fiere di proprietà. A Rimini si affittano poco i padiglioni e si fanno tante fiere che sono di proprietà di Ieg. Quindi sappiamo bene che abbiamo valore nella nostra fiera e lo faremo valere in questa trattativa con Bologna". Quanto all'ex sindaco riminese Andrea Gnassi, indicato recentemente come possibile presidente della nuova società anche dall'assessore regionale Andrea Corsini, Sadegholvaad glissa: "Io credo che Gnassi sia uno straordinario amministratore e quindi può fare bene in tanti contesti".