Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

altro


In evidenza


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 16.408 nuovi contagi e 20 decessi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 16.408 nuovi contagi e 20 decessi

I dati della domenica Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 805.434 casi di positività, 16.408 in più rispetto a ieri, su un totale di 59.188 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è quindi del 27,7%. Questo il dato comunicato al ministero della Salute, a cui vanno aggiunti 952 nuovi casi registrati a Piacenza e provincia da ieri, che per un problema di rilevamento non è stato possibile caricare. I dati verranno recuperati nei prossimi giorni. Il totale complessivo odierno sarebbe quindi di 17.360 casi. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 149 (-3 rispetto a ieri); l’età media è di 62,2 anni. Sul totale, 94 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 60,9 anni), il 63,1%, mentre 55 sono vaccinati con ciclo completo (età media 64,2 anni). Un dato che va rapportato al fatto che le persone over12 vaccinate con ciclo completo in Emilia-Romagna superano quota 3,6 milioni, circa 300mila quelle vaccinabili che non si sono ancora vaccinate: la percentuale di non vaccinati ricoverati in terapia intensiva è quindi molto più alta rispetto a chi si è vaccinato. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 2.394 (+61 rispetto a ieri), età media 69,2 anni. Rispetto ai 17.755 nuovi casi registrati ieri, i contagi oggi registrano un -7,6%. I ricoverati nei reparti Covid aumentano dell’2,6%, quelli delle terapie intensive calano del 2%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Il conteggio progressivo delle dosi di vaccino somministrate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/ Alle ore 13 sono state somministrate complessivamente 9.093.431 dosi; sul totale sono 3.653.827 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 91%. Le terze dosi già fatte sono 1.882.705. Di queste dosi, oltre 2.500 sono state somministrate sempre alle 13 di oggi alla popolazione in età scolare (5-19 anni) nel corso dell’Open day organizzato dalla Regione Emilia-Romagna e dalle Aziende sanitarie locali, che proseguirà per l’intero pomeriggio. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 37 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 3.159 nuovi casi, seguita da Modena (2.623). Poi Parma (1.774), Rimini (1.628), Reggio Emilia (1622) e Ravenna (1.600); quindi Ferrara (1.300), Cesena (1.173), Forlì (870, il Circondario Imolese (647) Infine Piacenza (12, cui si aggiungono i 952 nuovi casi non ancora registrati). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 25.054 tamponi molecolari, per un totale di 7.738.074. A questi si aggiungono anche 34.134 test antigenici rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 3.787 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 487.479. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 303.399 (+12.601). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 300.856 (+12.543), il 99,2% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 20 decessi: 1 in provincia di Piacenza (una donna di 91 anni); 2  in provincia di Parma (2 uomini, rispettivamente di 71 e 88 anni); 2 in provincia di Reggio Emilia (un uomo di 74 anni e una donna di 80); 8 in provincia di Modena (3 uomini rispettivamente di 63, 64 e 80 anni, 5 donne di 44, 69, 72, 95 e 97 anni), 5 in provincia di Bologna  (3 uomini, rispettivamente di 84, 89 e 93 anni e 2 donne di 86 e 88 anni);  1 nel Circondario Imolese (un uomo di 71 anni), 1 in provincia di Ferrara (una donna di 72 anni). In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.556. Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 6 a Piacenza (+1), 19 a Parma (-3); 18 a Reggio Emilia (-1); 19 a Modena (+2); 32 a Bologna (invariato); 9 a Imola (-2); 18 a Ferrara (invariato); 8 a Ravenna (invariato); 2 a Forlì (invariato); 2 a Cesena (invariato); 16 a Rimini (invariato). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 45.193 a Piacenza (+12, cui andranno aggiunti i 952 non registrati oggi), 63.391 a Parma (+1.774), 88.765 a Reggio Emilia (+1.622), 128.374 a Modena (+2.623), 163.582 a Bologna (+3.159), 24.820 a Imola (+647), 51.232 a Ferrara (+1.300), 72.816 a Ravenna (+1.600), 37.751 a Forlì (+870), 45.846 a Cesena (+1.173) e 83.664 a Rimini (+1.628).


EMILIA-ROMAGNA: Scuola, Bianchi, “ora semplificazione certificati post Covid” Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Scuola, Bianchi, “ora semplificazione certificati post Covid”

“E' in corso una riflessione per semplificare la certificazione del rientro a scuola degli alunni che sono stati contagiati dal Covid e hanno superato la malattia.” Lo ha detto il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi intervistato da Radio24. "Semplificheremo", ha aggiunto il ministro aggiungendo che "al di là della formula con cui si rientra, è importante che il rientro ci sia stato e che si è affermato il principio che la scuola è in presenza, ed è un diritto". Tra le ipotesi, la certificazione di fine malattia rilasciata dai pediatri, come già avviene per le altre malattie.


BOLOGNA: Morta Giulia Naldi, una dei bambini del soldato Martin Adler Attualità

BOLOGNA: Morta Giulia Naldi, una dei bambini del soldato Martin Adler

E' scomparsa, nella notte all'Ospedale Sant'Orsola di Bologna, a 81 anni Giuliana Naldi, una dei 'fratellini' ritrovati e riabbracciati, la scorsa estate, da Martin Adler il militare americano che nel 1944 - sbarcato in Italia per combattere i nazifascisti - la vide sbucare, in una casa di Monterenzio nel Bolognese, da una cesta in cui si era nascosta con i fratelli Bruno e Mafalda e immortalati in una fotografia dal compagno d'armi di Adler, John Bronsky. A dare notizia della morte di Giuliana Naldi è, sulla sua pagina Facebook, il giornalista Matteo Incerti autore del libro 'I bambini del soldato Martin', in cui ha raccontato la storia del veterano statunitense e dei tre fratelli emiliani. "Un pezzo di una favola di pace in terra - scrive in un lungo post - è volato in cielo. Il tuo sorriso e i tuoi occhi vispi, di bambina nel buio della guerra come quelli d'anziana in tempo di pace al centro della più incredibile delle favole che diventano realtà, hanno fatto il giro del Mondo e continueranno a farlo ancora. Perché - prosegue Incerti - anche se il cuore di Giuliana Naldi, una delle due bambine del soldato Martin insieme al fratello Bruno, questa notte ha smesso di battere all'Ospedale Sant'Orsola di Bologna, non lo farà mai la fiaba di speranza, pace e amore universale nata con una fotografia scattata a Cassano di Monterenzio nell'ottobre 1944 e che dalla notte di Santa Lucia del 2020 iniziò a illuminarci un po' tutti oltre ogni confine, lingua, cultura, fede religiosa"


EMILIA-ROMAGNA: Covid, retromarcia Melandri, "la mia solo una battuta" Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, retromarcia Melandri, "la mia solo una battuta"

 "Per una battuta ironica è uscita una tempesta... Mi spiace ma non lo ho contratto volontariamente e non sono stato a contatto con un positivo..". Così Marco Melandri, su Instagram, fa retromarcia rispetto alle sue precedenti dichiarazioni secondo le quali aveva "cercato di prenderlo e per contagiarmi ho fatto una fatica tremenda". "Scherzando dissi - prosegue l'ex pilota nel suo post -'se sarò positivo sarà per necessità cosi avrò il Green Pass' ".


Notizie recenti