Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

In evidenza

AREZZO: I piloni si sbriciolano, sequestrato ponte dell'E45 tra Romagna e Toscana | VIDEO Cronaca

AREZZO: I piloni si sbriciolano, sequestrato ponte dell'E45 tra Romagna e Toscana | VIDEO

Condizioni di “criticità estrema” e di “concreto pericolo di crollo”. Questi i contenuti della relazione tecnica commissionata dalla Procura su un grande viadotto dell’E45 che collega la Romagna con la Toscana di cui è stata disposto il sequestro questa mattina. Si tratta del ponte Puleto, nella zona di Pieve Santo Stefano, proprio a cavallo tra le due regioni. L’indagine era partita lo scorso novembre a seguito delle denuncia fatta da un ex poliziotto che si trovava sul posto in cerca di funghi e che ha documentato con un video le condizioni di forte degrado nel quale versano i piloni del ponte. A quel punto la Procura di Arezzo ha disposto una verifica a seguito del quale ha provveduto al sequestro della struttura. Già da questa mattina i tecnici sono sul posto per effettuare nuovi rilievi anche se, data la grandezza dell’opera, non è ancora possibile fare previsioni su quale sarà il tempo dei lavori. Anas ha cominicato che la strada verrà chiusa dalle ore 14 di oggi. Parallelamente è stato aperto anche un fascicolo, al momento contro ignoti, per omissione di lavori. SINDACI INFURIATI I sindaci dell'unione dei comuni della Valle del Savio (Bagno di Romagna, Cesena, Mercato Saraceno, Montiano, Sarsina e Verghereto, tutti in provincia di Forlì-Cesena) hanno scritto una lettera al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al ministro dell'infrastrutture Danilo Toninelli chiedendo un incontro urgente dopo il sequestro e la relativa chiusura al traffico del viadotto stradale sulla SS 3bis Tiberina (E45) deciso dalla Procura di Arezzo. "Abbiamo appreso - si legge in una nota - del provvedimento di sequestro e chiusura al traffico del viadotto Puleto della superstrada E45, vicino al paese di Valsavignone, disposto dalla Procura di Arezzo per il rischio di crollo della struttura. Certamente, siamo convinti che la magistratura abbia adottato un provvedimento così impattante sulla base di ragioni fondate, sorrette da prove certe e non discutibili e per questo ci sentiamo di riconoscere l’interesse con cui è stata condotta l’attività e il coraggio della decisione. Quello che più ci interessa in quanto amministratori e rappresentanti di comunità è certamente la sicurezza dei nostri concittadini e delle persone in generale e se il provvedimento è indispensabile a garantire il bene primario dell’incolumità, ne sosteniamo l’adozione. D’altra parte, la situazione che si viene a creare ci desta fortissima preoccupazione per il fatto che la totale interdizione al traffico sulla E45 non trova in quel tratto una viabilità alternativa, essendo la parallela strada provinciale non più agibile da anni. Ciò comporta non solo l’interruzione della viabilità tra Emilia-Romagna e Toscana, ma “spezza” a metà l’intero sistema viario dell’Italia, con gravissimi danni di natura economica e sociale, con prevedibili e gravi disagi per i nostri territori e paesi, che si troveranno a subire il deflusso di migliaia di veicoli costretti a trovare vie secondarie per le strade dell’appennino. In qualità di sindaci dei territori interessati direttamente da questa situazione e dalle conseguenze che ne deriveranno in concreto, vi chiediamo di attivarvi con ogni sforzo e con tutti gli strumenti possibili al fine di attuare le migliori soluzioni alla situazione creata e per gestire le ripercussioni che la stessa avrà sui nostri paesi. Al riguardo, vi chiediamo un incontro urgente per il quale siamo disponibili a raggiungervi ove vi è più comodo ed a qualsiasi orario".


RIMINI: Emergenze, Camusso e Borrelli chiedono investimenti in prevenzione | VIDEO Attualità

RIMINI: Emergenze, Camusso e Borrelli chiedono investimenti in prevenzione | VIDEO

All’interno dell’ottavo congresso nazionale di Federconsumatori, a Rimini, si è ampiamente parlato delle emergenze italiane, dalla crescente povertà alle catastrofi naturali, e dei pochi investimenti in prevenzione. A prendere la parola anche il segretario generale della CGIL Susanna Camusso e il capo dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli. Per Camusso c’è stato anche spazio per tracciare un bilancio dei primi sei mesi del Governo Conte. Borrelli guarda all’Emilia-Romagna come a un esempio da seguire.


RAVENNA: 45enne in carcere per stalking, minacciava di sfregiare la ex con l'acido Cronaca

RAVENNA: 45enne in carcere per stalking, minacciava di sfregiare la ex con l'acido

La Polizia di Ravenna ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, per il reato di atti persecutori, nei confronti di un 45enne torinese. Le indagini della Squadra Mobile erano partite con la denuncia della vittima che era stata costretta a cambiare le proprie abitudini e vivere in un clima di costante terrore a causa dell’ex compagno che si presentava sul luogo di lavoro vessandola e inviandole messaggi ad ogni ora del giorno e della notte. L'uomo la minacciava anche di condividere sue fotografie intime sui social network, di violentarla e gettarle dell’acido in volto. Il 45enne,  si trova già nella Casa Circondariale di Ravenna dove sta scontando una condanna a cinque anni per estorsione.  


BOLOGNA: 17 enne sviene nel cortile della scuola, ora è in coma farmacologico Cronaca

BOLOGNA: 17 enne sviene nel cortile della scuola, ora è in coma farmacologico

Un ragazzo di 17 anni è stato soccorso ieri durante l’orario di lezioni in un istituto superiore del quartiere Savena. Il ragazzo ha chiesto di poter uscire dall’aula per prendere aria, ma non è più rientrato in classe. Ha perso i sensi mentre si trovava nel cortile della scuola. Il dirigente scolastico ha raccontato che sono subito intervenuti i primi soccorsi che, come da normativa, sono presenti presso l’istituto. L’ambulanza è giunta immediatamente grazie alla vicinanza con l’ospedale Sant’Orsola dove lo studente è stato condotto in un primo momento. Il giovane sembrerebbe fuori pericolo, ma è tenuto in coma farmacologico nel reparto di rianimazione.


FORLI': Incidente sul lavoro, operaio schiacciato dal bilico | FOTO Cronaca

FORLI': Incidente sul lavoro, operaio schiacciato dal bilico | FOTO

Nel pomeriggio di martedì un meccanico 40enne, socio dell’officina Nuova Coem, è rimasto ferito mentre lavorava su un camion bisarca all’interno del piazzale di via Righi. Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che la lastra d’acciaio del camion di colpo sia caduta sull’operaio che si trovava sotto la pancia del mezzo per montare alcune lampadine. Sul posto sono intervenuti immediatamente i sanitari del 118, allertati dalla vicina carrozzeria. Sono stati proprio i carrozzieri i primi a soccorrere l’operaio. L’uomo ha subito un grave trauma al bacino ed è stato trasportato con il codice rosso all’ospedale di Cesena.


Notizie recenti