Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

attualità


SAN MARINO: Referendum aborto, UDS, “Risultato storico, non ci aspettavamo tanto” | VIDEO Attualità

SAN MARINO: Referendum aborto, UDS, “Risultato storico, non ci aspettavamo tanto” | VIDEO

Storico risultato referendario a San Marino che 43 anni dopo l’Italia sceglie di depenalizzare l’aborto. I Sì hanno vinto con il 77%. Bassa l’affluenza. Ne abbiamo parlato con l’Unione Donne Sammarinesi che si è battuta per il Sì.   “Ha rappresentato un momento storico per i diritti delle donne. Noi sammarinesi siamo sempre arrivate molto dopo le nostre vicine italiane, anche con il diritto di voto e purtroppo per l'interruzione volontaria di gravidanza arriviamo 43 anni dopo. Ma ci siamo arrivate con un referendum popolare che ci ha dato ragione”. Così Karen Pruccoli dell’Unione donne sammarinesi che si è battuta per il Sì alla depenalizzazione dell’aborto con il referendum del 26 settembre della Repubblica di San Marino. “In questi ultimi sette anni, ma in totale 18 anni, abbiamo più e più volte chiesto alla politica di rispondere a un'esigenza delle donne – prosegue l’attivista -, quella di non essere più criminalizzate per una scelta così importante della loro vita come la procreazione”. Politica che adesso dovrà dotarsi di una legge. “La legge sui referendum è molto chiara”, spiega Pruccoli. Il Consiglio grande e generale, il parlamento sammarinese, ha sei mesi di tempo per recepire i principi contenuti nel quesito referendario. La legge sarà poi vagliata dal Collegio garante, la Corte costituzionale del Titano, che dovrà verificare che i principi del quesito siano correttamente recepiti. Il 77% è dovuto soprattutto ai voti di chi? “Le donne i giovani – risponde Pruccoli -. Il 77% è un risultato straordinario, non ci aspettavamo tanto. Eravamo fiduciose e ottimiste. Significa che più di 3 persone su 4 è favorevole all’interruzione volontaria di gravidanza legale è sicura nel nostro Paese. Questo è un risultato storico, importante, anche superiore agli ultimi referendum che si sono tenuti in Europa sul tema, l'ultimo quello di Gibilterra con il 62% e nel 2018 l'Irlanda con il 66%”.


ROMAGNA: Forte ondata di maltempo, alberi caduti e allagamenti | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Forte ondata di maltempo, alberi caduti e allagamenti | VIDEO

Un nubifragio ha coinvolto domenica gran parte del territorio romagnolo. Pioggia battente e vento hanno provocato, nel Ravennate, problemi di deflusso delle acque sul sistema fognario e si sono verificate diverse cadute di alberi sulla sede stradale, anche sulla strada statale Romea, che è stata bloccata all’altezza di Casalborsetti. I Vigili del Fuoco sono intervenuti in forze per fare fronte all'emergenza e in loro aiuto la Protezione Civile ha messo a disposizione cinque squadre di volontari dotate di motopompe e motoseghe. Allagamenti di cantine e garage si sono registrati in diversi comuni, a Conselice il tetto di una casa è in parte crollato. A causa della forte intensità del maltempo è stata rinviata la partita di calcio tra Ravenna e Seravezza Pozzi. Il campo dello stadio Benelli è stato giudicato impraticabile dall’arbitro della gara, che ha rinviato l’incontro. Anche nel Cesenate ci sono state decine di telefonate ai vigili del fuoco per alberi pericolanti. L'arrivo del maltempo con temporali e bombe d'acqua fa salire il conto dei danni nelle campagne, in un territorio duramente provato dalla siccità con fiumi e laghi ben al di sotto della media e terreni secchi. E' quanto afferma la Coldiretti in riferimento agli effetti della prima perturbazione violenta dell'autunno.


RIMINI: Fiera del Wellness, “Scommessa vinta”, prossima edizione a giugno 2022 | VIDEO Attualità

RIMINI: Fiera del Wellness, “Scommessa vinta”, prossima edizione a giugno 2022 | VIDEO

Una “scommessa vinta”. Così l’ha definita la società fieristica Ieg l’ultima edizione di Rimini Wellness dopo la cancellazione dello scorso anno a causa della pandemia. Il prossimo appuntamento sarà nel giugno del 2022.   Sono lontani i tempi d’oro in cui Rimini Wellness segnava numeri da capogiro: oltre 200 mila visitatori a edizione. Dopo la cancellazione del 2020 a causa delle restrizioni dovute alla pandemia, una delle più importanti manifestazioni fieristiche europee dedicate al fitness e al benessere del corpo ha messo in piedi un’edizione 2021 che, seppure ridotta rispetto al passato, è stata capace di portato in fiera migliaia di persone col Green pass. È stata “una scommessa vinta” hanno detto gli organizzatori di Italian Exxhibition Group, la società che gestisce le fiere di Rimini e Vicenza. Definita Active edition, la tre giorni di incontri del popolo sportivo ha messo insieme appassionati e operatori del settore che hanno voluto guardare avanti. Nell’ultimo anno e mezzo è stato soprattutto il mondo dello sport ad essere colpito dalla pandemia con la chiusura delle palestre. Un segnale di fiducia che ha trovato nei padiglioni riminese il suo trampolino di lancio verso la prossima edizione del 2022 che tornerà nel periodo tradizionale, ovvero giugno. Ieg assicura che in quella data Rimini Wellness “tornerà al suo massimo splendore”.


SAN MARINO: Referendum aborto, vince il Sì con oltre il 77% Attualità

SAN MARINO: Referendum aborto, vince il Sì con oltre il 77%

I cittadini di San Marino hanno approvato la legalizzazione dell'aborto in un referendum che, secondo i dati provvisori diffusi dal ministero dell'Interno, è stato approvato con il 77% dei Sì. I residenti della minuscola repubblica, dalla forte tradizione cattolica, si sono espressi così a larga maggioranza per consentire l'interruzione di gravidanza entro le dodici settimane e, in caso di malformazioni del feto o rischi per la vita della gestante, anche oltre questo termine.


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 340 positivi e un decesso Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 340 positivi e un decesso

I dati del contagio di domenica Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 422.652 casi di positività, 340 in più rispetto a ieri, su un totale di 25.931 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’1,3%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, estesa a tutti i cittadini sopra i 12 anni di età. Il conteggio progressivo delle somministrazioni di vaccino effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/. Alle ore 13 sono state somministrate complessivamente 6.408.733 dosi; sul totale sono 3.089.592 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 128 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 135 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 180 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 36,8 anni. Sui 128 asintomatici, 85 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 2 con lo screening sierologico, 28 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 3 tramite i test pre-ricovero. Per 10 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 73 nuovi casi, seguita da Ravenna (53), Modena (47), Parma (40) e Reggio Emilia (34); poi Rimini (31), Forlì (22), Piacenza e Ferrara (entrambe 12). Quindi Cesena (10) e, infine, il Circondario Imolese (6). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 8.218 tamponi molecolari, per un totale di 5.788.338. A questi si aggiungono anche 17.713 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 177 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 395.251. I casi attivi, cioè i malati effettivi, che oggi sono 13.942 (+162 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 13.508 (+159), il 96,88% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registra ancora un decesso: a Parma, una donna di 73 anni.   In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.459. Stabili, rispetto a ieri, il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva: 48 (invariato); in leggero aumento quelli negli altri reparti Covid 386 (+3). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 4 a Piacenza (invariato rispetto a ieri); 4 a Parma (invariato); 2 a Reggio Emilia (invariato); 5 a Modena (invariato); 15 a Bologna (-1); 3 a Imola (invariato); 4 a Ferrara (invariato); 2 a Ravenna (invariato); 2 a Forlì (invariato); 1 a Cesena (invariato); 6 a Rimini (+1). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 26.159 a Piacenza (+12 rispetto a ieri, di cui 8 sintomatici), 32.257 a Parma (+40, di cui 23 sintomatici), 50.956 a Reggio Emilia (+34, di cui 23 sintomatici), 71.536 a Modena (+47, di cui 24 sintomatici), 88.584 a Bologna (+73, di cui 53 sintomatici), 13.464 casi a Imola (+6, di cui 1 sintomatico), 25.523 a Ferrara (+12, di cui 4 sintomatici), 33.294 a Ravenna (+53, di cui 40 sintomatici),18.470 a Forlì (+22, di cui 20 sintomatici), 21.336 a Cesena (+10, di cui 5 sintomatici) e 41.073 a Rimini (+31, di cui 11 sintomatici).


Notizie recenti