Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

BASKET: Fortitudo Bologna - GSA Udine 76-67 | VIDEO


La Fortitudo si aggrappa ancora una volta al fattore PalaDozza, capace di accompagnare letteralmente i suoi giocatori in una progressiva (ma vincente) nuova rimonta a soli cinque giorni di distanza da quella contro Mantova. Questa volta, tocca alla GSA Udine terza in classifica coltivare le speranze di uscire dal Madison di Piazza Azzarita con i due punti intasca ma quando i friulani guidati da Lardo si ritrovano sul 35-46 a metà terzo quarto, ecco che il risveglio di Mc Camey e la prepotente entrata sul parquet del sesto uomo Fortitudo (ossia 5500 spettatori) sono le armi per ribaltare un match che si era fatto ruvido e spigoloso. Consultinvest che ha riaccolto Fultz, gettato nella mischia dal suo allenatore già dopo soli due giri di lancette e capace di produrre tre triple e sapiente regia nei primi 10 minuti. Il 35enne nativo di Lisbona ha dimostrato di essere un valore imprescindibile per questa squadra. Tanto quanto Alex Legion, 19 punti e grande concretezza in entrambe le metacampo, al pari di Pini, Gandini ed Italiano, sempre capaci di gettare i propri combattivi ardori sul parquet. Infine, la difesa, ormai ingrediente fisso. 67 punti lasciati a una terza in classifica decisa a farsi rispettare, domata solo nei minuti finali, dopo un 21-2 di parziale che avrebbe steso chiunque a metà gara. E non è un caso che la quarta vittoria consecutiva per la Fortitudo coincida con la quarta gara in cui i biancoblù non fanno arrivare gli avversari a quota 70.
Compensate le asenze di Cinciarini da una parte e di Veidemann dall'altra, la partita ha vissuto di un paio di strappi decisi, che non sono però riusciti a chiuderla. Prima le triple di Udine ad inizio terzo quarto, poi la già citata reazione della Fortitudo, da -11 a +8 in meno di cinque minuti, nel contesto di un PalaDozza fattosi rovente. La Fortitudo si mantiene all'inseguimento di Trieste. Sarà ancora imperfetta, ma sta anche diventando sempre più lucida e cinica. Non è fattore di poco conto.