Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

BOLOGNA: Aumenta consumo di alcol tra minori, presentata indagine Ausl | VIDEO


Da inizio anno e fino al 18 agosto – dunque in poco meno di 8 mesi - sono 13 i decessi per overdose registrati nell'area metropolitana di Bologna. Nello stesso periodo del 2018 erano stati 17. E’ quanto è emerso durante una commissione a Palazzo d’Accursio. Sempre nel periodo gennaio-agosto, poi, si sono verificati quasi mille accessi al pronto soccorso (un centinaio in piu' rispetto all'anno precedente) legati all'uso di sostanze illegali. Nello stesso arco temporale di riferimento, gli accessi al pronto soccorso dovuti ad intossicazioni alcoliche acute sono stati più di 1.400, circa 200 in più rispetto al 2018. Il responsabile dell'Osservatorio epidemiologico dipendenze patologiche dell'Ausl, Raimondo Pavarin, ha poi mostrato in aula i risultati di una ricerca condotta nell'ambito di un progetto europeo, tramite 500 interviste a giovani tra i 18 e i 29 anni residenti a Bologna. L'84% degli intervistati ha ammesso almeno un episodio nel corso dell'anno precedente di binge drinking, ovvero occasioni in cui si assume rapidamente una grossa quantità di alcolici. Nell'ambito della stessa ricerca, è emerso che il 62% degli intervistati ha fatto uso di sostanze illegali: 61% cannabis, 12% Mdma, 11% cocaina e 7% anfetamine. “Emerge un mondo giovanile nel quale sembra perdere di senso la distinzione tra sostanze legali e illegali - si legge nella slide portata in commissione dall'Ausl - e l'uso degli alcolici viene pianificato per raggiungere particolari stati di alterazione. Emerge inoltre un mercato con una complessa offerta di prodotti alcolici e luoghi di vendita, che ha il proprio limite nel denaro disponibile, l'imperativo della riduzione della spesa orienta nuovi stili di consumo verso l'autoproduzione ed il mercato clandestino”.

Un'altra ricerca su cui si sofferma Pavarin riguarda l'uso e l'abuso di alcol tra gli studenti delle scuole superiori: in questo caso le interviste sono state proposte a 1.005 studenti tra scuole e centri di formazione professionale, per un'eta' media di 16 anni. Il 53% ha avuto un episodio di binge drinking nel corso dei 30 giorni precedenti l'intervista, mediamente due volte la settimana. Uno su tre ha utilizzato di recente sostanze illegali: cannabis (33%), cocaina (2,4%), Mdma (1,6%), ketamina (1,5%), funghi allucinogeni (1,1%), speed (0,9%), eroina (0,4%). Il 15% del campione presenta un "consumo a rischio" di sostanze illegali (cioe' almeno otto episodi di consumo al mese o uso di eroina-cocaina), l'8% e' dipendente dal tabacco, il 7% ha un consumo di alcol a rischio