Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

CORIANO: Per il Comune aree di Petroltecnica inagibili, 320 lavoratori a rischio | VIDEO


Torniamo a parlare dei disagi che sta vivendo in queste settimane l’azienda Rovereta del gruppo Petroltecnica di Rimini che si dedica allo smaltimento di rifiuti anche pericolosi. Dopo il dissequestro imposto dalla magistratura, esattamente due ore dopo, è arrivata l’ordinanza di inagibilità dei locali da parte del Comune di Coriano. Le motivazioni di quest'ultima si rifanno a dei sopralluoghi compiuti dai tecnici comunali durante il periodo del sequestro. I lavoratori che nella mattinata di lunedì erano pronti a tornare a lavorare sono dunque stati costretti a rimanere ancora una volta fuori dai cancelli dove hanno dato vita ad una protesta in cui si sono messi a lavorare su delle scrivanie allestite per strada. Nella stessa mattina dei rappresentanti dell'azienda hanno incontrato la sindaca di Coriano Mimma Spinelli che ha però rimandato le spiegazioni dell'ordinanza a martedì per l'assenza del segretario comunale che ha firmato l’ordinanza.

“Agire in fretta è per noi fondamentale”, ha ribadito Roberta Sapio, responsabile delle relazioni esterne di Petroltecnica, “perché c’è un indotto legato alla nostra attività di fornitori e clienti. C’è poi un problema aziendale. Con una sospensione totale delle attività a Rovereta si blocca in tutta Italia il nostro lavoro, i contratti da parte dei nostri clienti più grossi, che sono le compagnie petrolifere. Si crea una catena in cui un solo giorno in più di sospensione può risultare fatale per 320 famiglie”.