Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

Cultura24


IMOLA: Osservanza, terminati i lavori di restauro del primo chiostro | VIDEO Attualità

IMOLA: Osservanza, terminati i lavori di restauro del primo chiostro | VIDEO

Al termine di sei mesi di lavori è stato completato il restauro del primo chiostro dell’Osservanza di Imola, complesso monumentale di importante valore artistico e culturale. L’intervento, eseguito con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, della Cei e della parrocchia di San Cassiano, ha riguardato sia il rifacimento dell’intonaco e la successiva tinteggiatura, sia il sistema di illuminazione e verrà ufficialmente presentato alla cittadinanza in occasione dell’inaugurazione in programma sabato 11 maggio. Oltre al restauro del primo chiostro, questa fase dei lavori ha portato anche all’attivazione del riscaldamento nel santuario della Madonna delle Grazie. A partire dall’estate i lavori proseguiranno su altri fronti ed è previsto il completamento entro il 2020.   Nel video intervista a: MAURIZIO BARELLI - Presidente di RestaurOsservanza


FORLI': Al teatro Diego Fabbri parte la stagione dedicata al Contemporaneo | FOTO Attualità

FORLI': Al teatro Diego Fabbri parte la stagione dedicata al Contemporaneo | FOTO

Accademia Perduta/Romagna Teatri a fianco dell’Amministrazione Comunale nell’organizzazione e gestione delle attività teatrali lancia, all’interno della programmazione del teatro Diego Fabbri,Un altro teatro, la stagione di teatro contemporaneo, costruita e realizzata in collaborazione con Città di Ebla/Ipercorpo 2019. Un altro teatro è un ulteriore passo nella volontà di aprire il sipario a tutte le possibili forme della rappresentazione, espressione di un lavoro culturale che qualifichi il Diego Fabbri quale “progetto totale. Un altro teatro ospiterà alcuni dei più pregevoli artisti di caratura nazionale e internazionale, in grado di proporre visioni e ascolti attraverso la danza, la poesia, la scena che si fa soggetto pittorico, le forme più interessanti della nuova drammaturgia. Tra gli appuntamenti, Vocazione de La Corte Ospitale, ideato e diretto da Danio Manfredini, è il viaggio di un artista nelle sue paure, desideri e consapevolezze legati alla pratica del suo mestiere, venerdì 19 aprile ore 21. Frame, terzo appuntamento portato in scena da Teatro Koreja – in co-produzione con Compagnia Teatropersona - e ideato e diretto da Alessandro Serra, si ispira all’universo pittorico di Edward Hopper, martedì 30 aprile ore 21. Kepler–452 con la nuova produzione F. Perdere le cose, regia di Nicola Borghesi, una seconda foto mossa scattata lungo la via Emilia dalla compagnia bolognese, domenica 12 maggio ore 21. L’ultimo appuntamento in programma sarà Bello Mondo del Teatro Valdoca, rito sonoro di e con Mariangela Gualtieri, martedì 21 maggio ore 21.


CESENA: Restituito alla Biblioteca Malatestiana un prezioso codice restaurato | VIDEO Attualità

CESENA: Restituito alla Biblioteca Malatestiana un prezioso codice restaurato | VIDEO

Torna a splendere con progetto 'Opera tua' di Coop Alleanza 3.0  Un codice della Biblioteca Malatestiana di Cesena è tornato al suo splendore grazie a 'Opera tua' di Coop Alleanza 3.0, l'iniziativa della Cooperativa che unisce la valorizzazione delle specialità locali con il recupero di opere d'arte da salvare, in collaborazione con Fondaco Italia, e che quest'anno si è articolata con 150mila euro di fondi e otto tappe in quasi 400 negozi. L'opera restituita oggi alla Biblioteca è stata scelta con il voto dei soci di Coop Alleanza 3.0 nel corso della tappa di luglio 2018 del progetto. Il restauro, iniziato a dicembre, è stato realizzato da Formula Servizi e con la collaborazione fra Biblioteca, Comune di Cesena e Soprintendenza. Nonostante la biblioteca Malatestiana (unico esempio di biblioteca umanistica perfettamente conservata, come ha riconosciuto l'Unesco che l'ha inserita nel Registro della Memoria del Mondo) assicuri le condizioni climatiche più favorevoli alla conservazione dei codici, il passare del tempo e la consultazione dei manoscritti, pur se effettuata con tutte le precauzioni del caso, provocano vari tipi di deterioramento. Di qui la necessità di interventi tempestivi di restauro e consolidamento. Il 'Codice Malatestiano' è un codice cartaceo di 366 carte, di mm 310x230, scritto da un unico copista in minuscola greca e databile alla seconda metà del XIV secolo. Il codice contiene le orazioni dell'oratore greco Aristide, vissuto nel II secolo dopo Cristo.


IMOLA: Il 20 marzo l'Open Day del polo imolese di UniBo | VIDEO Attualità

IMOLA: Il 20 marzo l'Open Day del polo imolese di UniBo | VIDEO

Quasi mille studenti iscritti, due centri didattici con la sede di Palazzo del Pero che da aprile si affiancherà a quella di Palazzo Vespignani, tecnologie all'avanguardia e una proposta formativa che va dai corsi di triennale ai dottorati di ricerca. È l'offerta del polo imolese dell'Università di Bologna, una realtà in crescita che il prossimo 20 marzo si presenterà ai potenziali futuri studenti in occasione dell'Open Day. Nel video intervista a: Patrizia Tassinari - Referente Polo Imolese Università di Bologna


RIMINI: 5mila presenze a museo e Galli a Capodanno, bene Domus nel 2018 | VIDEO Attualità

RIMINI: 5mila presenze a museo e Galli a Capodanno, bene Domus nel 2018 | VIDEO

Sono piaciuti ai turisti e ai locali, durante le feste appena trascorse, i principali spazi riminesi dedicati alla cultura. In particolare nella notte di San Silvestro il Museo della Città e la Domus del Chirurgo hanno fatto registrare il tutto esaurito, con 4.500 presenze. Le porte aperte gratuitamente per far conoscere al pubblico il patrimonio culturale della città ha riguardato quest’anno anche il Teatro Galli. Qui le visite guidate sono state 1.200, non lasciando alcun posto libero. Numeri positivi che coronano il trend in crescita del 5 percento nel 2018 degli ingressi al museo civico e alla Domus. Nell’anno che si è appena concluso sono infatti stati 95mila i biglietti staccati in questi poli. Numeri che per l’assessore alla Cultura del Comune di Rimini, Massimo Pulini, “testimoniano quella che a tutti gli effetti è diventata la forza attrattiva degli spazi riminesi dedicati alla cultura”. L’ultima edizione della Biennale del Disegno, inoltre, ha fatto registrare 50mila visitatori. E le mostre organizzate al FAR e alla Galleria dell’Immagine altri 12mila. Ora la città guarda alle prossime realizzazioni, ovvero il Museo Fellini e la galleria per le opere della Fondazione San Patrignano.


Notizie recenti