Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

E-ROMAGNA: Bonaccini pronto a chiusura centri commerciali nel fine settimana | VIDEO


Continuano a salire i contagi in Emilia-Romagna e ora la Regione valuta misure più stringenti per contrastare l’avanzata del virus. Una d queste potrebbe essere la chiusura dei centri commerciali nel fine settimana.

L’aveva già proposto prima dell’ultimo decreto, ora Bonaccini torna a parlare di una possibile chiusura dei centri commerciali nel fine settimana. L’occasione è stata l’assemblea regionale nella quale il governatore ha elencato le misure che potrebbero essere attuate per contrastare il covid. Uno dei punti caldi torna ad essere la provincia di Piacenza, per la sua vicinanza con la Lombardia. Lombardia che è ancora il principale focolaio in Italia e dove i centri commerciali sono già stati chiusi per decreto nel week-end. “Il mio timore era quello che sabato e domenica possano riversarsi nel territorio piacentino i cittadini lombardi sovraccaricando ulteriormente i centri commerciali – ha detto Bonaccini – analoga preoccupazione è stata espressa dagli amministratori locali, visto che non è prevista alcuna limitazione per quanto riguarda lo spostamento tra i territori. Ho già spiegato alla presidente della provincia la mia disponibilità a prendere provvedimenti qualora mi venga avanzata dal territorio la proposta di nuove chiusure” Un provvedimento che, nel caso la situazione dovesse peggiorare, potrebbe anche essere esteso a tutta l’Emilia-Romagna.Successivamente Bonaccini è passato a commentare l’altro decreto del governo. Quello che riguarda i ristori per le categorie più colpite. “Riunirò tempestivamente le parti in causa per concordare insieme misure di sostegno, per le quali abbiamo già messo a disposizione 10 milioni di euro”Fondi che si aggiungono a quelli stanziati da Roma e che andranno a gestori di bar e ristoranti ma anche piscine, palestre, sale da ballo e circoli sportivi. Insomma, tutte quelle categorie che stanno protestando in questi giorni in tutte le piazze d’Italia