Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

EMILIA-ROMAGNA: Confagricoltura, “gli agriturismi hanno chiuso il 2020 con -50% di fatturato” | VIDEO


Una contrazione media di fatturato che va oltre il 50%. Così  le aziende agrituristiche dell’Emilia-Romagna hanno chiuso il 2020. Il danno è stato più sentito dalle strutture ubicate in zone montane (- 90%) spesso frequentate da visitatori provenienti da fuori regione o dall’estero, mentre quelle vicine ai centri abitati sono state beneficiate dal business travel seppur limitato, e quindi, hanno registrato un  -35%. A tracciare il bilancio è  Gianpietro Bisagni, imprenditore agrituristico e presidente regionale di Agriturist, gli agriturismi associati a Confagricoltura: «Le strutture hanno perso mediamente 70.000 euro di fatturato annuo. E non è andata bene neppure nei primi mesi del 2021. La zona gialla si è rivelata infatti una magra consolazione perché vige comunque la serrata alle 18 e gli agriturismi che somministrano pasti in regione – circa 860 aziende su un totale di 1200 – lavorano soprattutto la sera. Di fatto siamo sempre chiusi 6 giorni su 7 anche con la zona gialla». In tutta la Penisola il crollo di business è arrivato anche al 100% per chi organizza eventi e nelle fattorie didattiche. «Siamo ad una fase cruciale - spiega Augusto Congionti, presidente nazionale Agriturist - occorre riuscire a dare fiato alle attività con indennizzi veloci e immediatamente fruibili, rateizzazioni, riduzione di oneri e semplificazione, ma contemporaneamente programmare azioni specifiche di comunicazione e promozione dell’agriturismo” conclude Congionti.