Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 125 nuovi positivi e un decesso
attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 125 nuovi positivi e un decesso


Dall’inizio dell’epidemia da coronavirus, in Emilia Romagna sono stati registrati 33.756 casi di positività, 125 in più rispetto a ieri, di cui 64 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Un nuovo decesso: si tratta di una donna di 79 anni, residente nel Parmense. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 9.885 tamponi a cui si aggiungono anche 2.921 test sierologici. Lo rende noto la Regione. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei 125 nuovi casi, 55 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 71 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti. Sono 18 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero e due quelli di rientro da altre regioni. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 36 anni. Su 64 nuovi asintomatici, 14 sono stati individuati attraverso i test per categoria introdotti dalla Regione, 2 tramite i test pre-ricovero, 47 grazie all’attività di contact tracing mentre in 1 caso l’indagine epidemiologica è ancora in corso. Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registrano nelle province di Modena (38), Bologna (23), Reggio Emilia (16), Rimini (12) e a Forlì (16). Nessun nuovo caso positivo in quella di Ferrara e nell’imolese. In provincia di Modena, su 38 nuovi positivi, 23 sono legati a un focolaio nato a Carpi in seguito a un’iniziativa organizzata in occasione di una festa tradizionale della comunità pakistana che si è tenuta lo scorso 29 agosto in via Unione Sovietica (dei 23, 17 risiedono fuori provincia); 5 sono casi di rientro dall’estero (2 dalla Turchia, 1 dall’Ucraina, 1 dalla Moldavia, 1 dal Marocco), 8 sono contatti di casi noti, legati focolai familiari. Due casi sono stati classificati come sporadici.

A Bologna e provincia, sono 23 i nuovi positivi (uno solo ricoverato e tutti gli altri in isolamento domiciliare): 12 sono riconducibili a focolai noti (familiari o ambiente di lavoro), 11 sono casi sporadici. Sempre sui 23 totali, 9 sono stati individuati tramite attività di contact tracing e 6 sono rientri dall’estero: 2 dall’Ucraina, 1 dalla Moldova, 1 dalla Macedonia, 1 dal Marocco, 1 dall’Albania. A Reggio Emilia e provincia, su 16 nuovi casi, 10 sono riconducibili a focolai familiari. Tre positivi sono emersi grazie ai controlli sui luoghi di lavoro, 2 sono casi sporadici, 1 è legato a un focolaio di un gruppo di amici. Per Forlì si segnalano 16 nuovi casi. Nel dettaglio, è stato registrato 1 nuovo positivo appartenente al focolaio in un’azienda logistica di Cesena; 3 persone sono risultate positive dopo aver effettuato il tampone, richiesto dal medico di base per i sintomi manifestati. Cinque persone sono risultate positive a seguito di tracciamento di casi noti; 1 caso è risultato positivo all'interno di un focolaio lavorativo, 5 per contatto con familiari positivi. Un caso è risultato positivo dopo aver effettuato spontaneamente il tampone. Sul territorio riminese 12 i nuovi casi, di cui 4 rientri dall’estero (2 dall’Albania, 1 dall’Egitto, 1 da Tenerife). Cinque sono contatti di casi già noti, di cui 3 in ambito familiare; un caso è un rientro dalla Sardegna, mentre 2 sono sporadici, emersi in seguito a sintomi. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 4.102 (38 in più di quelli registrati ieri). Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 3.917 (36 in più rispetto a ieri), il 95% dei casi attivi. I pazienti in terapia intensiva sono 17 (1 in meno rispetto a ieri), mentre i ricoverati negli altri reparti Covid 168 (+3). Le persone complessivamente guarite hanno raggiunto quota 25.184 (+86 rispetto a ieri): 8 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 25.176 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.