Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

EMILIA-ROMAGNA: Docenti non vaccinati, il picco è in Romagna | VIDEO


La Regione ha pubblicato i dati sul personale scolastico ancora non vaccinato mentre manca meno di un mese alla riapertura delle scuole. Il picco è in Romagna.

Sono 5732 gli insegnanti dalle scuole di infanzia alle superiori, docentri universitari e personale Ata che ancora non si sono sottoposti alla vaccinazione anti-covid in Emilia-Romagna. Lo ha reso noto la Regione, che ha trasmesso i numeri al commissario all’emergenza, il generale Figliolo. La platea totale di riferimento conta 94.792 persone. Questo significa che all’appello manda circa il 6%. Percentuale che però cresce di molto se si guarda alle province romagnole. A Forlì, Cesena, Ravenna e Rimini la percentuale arriva al 14.95%, più del doppio della media e immensamente di più rispetto alle province emiliane di Parma, Piacenza e Reggio dove i non vaccinati si contano sulle punte delle dita. Una situazione che preoccupa soprattutto in virtù del fatto che manca meno di un mese alla riapertura della scuole. La nuova normativa prevede per il primo di settembre l’inizio delle attività, prima del suono della campanella che avverrà il 13. A quel punto i nodi verranno al pettine. Il Governo ha stabilito che i docenti che non esibiranno il green pass non potranno svolgere le lezioni e il Ministro Bianchi ha specificato che per i docenti non vaccinati non verranno forniti tamponi gratis. Dopo 5 giorni di assenza scatterà per gli insegnanti la sospensione dal servizio. A quel punto, quei 5732 operatori scolastici non vaccinati cominceranno a diventare un grosso peso nell’economia del personale. “Il numero a cui siamo arrivati è stato definito al meglio delle nostre possibilità” ha spiegato l’assessore regionale Paola Salomoni. La speranza è quella che nei prossimi giorni si riesca ad aumentare la percentuale di vaccinati. Anche se all’appello mancano anche i supplenti che arriveranno all’ultimo momento e sui quali ancora non si sa nulla.