Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

EMILIA-ROMAGNA: Green pass al lavoro, corsa ai tamponi e vaccini | VIDEO


Entra nel vivo in Emilia-Romagna la fase della terza dose della campagna vaccinale anti-Covid. Lunedì sono cominciate le somministrazioni per gli over 80 e da Piacenza a Rimini sono circa 30 mila gli appuntamenti già fissati. Nei prossimi giorni si proseguirà con il personale sanitario, con priorità gli operatori più anziani e dalle mansioni più a rischio. Seguiranno poi gli over 60 nel rispetto delle ultime direttive del ministero della Salute. Ad ogni azienda sanitaria è stata lasciata autonomia nelle modalità di prenotazione. Per tutti, la dose di richiamo sarà quella di Pfizer a prescindere dal vaccino utilizzato nel primo ciclo.

La Romagna è il territorio ad avere somministrato per ora più dosi booster. A Rimini in particolare, dove il tasso di vaccinazione è notoriamente più basso rispetto alle province vicine, si è registrato nelle ultime ore un boom di prenotazioni all’hub vaccinale. Si tratta in particolare di lavoratori che si sono decisi a ricevere la prima dose anti-Covid per ottenere così il certificato verde in tempo per il 15 ottobre, quando sarà obbligatorio essere in possesso del green pass per accedere ai luoghi di lavoro. E in vista di tale data si sta assistendo anche ad un assalto alle farmacie e ai laboratori di analisi per prenotare i tamponi che rimangono l’alternativa per i lavoratori che non vogliono vaccinarsi. Alcuni centri hanno il calendario già pieno fino a dicembre e c’è chi è ricorso all’ampliamento dei turni e del personale per fare fronte all’ondata di richieste, ma il rischio tutto esaurito è nell’aria. Non mancano però le aziende che si sono organizzate autonomamente per l’esecuzione dei tamponi in sede.