Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

EMILIA-ROMAGNA: Agricoltura, cimice asiatica, al via i primi lanci della vespa samurai | VIDEO


Combattere la cimice asiatica con il suo nemico naturale. E’ prevista per metà  giugno in circa 300 aree selezionate la prima tornata di “lanci” in ambiente della vespa samurai, alleata degli agricoltori nella lotta contro la cimice asiatica. La seconda serie di immissioni mirate è invece prevista per metà luglio. La Regione Emilia-Romagna mette dunque in campo la scienza per contrastare la Halyomorpha halys, nome scientifico dell’insetto originario della Cina che negli ultimi anni ha causato enormi danni nelle campagne, e per provare a neutralizzarlo, “arruola” la vespa samurai (Trissolcus japonicus), un minuscolo imenottero, originario anch’esso dell’Asia, innocuo per l’uomo, che riesce a contrastare in maniera efficace l’avanzata della cimice grazie alla sua capacità di ridurre il potenziale del parassita che minaccia soprattutto le produzioni frutticole.  Il piano regionale prevede oltre 65 mila esemplari di vespa samurai liberati in circa 300 “corridoi ecologici” sparsi in tutto il territorio, con una maggiore concentrazione nelle zone di pianura e bassa collina dove si trovano le principali aree frutticole che hanno subito i maggiori danni da cimice asiatica.  I siti prescelti per il lancio sono aree verdi adiacenti alle coltivazioni dove non vengono eseguiti trattamenti chimici e che quindi sono particolarmente adatti all’insediamento e al ripopolamento della vespa samurai. Il progetto messo a punto dal Servizio fitosanitario regionale, in stretto coordinamento con i tecnici sul territorio, i ricercatori universitari e le associazioni dei produttori, prevede due lanci per sito, con 110 insetti per lancio, di cui 100 femmine e 10 maschi, per un totale, appunto, di oltre 65 mila esemplari.