Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, sindacati preoccupati per il personale sanitario
attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, sindacati preoccupati per il personale sanitario


La situazione lavorativa degli operatori sanitari preoccupa i sindacati dell'Emilia-Romagna. In queste ore c'è stato un botta e risposta con la Regione. 

 

Gli eroi dei giorni nostri, gli operatori sanitari impegnati nella lotta al coronavirus, sono di sicuro la categoria più esposta al contagio. Lo sanno bene i sindacati dell'Emilia-Romagna che nelle scorse ore sono tornati a farsi sentire per chiedere tamponi di controllo per tutti coloro che sono a contatto coi pazienti. “Stiamo ancora aspettando – scrivono Cgil, Cisl e Uil - che qualcosa si muova, mentre cresce la nostra preoccupazione per la salute di chi lavora e cresce anche la tensione del personale delle aziende sanitarie per la poca chiarezza con la quale vengono gestite le situazioni dopo lo sviluppo di nuove positività”. In particolare, sottolinea la nota, si chiede chiarezza attorno all'eventualità che alcuni operatori positivi al virus ma asintomatici possano lavorare. La replica della Regione Emilia-Romagna è affidata all'assessore alla salute Raffaele Donini, anche lui reduce dalla malattia. “Siamo pronti al confronto - scrive -, come facciamo sempre, con le organizzazioni sindacali in merito al documento inviato alle Ausl sul tema della tutela degli operatori sanitari impegnati nella lotta al coronavirus. Un documento che è stato redatto – precisa Donini - sulla base delle indicazioni tecnico-scientifiche che abbiamo ricevuto”. Poche ore fa anche il commissario Venturi ha garantito che si sta lavorando per fare i tamponi rapidi agli operatori sanitari mentre si stanno attendendo, anche in Emilia-Romagna, importanti dotazioni di strumenti di protezione per tutti i sanitari.