Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

EMILIA-ROMAGNA: Cosa posso e non posso fare, pene severe per chi trasgredisce | VIDEO


Si moltiplicano i dubbi delle persone su cosa è possibile fare e dove è possibile andare nel rispetto del decreto vigente sul contenimento del coronavirus. Facciamo chiarezza su molti dubbi. Severe le punizioni per chi non rispetta gli obblighi.

 

Si deve evitare di uscire di casa. Questo il succo del decreto del 9 marzo titolato #iorestoacasa. Oramai è chiaro a tutti che lo si può fare solo per lavoro, ragioni di salute o per altre necessità. Ma quali sono queste necessità? La prima è andare a fare la spesa, ma solo una persona per famiglia e in un punto vendita vicino, e non c’è nessun bisogno di fare corse ai supermercati perché i rifornimenti saranno sempre garantiti.

Posso uscire per fare altri tipi di acquisti? Solo se vi è una condizione di necessità, ad esempio se si fulminano le lampadine in casa.

Posso andare a trovare amici, fidanzati, parenti? No, non è uno spostamento necessario. Niente pranzo dai nonni, dunque.

Posso andare ad assistere i miei cari anziani non autosufficienti? Sì, ricordando però che sono loro i più vulnerabili al virus, quindi vanno protetti dai contatti.

Posso lasciare i bambini dai nonni? Solo se è una necessità, ad esempio devo andare a lavorare.

Il trasporto pubblico funziona? Sì, ma posso spostarmi solo per le esigenze appena dette.

Posso andare da un comune all’altro per lavoro? Sì, però è incoraggiato il lavoro a distanza.

Come può il dipendente pubblico lavorare in smart-working? Spetta al datore di lavoro individuare le modalità organizzative. Su questa base, il dipendente potrà presentare un’istanza.

Come provo che sto andando al lavoro? Basta un’autocertificazione o un qualsiasi altro mezzo di prova che sarà in un secondo momento verificato dalle autorità.

Chi ha sintomi come tosse, raffreddore o febbre sopra i 37,5 può uscire? Assolutamente no. Deve contattare il proprio medico o i numeri preposti ed evitare contatti con altre persone.

Posso fare attività fisica all’aperto? Sì, però non in gruppo.

Che locali con cibi e bevande trovo aperti? Tutti, ma solo dalle 6 alle 18 e se garantiscono le distanze interpersonali. In Emilia-Romagna alle 18 chiudono anche i locali da asporto, come le piadinerie. Ma dopo tale ora è consentita la consegna a domicilio.

Ma posso dunque prendere l’auto per andare in un bar lontano da casa? No, posso andare solo al bar sotto casa.

Posso partecipare a una funzione religiosa? Sono sospesi messe, matrimoni (anche quelli civili), funerali e altri riti religiosi.

Quali attività sono chiuse? Scuole, asili, università, teatri, cinema, musei, biblioteche, centri culturali.

È consentito il transito delle merci? Sì, anche quello dei corrieri.

L’attività agricola è sottoposta a limitazioni? No.

Per chi si sposta senza giustificato motivo si rischia l’arresto fino a 3 mesi e un’ammenda fino a 206 euro (art. 650 cp). Per chi attesta il falso nell’autocertificazione, la pena va da 1 a 6 anni di carcere (art. 495 cp). Per chi esce se in quarantena o positivo al coronavirus, la pena va da 1 a 12 anni (art. 452 cp).