Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
FORLÌ: Aeroporto, Vvf "Nessuna preclusione a riapertura"
attualità

FORLÌ: Aeroporto, Vvf "Nessuna preclusione a riapertura"


Da parte del Dipartimento dei vigili del Fuoco "non vi è alcuna preclusione alla riapertura dell'aeroporto" di Forlì. E' quanto precisa lo stesso Dipartimento in merito ad alcune notizie apparse sulla stampa locale, sottolineando che terminati nel 2013 i voli commerciali e cessata la gestione del servizio antincendio da parte dei vigili del fuoco, è necessario "reinserire l'aeroporto nell'elenco degli scali nei quali il Corpo assicura direttamente il servizio". Il Dipartimento afferma inoltre di non essere "stato preventivamente coinvolto o interessato in fase di stesura del bando o all'atto di sottoscrizione della concessione alla società 'Fa Srl'", un problema dovuto ad una comunicazione "inviata ad un indirizzo inesistente". In ogni caso, prosegue la nota, "da gennaio 2019, sono stati avviati una serie d'incontri con la stessa 'Fa Srl' ed Enac per la definizione del servizio". Ad oggi, dunque, il Dipartimento "attende che la società di gestione integri la richiesta di attivazione, fornendo i dati del traffico aereo per consentire il dimensionamento del nostro presidio". Conclusa questa fase, "sarà necessario ottenere la copertura finanziaria che consenta al Corpo di procedere al necessario aumento organico del personale".

Aggiornamento ore 19.01

Sul fronte dell'aeroporto di Forlì, "in occasione dell'incontro tenutosi in Municipio la scorsa settimana sono state date le dovute rassicurazioni alle istituzioni e al gestore" dello scalo "in merito alla collaborazione del Dipartimento dei Vigili del Fuoco per giungere alla riapertura dello stesso aeroporto. Come detto e ribadito non c'è stata mai alcuna preclusione da parte del Dipartimento dei Vigili del Fuoco". A sostenerlo, in una nota, è il sottosegretario all'Interno, Stefano Candiani. Tuttavia, prosegue, "occorre ancora una volta ribadire che rallentamenti o difficoltà che ci sono state in questi mesi nella conoscenza di dati essenziali per l'attivazione del servizio antincendio, sono da attribuire ad altri soggetti e non certo ai Vigili del Fuoco. L'impegno preso - conclude Candiani - quindi viene ribadito nello stilare un preciso cronoprogramma, anche con la collaborazione di Fa Srl, gestore dell'aeroporto, che consenta di definire tempi e impegni con precisione per la rimessa in funzione del Ridolfi".