Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

FORLÌ: Alluvione a Villafranca, chiusa corsia A14, allestito centro assistenza | VIDEO


Sono circa 600 le abitazioni allagate nel Forlivese nella frazione di San Martino in Villafranca. Di queste soltanto una è stata evacuata perché in netta prossimità del fiume Montone esondato. In questi minuti è in corso un summit in prefettura per decidere nel dettaglio le operazioni da compiere.

Sulla A14 Bologna-Taranto, fa sapere Autostrade per l'Italia, sono due le corsie che resteranno chiuse dalle 14 di oggi e fino a domattina nel tratto tra Forlì e Faenza, in direzione Bologna, per consentire ai tecnici della regione di intervenire sulla falla dell'argine del fiume Montone. In questo arco temporale resteranno comunque aperte al traffico due corsie in entrambe le direzioni. La decisione è stata presa dal Centro coordinamento soccorsi, presieduto dalla Prefettura di Forlì. L'intervento consiste nella posa di blocchi di cemento nella zona del cedimento dell'argine calandoli dal viadotto e per far questo è necessario l'accesso dalla piattaforma autostradale. "Il traffico, che finora è sempre stato regolare - precisa Autostrade - sarà comunque garantito in due corsie per ciascun senso di marcia, attivando una corsia supplementare in deviazione sulla carreggiata opposta ai lavori. La limitazione sarà mantenuta fino al termine dell'intervento, al momento previsto entro la mattinata di domani".

Aggiornamento ore 18:30

Si è riunito oggi a Forlì il Centro Coordinamento Soccorsi in prefettura per gestire l’emergenza maltempo. L’evacuazione ha per ora riguardato una sola abitazione a Villafranca. Non si sono concretizzati fino adesso – spiega la prefettura – particolari rischi per la popolazione, però il Comune di Forlì ha messo a disposizione una struttura di accoglienza nella frazione più colpita per garantire assistenza a chi ne avesse necessità. 160 gli ettari di terreno allagati dopo l’esondazione del Montone. Permangono interdette alla circolazione stradale diverse strade provinciali a causa dei movimenti franosi. Sono in corso interventi di ripristino.

Aggiornamento 19.48

Evacuata la comunità terapeutica della Papa Giovanni XXIII a Villafranca, nel Forlivese, a causa dell'esondazione del fiume Montone che ha rotto gli argini vicino al ponte dell'A14. Una quindicina di ospiti - spiega la stessa associazione fondata da don Oreste Benzi - hanno trovato rifugio presso una casa scout più a monte: tra loro anche una donna incinta al sesto mese. "Stamattina sembrava che la situazione fosse in miglioramento - spiega Giovanni Salina, responsabile della comunità che si occupa del recupero delle persone con dipendenze patologiche - poi mentre eravamo a tavola abbiamo saputo che si era rotto l'argine. In mezz'ora abbiamo cercato di mettere al riparo quante più cose possibili e poi l'acqua ha iniziato ad arrivare dappertutto. Quando abbiamo lasciato la casa c'era mezzo metro d'acqua". A Villafranca di Forlì si trova anche il 'Villaggio della Gioia', una realtà in cui abitano tre case famiglia della Papa Giovanni XXIII, in cui sono presenti bambini e persone con disabilità, e altre famiglie ospitate in diversi appartamenti. "Qui la situazione per il momento è sotto controllo - racconta Daniele Severi, responsabile della comunità in Romagna -: l'acqua non è entrata in casa ma siamo completamente circondati, come delle isole. Non ci possiamo muovere ma abbiamo elettricità. Dobbiamo ringraziare gli ingegneri che hanno costruito il villaggio tenendolo più alto di mezzo metro rispetto al terreno - conclude -: le nostre auto al contrario sono sott'acqua".