Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

FORLÌ: Saviano a scuola, scoppia la polemica, lui rinuncia | VIDEO


"Non potrò essere a Forlì, ragazzi, e non potrò esserci per tutelare voi e la vostra tranquillità: vi strumentalizzerebbero, cosa che del resto stanno già facendo. So che non avete il timore di metterci la faccia, e per questo vi sono immensamente grato". Così Roberto Saviano ha annunciato, rivolgendosi ai ragazzi del liceo Morgagni di Forlì, l'annullamento dell'incontro che era al centro delle polemiche per la richiesta del preside di acquistare i libri per finanziare l'iniziativa. "Mi dispiace molto - ha scritto Saviano - ma non potrò esserci, troveremo un altro luogo, una piattaforma diversa attraverso cui condividere idee. Troveremo una libreria e ci vedremo presto. Promesso. Perché a incontrarvi non rinuncio. Ci sono sempre andato nelle scuole, senza porre condizioni, perché non ho bisogno di obbligare nessuno ad acquistare copie dei miei libri".

Il caso ormai è diventato nazionale. Roberto Saviano il 15 marzo avrebbe dovuto presentare a Forlì il suo ultimo libro "La paranza dei bambini". E fin qui nulla di male. A suscitare le polemiche è stata una circolare diffusa agli studenti del Liceo Classico di Forlì " G.B. Morgagni" da parte del dirigente Marco Molinelli. " E' un'importante occasione per incontrare uno degli scrittori più famosi", l'adesione "deve riguardare l'intera classe con l'acquisto da parte degli studenti del romanzo". Entro il 18 gennaio le adesioni che riguardano anche il liceo scientifico, dopo di che "l'ufficio stampa di Saviano contatterà l'amministrazione comunale per reperire spazi idonei". Il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri (FI) ha già annunciato un'interrogazione al ministro dell'Istruzione. Attacca anche il leader della Lega Matteo Salvini su twitter. Saviano ha già replicato su Facebook: "Ora in rete circola la bufala sull'acquisto obbligatorio di copie del mio libro. Da dieci anni vado nelle scuole e i miei scritti mi fa piacere che vengano letti anche fotocopiati o in copie che passano di mano in mano". Anche il preside del liceo classico Morgagni  risponde alla polemica :  " Da anni, come scuola organizziamo incontri con gli autori. Con Saviano la modalità è la stessa. Chi aderisce deve leggere il libro, che va acquistato anche perché con l'acquisto si riescono a coprire le spese di organizzazione e di eventuale ospitalità dello scrittore".  Agli studenti va assicurato il massimo sconto possibile per legge, 2 euro nel caso di Saviano, sui 18 del volume.