Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
MELDOLA: Fa ancora discutere il caso della radiofarmacia dell'Irst Irccs | VIDEO
attualità

MELDOLA: Fa ancora discutere il caso della radiofarmacia dell'Irst Irccs | VIDEO


Approda in Regione il caso delle radiazioni emesse dalla Radiofarmacia dell’Irst-Irccs di Meldola. A denunciare i «picchi di radiazioni» è stato un ex consulente esterno dell’Istituto tumori, Marcello Benassi. Raffaella Sensoli, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, presenterà a giorni un’interrogazione sulla vicenda. A sostenere la tesi di Benassi, c’è anche una relazione del professore Francesco Teodori, titolare della cattedra di Fisica Nucleare dell’Università di Bologna. I valori rilevati sarebbero stati «mille volte superiori» ai limiti di legge. Una posizione respinta dalla direzione generale dell’Irst che con una nota ha precisato che «le emissioni prodotte dalla Radiofarmacia non influiscono in nessun modo sulla sicurezza della popolazione e del personale dell’Istituto».  A richiedere al prof Benassi una valutazione dello stato delle cose è stato un gruppo di cittadini, che si è riunito nel Comitato salute e ambiente Meldola e Valle del Bidente. La notizia dei rilievi effettuati da Benassi ha messo in moto anche il comitato consultivo dell’Irst - Irccs, presieduto dal dottor Pino Gino Perini, il quale è stato incaricato di fare accertamenti sull’episodio e incontrare i destinatari della lettera inviata dal prof Benassi. Tra questi ci sono il direttore generale dell’Ausl Romagna Marcello Tonini, e il sindaco di Meldola Gian Luca Zattini. Il primo cittadino del paese bidentino, sulla base dei resoconti avuti da Ausl Romagna e Arpae, si è detto «tranquillo» ma ha comunque consegnato la lettera di Benassi e la documentazione avuta in procura.