Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
RAVENNA: Sindaco fece ordinanza per abbattere le nutrie, Tar annulla
attualità

RAVENNA: Sindaco fece ordinanza per abbattere le nutrie, Tar annulla

  • Di:
  • 556 visualizzazioni

Non solo non era stata compiuta una "adeguata istruttoria" ma mancava anche l'indicazione "di efficacia del provvedimento". Il Tar di Bologna ha per questo annullato l'ordinanza emessa nel dicembre 2014 dal sindaco di Solarolo, in provincia di Ravenna, (non costituito in giudizio) per l'abbattimento delle nutrie. La decisione è stata presa in accoglimento del ricorso presentato nel 2015 dall'associazione Vittime della Caccia, tutelata dall'avvocato Massimo Rizzato, alla quale sono stati riconosciuti 800 euro di spese di giudizio. L'ordinanza era stata emanata in via urgente per fare fronte al problema della sovrabbondanza di nutrie sul territorio comunale. In particolare - si legge nella sentenza - il sindaco aveva autorizzato interventi di abbattimento dei cacciatori, dei tecnici abilitati dalla Provincia, degli agricoltori e dei dipendenti degli enti gestori del territorio. Secondo il ricorso tuttavia, non esisteva nessun carattere di urgenza né rischio per la pubblica incolumità. Inoltre l'ordine impartito ai cacciatori, sarebbe stato illegittimo dato che esulava dall'attività venatoria. Un ricorso, secondo i giudici del Tar, fondato.