Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

RICCIONE: Calo fatturato per Palacongressi, “Da luglio buona ripartenza” | VIDEO


La lunga sospensione dell’attività congressuale ha fatto chiudere il 2020 con un calo del fatturato per il palacongressi di Riccione che però guarda con ottimismo ai prossimi eventi, nonostante il limite della capienza.

La pandemia e le misure restrittive si sono abbattute anche sul settore del congressuale che per Riccione è importante grazie al Palariccione. L’assemblea dei soci ha certificato un calo del fatturato dovuto alla sospensione e nominato come amministratore unico Eleonora Bergamaschi. “L’esercizio del Palariccione del 2020 ha visto una perdita di oltre 430 mila euro del fatturato – spiega Bergamaschi -. In realtà quell’anno era partito bene perché avevamo avuto la riconferma di tanti eventi a gennaio e febbraio. Con l’avvento della pandemia si è fermato tutto”.

I prossimi mesi permetteranno di recuperare quanto perso? “Il 2021 è un anno particolarmente difficile”, prosegue Bergamaschi, “il primo semestre si è concluso con pochissimi eventi e in forma ibrida”, una parte in presenza e una parte a distanza. “Il Palariccione – aggiunge - ha un ruolo in città, quello di creare indotto ricettivo-turistico, cosa che con questa modalità non si riesce a fare”. Ma “siamo positivi già da luglio”, quando sono previsti i primi eventi, anche se i decreti impongono la capienza del 50%. Questa norma ha pero un risvolto positivo: “Nel corso degli anni abbiamo visto eventi nati al Palariccione migrare in altre località” verso strutture più grandi perché crescevano. “Oggi questo essere così piccoli ci permetterà di recuperare eventi che avevamo perso negli anni precedenti”, conclude la numero uno del palacongressi.