Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

RIMINI: Durante la guerra 55 mila sfollati a San Marino | VIDEO


Non si fermano gli studi circa gli effetti della seconda guerra mondiale sulla popolazione del territorio riminese. Fra il ’43 e il ’44 furono 55 mila gli sfollati della zona accolti nella Repubblica di San Marino.

Per alcuni anziani del territorio della provincia di Rimini sono ancora vivi nella propria mente i ricordi dei giorni da sfollati, tra il novembre del ‘43 il settembre del ’44. Molti di questi 55 mila sfollati del territorio della provincia di Rimini andarono a San Marino. Che ruolo hanno giocato le gallerie della ferrovia tra Rimini e il Titano nell'accoglienza di sfollati? “Sono state un luogo di accoglienza fondamentale per gli sfollati – risponde Patrizia di Luca, direttrice dell’Istituto storico di Rimini -, sia per la popolazione sammarinese, che voleva proteggersi dai bombardamenti e dalle incursioni degli eserciti nemici, sia per tutta la popolazione che era sfollata dal territorio Riminese. Le gallerie sono su tutto il territorio della Repubblica di San Marino e vennero riempite all'inverosimile da coloro che fuggivano dalla città di Rimini e che si stabiliscono all'interno delle gallerie ponendo sui binari i proprio materassi, le proprie masserizie, i proprio mobili. Ci furono gallerie come quella di Valdragone, lunga 850 metri, che ospitarono fino a un massimo di 3000 persone”.

Una città distrutta per l’80% quella di Rimini. Che tipo di accoglienza hanno ricevuto i riminese da parte di San Marino e che tipo di gratitudine è arrivata dai riminesi verso San Marino? “Un legame molto forte di rispetto reciproco e di condivisione di uno dei periodi sicuramente più difficili della storia del Novecento”.