Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
RIMINI: Torna il festival delle arti dell'infanzia ‘Filo per filo’ | FOTO
attualità

RIMINI: Torna il festival delle arti dell'infanzia ‘Filo per filo’ | FOTO


Torna da venerdì 14 maggio la quarta edizione di Filo per Filo - Segno per Segno tra Rimini, Santarcangelo di Romagna e Pennabilli il festival delle arti dell’infanzia e dell’adolescenza creato da Alcantara Teatro per dare voce all’espressività giovanile contaminando i contesti urbani e dallo scorso anno anche il web. Dopo l’edizione 2020, “Ceci n’est pas un festival”, caratterizzata da messaggi poetici in rete, dal 14 maggio al 2 luglio 2021 la rassegna tornerà in presenza nelle tre città del Riminese mantenendo una parte online. Il programma prevede azioni teatrali, passeggiate, installazioni, workshop, riflessioni di pedagogia e arte. Il tema portante di quest’anno è la libertà.

Nonostante le difficoltà del settore, Alcantara Teatro ha affrontato la pandemia e le restrizioni mantenendo un saldo rapporto con i 160 ragazzi dagli 8 ai 19 anni che abitualmente frequentano il Laboratorio Stabile e rendendoli parte attiva nella realizzazione del festival. “Partendo dalla riflessione sulle misure di contenimento del Coronavirus che hanno costretto bambini e ragazzi a rinunciare per lungo tempo alle proprie necessità ludiche e ai rapporti sociali con la comunità, il progetto ha voluto favorire la socializzazione incentivando la creatività e lo spirito di iniziativa dei ragazzi, coinvolgendoli in ogni fase del progetto in un clima di fiducia, empatia e di ascolto, con gli adulti e fra pari. Attraverso le diverse azioni i ragazzi sono inoltre stati stimolati a riallacciare rapporti costruttivi con il territorio di appartenenza”, spiega Alcantara Teatro.

Mai più di oggi è centrale il tema della libertà: il rapporto dell’individuo con il mondo che lo circonda, quanto e come possa incidere la libertà di azione e di scelta rispetto all’ambiente sociale e naturale, la libertà di esprimersi, la riscoperta della bellezza. Oltre dieci performance teatrali che nel mese di giugno 2021 trasformeranno gli spazi storici in palcoscenici: il Museo della Città di Rimini nei suoi angoli più suggestivi (il Lapidario, il giardino), il Complesso degli Agostiniani (Il Chiostro, la Sala Pamphili), il Borgo San Giuliano e l’Anfiteatro in Piazza Garibaldi a Pennabilli.

Il 21 maggio i giovani avranno la possibilità di intervistare online il cantautore Brunori Sas, mentre il 30 maggio sarà la volta dell’attrice e cantautrice Margherita Vicario (entrambi gli appuntamenti in diretta alle ore 18.30 sulla pagina Facebook Filo per Filo | Segno per Segno).

Il festival si apre ufficialmente il 14 maggio alle 18.30 su Facebook con l’incontro online di Enrico Galiano dal titolo “L’arte di sbagliare”. Insegnante e autore della webserie “Cose da prof”, che ha superato i 20 milioni di visualizzazioni su Facebook, Enrico Galiano, con sincerità e coraggio, ha deciso per la prima volta di sfatare il mito della perfezione e svelare tutti i suoi errori e le scelte azzardate, perché sbagliare è necessario per capire chi siamo. Dal 15 maggio al 10 giugno prenderanno poi vita le Favole al telefono: le voci dei piccoli allievi di Alcantara che giungeranno attraverso il telefono agli adulti.

Seguirà poi, dal 10 al 30 giugno, Gufo solitario: un racconto a capitoli, sempre al telefo-no, che coinvolgerà attivamente il “pubblico” nel scegliere passo dopo passo come continuare la storia. Domenica 6 giugno il festival si sposterà a RiminiTerme per la presentazione del libro “Tetralogia dalla Colonia” edito da Maggioli (ore 17.30) e lo spettacolo dal vivo “Una promessa più in là” alle ore 19 alla Colonia Novarese.

Un lavoro svolto nell’inverno ha poi portato alla stesura di quattro copioni teatrali ambientati nelle colonie in un passato o in un futuro immaginario e raccolti nel quaderno “Tetralogia della Colonia”.  “Una promessa più in là” è uno dei testi scritti a più mani dai ragazzi, che viene messo in scena nello spazio affascinante della Colonia Novarese. L’11 giugno vi sarà la proiezione al Teatro degli Atti di Rimini del documentario “Filosognare” di Alcantara Teatro.

Tutti gli altri appuntamenti e maggiori informazioni sono presenti sui canali social di Alcantara Teatro (Facebook e Instagram), la pagina Facebook Filo per Filo | Segno per Segno e il sito www.filoperfilo.it