Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

RIMINI: Università, cresce il tasso di occupati dopo la laurea | VIDEO


Progettazione e gestione dell’intervento educativo nel disagio sociale. È questo il titolo del corso di laurea magistrale, offerto dal campus di Rimini, che garantisce il tasso di occupazione più alto per i suoi neolaureati. Secondo un’indagine dell’Università di Bologna, oggi lavora il 95 percento di coloro che nel 2017 si sono diplomati in questo corso, che è anche quello con il numero più alto di laureati in quell’anno: 116.

Le percentuali di chi trova lavoro sono molto alte anche negli altri indirizzi magistrali. Si va dall’87 percento di Farmacia al 57 di Scienze statistiche. Va poi precisato che chi non lavora non sempre è disoccupato. Infatti un buon numero di questi sceglie di proseguire gli studi, innalzando così il tasso di giovani che sono comunque impegnati nello sviluppare la propria carriera.

Il tasso di occupazione rimane più basso nei corsi triennali. Si va da Finanza, dove a un anno dalla laurea trova lavoro il 27 percento dei giovani, a Scienze motorie, dove la percentuale segna 78 punti. Anche in questo caso, però, in tanti continuano a specializzarsi, per cui il tasso di chi studia o lavora dopo la triennale non scende mai al di sotto del 60 percento.

Questi valori vengono visti con favore dall’amministrazione comunale che sottolinea come anche lauree che nell’immaginario collettivo appaiono meno forti a livello occupazionale, come quelle nel sociale e nella cultura, trovano a Rimini risultati giudicati “molto positivi”. Va però precisato che molto spesso si tratta di occupazioni precarie e a basso reddito. Ma questo è un altro capitolo.