Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
ROMA: Ecco il nuovo Dpcm, è il lockdown del tempo libero
attualità

ROMA: Ecco il nuovo Dpcm, è il lockdown del tempo libero


Oggi Repubblica ha quantomai indovinato il suo titolo di apertura: "Il lockdown del tempo libero". Poche ore fa il presidente del Consiglio Conte ha varato l'ennesimo, ultimo Dpcm con ulteriori misure per provare a contenere l'epidemia di Covid.

Ecco le principali misure 

Nuove disposizioni contenute nel DPCM 25 ottobre 2020 che entreranno in vigore a partire da domani, lunedì 26 ottobre (fino al 24 novembre prossimo)

 

Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle 5 fino alle 18; resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 24 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

 L’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia continua a svolgersi in presenza. Per contrastare la diffusione del contagio, le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell'organizzazione dell'attività didattica incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, per una quota pari almeno al 75 per cento delle attività, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l'eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l'ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9.

 Restano consentiti gli eventi e le competizioni sportive, nonché le sedute di allenamento degli atleti agonisti, riguardanti gli sport individuali e di squadra - riconosciuti dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato italiano paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali.

Sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.

L'attività sportiva di base e l'attività motoria in genere svolte all'aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento.

 Restano sospese le attività di sale da ballo e discoteche e locali assimilati