Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

ROMA: Problemi con l’app Immuni, su molti cellulari non funziona | VIDEO


E’ possibile da lunedì scaricare l’app Immuni che permette di tracciare i contagi da Covid-19. C’è però un problema: pare che non funzioni su molti cellulari

Sono circa mezzo milione le persone che, da lunedì, hanno scaricato l’applicazione Immuni, quella che permetterà di ricevere una notifica nel caso si sia venuti in contatto con una persona positiva al coronavirus. Lunedì prossimo partirà la prima sperimentazione che riguarderà le regioni Abruzzo, Liguria, Marche e Puglia. Se tutto andrà bene, dal 15 giugno potrebbe essere operativa in tutta Italia. Il problema è che cominciano già a venire fuori i primi difetti. Uno su tutti, segnalato già da molte persone, è quello che l’applicazione pare non andare d’accordo con i cellulari che hanno qualche anno di troppo. Molti utenti, dopo aver scaricato Immuni sul proprio Iphone, si sono trovati davanti una schermata nel quale viene richiesto un aggiornamento del sistema. Aggiornamento che però può essere effettuato solo nei cellulari di ultima generazione. Questo è un Iphone 5s, prodotto nel 2013, che non è quindi compatibile con l’applicazione. “Sono in possesso di un Iphone 6s – spiega un utente - e mi è preclusa la possibilità di usare questa app”. Stessa cosa vale per i possessori di Android, che devono avere una versione del software superiore alla numero 6. Immuni ha spiegato che questo problema è causato dal sistema di notifiche messo a punto dalle Apple e Google che non supporta i vecchi modelli di smartphone. Un problema non da poco, visto che è più volte stato dichiarato che, per funzionare pienamente, l’applicazione dovrebbe essere scaricata dal 60% degli italiani.