Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

ROMAGNA: Covid, lieve calo degli indicatori ma ancora tanti ricoveri | VIDEO


Nell’ultima settimana gli indicatori dell’epidemia in Romagna sono stati in lieve miglioramento, ma gli ospedali sono ancora in fase critica dato l’alto numero di ricoveri per coronavirus.

 

Nella settimana che va dal 4 al 10 gennaio, l’ultima analizzata dall’Ausl Romagna, si è registrato un tasso di tamponi positivi sostanzialmente in linea con quello della settimana precedente, attorno all’11 per cento. Il dato nel periodo di riferimento è in calo a Forlì, Ravenna e Rimini mentre risulta in aumento a Cesena. Un andamento di questo e di altri indici dell’epidemia che nelle ultime settimane è stato “a dente di sega”, come lo ha definito il direttore sanitario dell’Ausl Romagna, Mattia Altini, che torna a sottolineare come i “lievi cali” non debbano fare abbassare la guardia nemmeno con l’inizio della campagna vaccinale.

Già, perché gli ospedali sono ancora oltre il livello rosso del piano Covid dell’Ausl e questo ancora una volta mette in difficoltà l’attività ospedaliera ordinaria. A fine della settima scorsa i ricoverati per coronavirus nei nosocomi romagnoli erano ancora tanti, 619, nonostante il calo registrato nelle terapie intensive. “I dati dei ricoveri devono calare altrimenti rischiamo di mettere a repentaglio l'attività anti Covid”, esorta ancora una volta il direttore sanitario, per il quale non bisogna neppure “sottovalutare il rischio di nuovi picchi che, sebbene in Romagna la situazione sia leggermente migliore che altrove, metterebbero a dura prova la tenuta dei servizi, in particolare quelli ospedalieri”. Il dato più nero continua a rimanere quello dei decessi. Nell’ultima settimana sono morti in Romagna 138 pazienti Covid rispetto ai 108 della settimana precedente.