Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

ROMAGNA: Migliorano dati Covid, Ausl “Ma non abbassiamo la guardia” | VIDEO


Migliorano i dati relativi all’epidemia in Romagna, sia sul fronte dei contagi che dei ricoveri. Resta invece ancora alto il numero delle vittime. È quanto emerge dall’ultimo report settimanale dell’Ausl.


Sono 129 le persone malate di Covid-19 morte nell’ultima settimana in Romagna. Un numero che non riesce a imboccare il trend in discesa oramai da diversi settimane, come invece stanno facendo i dati sui contagi e i ricoveri stando all’ultimo report dell’Ausl Romagna. Tra il 18 e il 24 gennaio sono risultate positive al SARS-CoV-2 oltre 2.700 persone con un indice di positività dei tamponi del 7 per cento, in calo dunque rispetto alla scorsa settimana di altri due punti. La diminuzione di questo indice si fa sentire soprattutto a Rimini, nonostante rimanga il territorio con il numero più alto. Qui l’incidenza sui tamponi è scesa di 5 punti percentuali e mezzo, mentre è aumentata di un punto a Forlì.

Migliorano anche i dati dei ricoveri, sia nei reparti Covid che in terapia intensiva, anche se il totale fa rimanere gli ospedali romagnoli oltre il livello rosso del piano ospedaliero che comporta la riduzione dell’attività ordinaria. “Un’altra settimana sostanzialmente positiva”, commenta il direttore sanitario dell’Ausl Romagna, Mattia Altini, che preferisce però “non indulgere in facili entusiasmi” dato che “a livello nazionale il trend della patologia sembra in lieve aumento”. Fatto che “deve ricordarci che il Covid non è affatto sconfitto”, rimarca il direttore, il quale considera la scia dei decessi un monito per ricordarci di ricorrere a mascherine, igiene e distanziamento.

Sul fronte vaccini “stiamo facendo passi da gigante nonostante i ritardi delle ditte fornitrice”, assicurano dall’Ausl. Dai territori e dalle associazioni a livello regionale arriva però l’appello a vaccinare prioritariamente anche le persone con disabilità.