Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

ROMAGNA: Natale, fioccano i presepi creativi dalla collina al mare | VIDEO


Sulle colline romagnole di Predappio Alta, Gesù nasce nella galleria di un’ex miniera di zolfo dismessa negli anni ’50. Nel sottosuolo la scena della natività si estende per 250 metri tra luci, musiche costumi fedeli alla tradizione del popolo palestinese. La geologia degli ambienti è essa stessa spettacolo.

Questo è solo uno dei tanti presepi che in occasione delle feste natalizie puntellano la Romagna. Una tradizione declinata in varie forme.

A Gambettola c’è Federico Fellini nella casa dei nonni, che risiedevano proprio in questo comune. Maria e Giuseppe sono circondati dai personaggi creati dal regista, e c’è anche l’attrice e moglie Giulietta Masina.

La romagnolità imperversa pure nel presepe di Roversano, piccolo borgo delle colline del Cesenate, dove la scenografia richiama il mondo rurale degli anni ’50 e ’60. I materiali per l’allestimento sono stati raccolti da armadi e cantine della gente del posto.

La tradizione prosegue a Cesenatico con il consueto appuntamento del Presepe galleggiante sul Porto leonardesco con 50 statue di legno a grandezza naturale. Anche a Comacchio l’acqua riflette le figure del mondo cristiano.

E se a Bellaria-Igea Marina la creatività ha scolpito blocchi di ghiaccio di 150 chili l’uno, al porto di Rimini e a Torre Pedrera è la sabbia il materiale impiegato per stupire i visitatori.

A Longiano di presepi ce n’è l’imbarazzo della scelta, da quello meccanico a quello napoletano. A Cervia una teca custodisce il presepe di sale costruito da un salinaro. Infine a Milano Marittima un’animazione multisensoriale si ispira a Giotto.