Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

ROMAGNA: Prove d'estate nel weekend, spiagge accolgono i primi clienti | VIDEO


Nessuna criticità fino ad ora riscontrata con la nuova organizzazione degli stabilimenti balneari in Romagna, nonostante l’inedita fretta con cui si è riaperto dopo il lungo lockdown. Il weekend che ha preceduto la Festa delle Repubblica ha visto il prevalere di clienti locali ed emiliani, data la chiusura dei confini.

Ma dal 3 giugno tutto cambia. Secondo un’indagine di Coldiretti, questo mese saranno 7 milioni gli italiani in viaggio, il 90% dei quali resterà in Italia a causa del Covid. La Fase 2 diventa dunque un’occasione per la Romagna per rafforzare il mercato interno, specie quello di veneti e di lombardi dopo l’ufficialità degli spostamenti extra-regione validi anche per loro tra le polemiche di alcune regioni del Sud. “Milanesi, venite da noi”, ha così colto l’occasione la sindaca di Riccione, Renata Tosi, invitando il sindaco Beppe Sala e i suoi concittadini a scegliere la Romagna per la tintarella. Ma le prenotazioni per giugno languono, si spera nel last-minute. Ne cominciano ad arrivare per luglio e agosto, anche dall’estero. Per ora si guarda al 2 giugno. I controlli anti-assembramento sulle spiagge si fanno più serrati dato che l’epidemia non si è estinta. Al momento nulla di eccezionale da segnalare, a parte la passerella di uno stabilimento di Rimini tinta coi colori dell’arcobaleno Lgbt, le cui immagini hanno fatto il giro dei media nazionali e dei social, anche all’estero.