Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

ROMAGNA: Spiagge all’asta, bagnini sul piede di guerra, “Non ci arrenderemo mai” | VIDEO


E’ arrivata come una doccia fredda per i gestori degli stabilimenti balneari la decisione del Consiglio di Stato che fissa la scadenza delle concessioni al 2023. I bagnini romagnoli sono già sul piede di guerra contro il ritorno della Bolkestein.

Le concessioni balneari saranno valide fino al 31 dicembre del 2023. Dopodichè dovranno essere messe in gara e riaggiudicate tramite un bando. E’ questa la decisione del Consiglio di Stato che è intervenuto sull’infinita vicenda della Bolkestein, la direttiva europea sulla concessioni dei beni pubblici e che in Italia non è stata ancora attuata. Dall’anno della sua approvazione, il 2006, si va avanti a proroghe. L’ultima, del governo Conte, aveva fissato la scadenza al 2033. Una decisione Ora la nuova sentenza taglia questo tempo di 10 anni, stabilendo, tra l’altro, che non sarà più possibile concedere nuovi allungamenti dei tempi. Una decisione improvvisa che ha lasciato interdetti i bagnini della Romagna.

INTERVISTA NEL VIDEO