Guarda Teleromagna canale 14

Salute24


FORLÌ: Vaiolo delle scimmie, al via le vaccinazioni per la Romagna Attualità

FORLÌ: Vaiolo delle scimmie, al via le vaccinazioni per la Romagna

Vaiolo delle scimmie, dal 17 agosto al via le vaccinazioni anche in Romagna. Al Magazzino Unico di Pievesestina sono arrivate le dosi di vaccino Jynneos (MVA-BN) contro il vaiolo delle scimmie, assegnate all’Ausl della Romagna. Come già annunciato dalla Regione si tratta di 140 dosi: 80 per i soggetti a rischio e 60 per gli operatori di laboratorio. Nello specifico, in questa fase, le categorie ad elevato rischio individuate Ministero sono due: personale di laboratorio con possibile esposizione diretta al virus; persone gay, transgender, bisessuali e uomini che hanno rapporti sessuali con uomini e che hanno avuto comportamenti sessuale a rischio.Come indicato dalla circolare regionale, in Ausl Romagna il vaccino sarà somministrato in una unica sede, presso l’Ambulatorio di Igiene Pubblica di Forlì, in via della Rocca 19, a partire da mercoledì 17 agosto. La valutazione dell’eventuale eleggibilità alla vaccinazione in base al livello di rischio identificato sarà effettuata dagli specialisti dei reparti di Malattie Infettive aziendali che, nel pieno rispetto di tutte le normative in materia di protezione dei dati personali, provvederanno ad inviare l’elenco delle persone da vaccinare all’ambulatorio vaccinale di Forlì. Per concordare un colloquio con gli specialisti dei reparti di Malattie infettive, i soggetti a rischio cui è raccomandata la profilassi possono contattare i seguenti numeri: Forlì Tel. 0543 735839, dalle ore 11.30 alle 13.30 Cesena Tel. 0547 352548 dalle ore 9 alle 12 Ravenna Tel. 0544 285538 dalle ore 8.30 alle 13 Lugo Tel. 0545 214313 dalle 8.30 alle 13.00 Faenza Tel. 0546 601324 dalle ore 8.30 alle 13 Rimini tel. 0541 705366 dalle ore 8.30 alle 13


EMILIA-ROMAGNA: Vaiolo scimmie, al via campagna vaccinale, ecco le categorie prioritarie | VIDEO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Vaiolo scimmie, al via campagna vaccinale, ecco le categorie prioritarie | VIDEO

Al via anche in Emilia-Romagna la vaccinazione contro il vaiolo delle scimmie. In regione, dove sono stati finora accertati 67 casi, sono arrivate 600 dosi del siero Jynneos (MVA-BN). Le prime inoculazioni saranno effettuate oggi stesso a Bologna, seguiranno le città. Al momento le Aziende sanitarie individuate per effettuare le vaccinazioni sono quelle di Parma, Modena, Bologna e Romagna e saranno le stesse Ausl a definire il luogo di somministrazione, in collaborazione con i Servizi di Igiene e Sanità Pubblica; a questi ultimi è affidata anche la vaccinovigilanza. Questo il piano di distribuzione delle prime 600 dosi di vaccino alle Aziende sanitarie: Ausl Piacenza e Parma: 60 dosi per soggetti a rischio; Ausl Reggio Emilia e Modena: 100 dosi per soggetti a rischio; Ausl Bologna, Imola e Ferrara: 280 dosi per soggetti a rischio e 20 per operatori di laboratori; Ausl Romagna (Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini): 80 dosi per soggetti a rischio e 60 per operatori di laboratori. In base allo scenario epidemiologico attuale, le categorie ad elevato rischio per le quali è prevista da subito - a livello nazionale e quindi anche in Emilia-Romagna - l’offerta vaccinale sono due: personale di laboratorio con possibile esposizione diretta a Orthopoxvirus; persone gay, transgender, bisessuali e uomini che hanno rapporti sessuali con uomini (MSM), identificati possibilmente tra coloro che afferiscono agli ambulatori PrEP (Profilassi Pre-Esposizione)/HIV delle Unità operative di malattie infettive e ai centri HIV (eventualmente con il supporto dei Check Point laddove presenti sul territorio e degli ambulatori IST- Malattie sessualmente trasmesse). Come anticipato, gli operatori di laboratorio saranno direttamente chiamati dalle sorveglianze sanitarie aziendali, mentre le persone che rientrano nella seconda categoria potranno contattare gli ambulatori PrEP/HIV e i Centri HIV: sarà l’infettivologo la figura di riferimento per la valutazione dell’eventuale eleggibilità alla vaccinazione in base al livello di rischio identificato, come prevede la circolare del ministero della Salute inviata alle Regioni. La strategia di offerta vaccinale a favore di ulteriori gruppi target - come indicato nella stessa nota - potrà essere successivamente aggiornata sulla base dell’andamento epidemiologico e della disponibilità di vaccino, al momento estremamente limitata.


ROMAGNA: Vaiolo scimmie, in arrivo 130 dosi di vaccino Attualità

ROMAGNA: Vaiolo scimmie, in arrivo 130 dosi di vaccino

Sono 600 le dosi della prima fornitura giunta in Italia di vaccino anti vaiolo delle scimmie assegnate all’Emilia-Romagna di cui 130 destinate alla Romagna. L’ente regionale dovrebbe divulgare nelle prossime ore le modalità con cui verranno somministrate e le relative priorità. Secondo quanto apprende TR24, saranno i medici infettivologi a effettuare un primo screening dei pazienti candidati a ricevere il siero. La vaccinazione sarà diretta, almeno della prima fase, a personale di laboratorio con possibile esposizione diretta a orthopoxvirus; persone gay, transgender, bisessuali e altri uomini che hanno rapporti sessuali con uomini (MSM) i quali rientrano in alcune specifiche categorie di rischio.


EMILIA-ROMAGNA: Covid, nel report domenicale 2.467 nuovi casi e 6 decessi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, nel report domenicale 2.467 nuovi casi e 6 decessi

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 1.780.790 casi di positività, 2.467 in più rispetto a ieri, su un totale di 10.513 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 3.950 molecolari e 6.563 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 23,4% Vaccinazioni Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 10.740.780 dosi; sul totale sono 3.797.614 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 94,5%. Le dosi aggiuntive fatte sono 2.945.993 Il conteggio progressivo delle dosi di vaccino somministrate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/. Ricoveri I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 43 (dato invariato rispetto a ieri), l’età media è di 65,1 anni. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.463 (+23 rispetto a ieri, +1,6%), età media 75,7 anni. Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 2 a Piacenza (invariato rispetto a ieri); 3 a Parma (+1); 4 a Reggio Emilia (-1); 5 a Modena (invariato); 11 a Bologna (+1); 4 a Imola (+1); 5 a Ferrara (invariato); 2 a Forlì (invariato); 2 a Cesena (-1); 5 a Rimini (-1). Nessun ricoverato in terapia intensiva a Ravenna (dato invariato rispetto a ieri). Contagi L’età media dei nuovi positivi di oggi è di 50,8 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 412 nuovi casi (su un totale dall’inizio dell’epidemia di 366.630) seguita da Modena (348 su 271.834); poi Reggio Emilia (280 su 200.758), Ravenna (262 su 167.683), Ferrara (258 su 126.750), Parma (232 su 149.659), Rimini (217 su 167.910). Quindi Cesena (168 su 100.128), Forlì (116 su 82.512), Piacenza (112 su 91.263). Infine il Circondario Imolese con 62 nuovi casi di positività su un totale da inizio pandemia di 55.663. I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 45.119 (- 2.168). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 43.613 (-2.191), il 96,6% del totale dei casi attivi. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Guariti e deceduti Le persone complessivamente guarite sono 4.629 in più e raggiungono quota 1.718.048. Purtroppo, si registrano 6 decessi: 2 in provincia di Parma (una donna e un uomo, entrambi di 84 anni) 1 in provincia di Modena (una donna di 101 anni) 1 in provincia di Bologna (un uomo di 95 anni) 1 in provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 73 anni) 1 in provincia di Rimini (un uomo di 72 anni) Non si registrano decessi nelle province di Piacenza, Reggio Emilia, Ferrara e Ravenna. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 17.623


EMILIA-ROMAGNA: Vaiolo scimmie, 600 dosi vaccino, ancora da fissare data profilassi | VIDEO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Vaiolo scimmie, 600 dosi vaccino, ancora da fissare data profilassi | VIDEO

Partirà l’8 agosto dallo Spallanzani di Roma la campagna vaccinale per il vaiolo delle scimmie. Dopo la circolare del ministero della Salute, che ha definito le modalità e la platea dell'immunizzazione, da lunedì l'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive farà da apripista per la somministrazione del siero, seguito da Milano che in settimana avvierà la campagna. Nelle altre due regioni maggiormente colpite dai contagi, Veneto ed Emilia Romagna, non è stata ancora fissata la data per l'inizio delle somministrazioni. La vaccinazione sarà diretta al personale di laboratorio; persone gay, transgender, bisessuali e altri uomini che hanno rapporti sessuali con uomini che rientrano in alcune specifiche categorie di rischio. Indicato a partire dai 18 anni di età, la vaccinazione prevede due dosi. In questa prima fase si è stabilito di suddividere le dosi di vaccino attualmente disponibili tra le Regioni con il più altro numero di casi segnalati ad oggi. La prima tranche conta 5.300 dosi e all’Emilia-Romagna ne spettano 600.


Notizie recenti