Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

Salute24


EMILIA-ROMAGNA: Covid, Donini, "attendiamo picco, il sistema regge" Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, Donini, "attendiamo picco, il sistema regge"

“Siamo in attesa del picco, che dovrebbe arrivare nelle prossime settimane. I numeri sono imponenti: quasi 20mila casi al giorno, circa 2mila casi per 100mila persone quando una settimana fa erano 1.600 e due settimane fa 500". E' quanto ha affermato Raffaele Donini, assessore regionale alle politiche per la salute dell'Emilia-Romagna, durante i lavori oggi della commissione 'Politiche per la salute e politiche sociali' riunitasi nella sede della regione per fare il punto sulla situazione Covid. "Il sistema sanitario regionale sta reggendo", ha aggiunto, evidenziando però l'alto numero di "sanitari contagiati. Da inizio pandemia non abbiamo mai ricoverato, in percentuale, così poco, sotto il 2 per cento dei casi e le persone non vaccinate hanno mediamente degenze più lunghe". “Stimiamo una prevalenza della variante omicron attorno al 70 per cento, dal 7 per cento di tre settimane fa”, ha poi concluso Donini.  "In terapia intensiva - ha aggiunto - sono occupati 147 posti su 890: quasi l’80 per cento dei ricoveri riguarda non vaccinati”.


EMILIA-ROMAGNA: Covid, oltre 20mila nuovi positivi e 16 decessi in 24 ore Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, oltre 20mila nuovi positivi e 16 decessi in 24 ore

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 676.931 casi di positività, 17.698 in più rispetto a ieri, su un totale di 53.946 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è quindi del 32,7%. Questo il dato comunicato al ministero della Salute. Mancano 3.045 nuovi casi ( di cui 384 sintomatici) registrati a Modena e provincia da ieri, che per un problema di rilevamento dati l’Usl di Modena non è riuscita a caricare. I dati verranno recuperati nei prossimi giorni. Il totale complessivo odierno sarebbe quindi di 20.743 casi. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 147 (+3 rispetto a ieri); l’età media è di 61,5 anni. Sul totale, 112 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 60,1 anni), il 76,1%, mentre 35 sono vaccinati con ciclo completo (età media 65,9 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.929 (+56 rispetto a ieri), età media 68,8 anni. Rispetto ai 14.901 nuovi casi registrati ieri, i contagi comunicati oggi al ministero registrano un +18,8%. I ricoverati nei reparti Covid aumentano dell’3%, quelli delle terapie intensive del 2,1%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Il conteggio progressivo delle dosi di vaccino somministrate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/ Alle ore 13,30 sono state somministrate complessivamente 8.759.993 dosi; sul totale sono 3.631.873 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi già fatte sono 1.622.268. Sui 17.698 nuovi positivi, 12.873 sono asintomatici. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 37,8 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 3.468 nuovi casi, seguita da Ravenna (2.581), Parma (2.437), Rimini (2.255). Poi, Reggio Emilia (1.981), Ferrara (1.723), Cesena (1.493). Quindi, Forlì (928), il Circondario Imolese (486), Piacenza (342) e infine, Modena ( segnalati per ora 4 casi,  in attesa di dati da recuperare gli oltre 3mila casi odierni nei prossimi giorni). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 31.610 tamponi molecolari, per un totale di 7.522.421. A questi si aggiungono anche 22.354 test antigenici rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.776 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 462.698. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 199.855 (+15.916). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 197.779 (+15.857), il 98,9% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 16 decessi: due in provincia di Parma (un uomo di 88 anni e una donna di 93 anni); due in provincia di Modena (due uomini di 87 e 77 anni); sei in provincia di Bologna ( tre donne di 62,64 e 98 anni e due uomini di 57 e 95 anni, a cui si aggiunge il decesso di un uomo extraregione di Bovolone ma registrato dall’Aus di Bologna); tre in provincia di Ferrara ( tre uomini di 63,75, 86 anni); due in provincia di Forlì-Cesena ( due uomini di 88 e 73 anni), nessun caso a Piacenza e a Reggio Emilia.  A questi si aggiungono due decessi in provincia di Modena: due uomini di 77 e 87 anni (che verranno registrati nei prossimi giorni). In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.378. Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 3 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 16 a Parma (+2); 17 a Reggio Emilia (+1); 14 a Modena (-1); 29 a Bologna (invariato rispetto a ieri); 8 a Imola (invariato); 19 a Ferrara (invariato rispetto a ieri); 15 a Ravenna (invariato); 4 a Forlì (invariato); 4 a Cesena (invariato); 18 a Rimini (+1). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 35.039 a Piacenza (+342, di cui 55 sintomatici),51.776 a Parma (+2.437, di cui 6 sintomatici), 76.986 a Reggio Emilia (+1.981, di cui 480 sintomatici), 108.967 a Modena (+4, di cui 1 sintomatico, a cui si aggiungono 3.045 nuovi casi che verranno recuperati nei prossimi giorni), 138.350 a Bologna (+3.468, di cui 882 sintomatici), 21.065 casi a Imola (+486, di cui 106 sintomatici), 42.841 a Ferrara (+1.723, di cui 22 sintomatici), 60.859 a Ravenna (+2.581, di cui 1.542 sintomatici), 31.714 a Forlì (+928, di cui 595 sintomatici), 37.764 a Cesena (+1.493, di cui 657 sintomatici) e 71.570 a Rimini (+2.255, di cui 479 sintomatici). Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi sono stati eliminati 2 casi, positivi al test antigenico ma non confermati da tampone molecolare.


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 9.090 nuovi positivi e 8 decessi in 24 ore Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 9.090 nuovi positivi e 8 decessi in 24 ore

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 558.263 casi di positività, 9.090 in più rispetto a ieri, su un totale di 17.490 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 51,9%, un valore non indicativo dell’andamento generale visto il numero di tamponi effettuati, che nei giorni festivi è inferiore rispetto agli altri giorni e soprattutto i tamponi molecolari vengono fatti prioritariamente su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo. Sono 130 i pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna (+6 rispetto a ieri); l’età media è di 63 anni. Sul totale, 93 (quindi il 72%) non sono vaccinati (età media 61,3 anni), mentre 37 sono vaccinati con ciclo completo (età media 66,8 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.451 (+92 rispetto a ieri), età media 69 anni. Rispetto ai 12.255 nuovi casi registrati ieri, la crescita dei contagi oggi registra un -25,8 (+20,5% ieri), mentre quella dei ricoverati nei reparti Covid un +6,8% e nelle terapie intensive un +4,8%, sempre rispetto a ieri. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Il conteggio progressivo delle dosi di vaccino somministrate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/ Alle ore 12 sono state somministrate complessivamente 8.476.870 dosi; sul totale sono 3.611.998 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi sono 1.399.284. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 4.578 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 56 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 338 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 37,5 anni. Sui 4.578 asintomatici, 122 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 296 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 5 tramite i test pre-ricovero. Per 4.155 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Rimini con 1.682 nuovi casi, seguita da Bologna (1.261). Poi Ravenna (1.203), Parma (1.012), Modena (931) e Reggio Emilia (815). Quindi Cesena (691), Ferrara (532), Forlì (525) e Piacenza (283). Infine, il Circondario Imolese con 155 nuovi casi. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 12.926 tamponi molecolari, per un totale di 7.329.428. A questi si aggiungono anche 4.564 test antigenici rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 894 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 446.972. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 97.052 (+8.188). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 95.471 (+8.090), il 98,3% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano otto decessi: uno in provincia di Reggio Emilia (1 uomo di 79 anni); tre in provincia di Bologna (1 uomo di 91 anni e 2 donne di 80 e 96 anni); due in provincia di Forlì-Cesena (2 donne di 78 e 95 anni); due in provincia di Rimini (2 uomini di 83 e 87 anni). In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.239. Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 1 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 10 a Parma (invariato); 13 a Reggio Emilia (+1); 15 a Modena (+1); 29 a Bologna (invariato); 9 a Imola (+1); 19 a Ferrara (+1); 15 a Ravenna (+3); 1 a Forlì (invariato); 3 a Cesena (-1); 15 a Rimini (invariato). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 31.958 a Piacenza (+283, di cui 71 sintomatici), 41.304 a Parma (+1.012, di cui 194 sintomatici), 64.699 a Reggio Emilia (+815, di cui 731 sintomatici), 89.228 a Modena (+931, di cui 472 sintomatici), 114.356 a Bologna (+1.261, di cui 558 sintomatici), 17.725 casi a Imola (+155, di cui 93 sintomatici), 35.250 a Ferrara (+532, di cui 98 sintomatici), 48.561 a Ravenna (+1.203, di cui 571 sintomatici), 26.800 a Forlì (+525, di cui 425 sintomatici), 30.479 a Cesena (+691, di cui 388 sintomatici) e 57.903 a Rimini (+1.682, di cui 911 sintomatici). Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 2 casi, positivi a test antigenico ma non confermati da tampone molecolare.


EMILIA-ROMAGNA: Covid, nel primo report del '22 12.255 positivi e 15 decessi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, nel primo report del '22 12.255 positivi e 15 decessi

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 549.175 casi di positività, 12.255 in più rispetto a ieri, su un totale di 51.575 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 23,7%, un valore non indicativo dell’andamento generale visto il numero di tamponi effettuati, che nei giorni festivi è inferiore rispetto agli altri giorni e soprattutto i tamponi molecolari vengono fatti prioritariamente su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo. Sono 124 i pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna (+8 rispetto a ieri); l’età media è di 62,8 anni. Sul totale, 89 (quindi il 72%) non sono vaccinati (età media 60,9 anni), mentre 35 sono vaccinati con ciclo completo (età media 67,4 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.359 (+13 rispetto a ieri), età media 69,2 anni. In questa nuova fase dell’epidemia, caratterizzata dalla variante Omicron e dall’alta percentuale di vaccinati, continua la forte crescita dei nuovi contagi cui corrisponde però un aumento dei ricoveri non altrettanto esponenziale. Rispetto ai 10.167 nuovi casi registrati ieri, la crescita dei contagi oggi registra un +20,5% (+43% ieri), mentre quella dei ricoverati nei reparti Covid un +1% e nelle terapie intensive un +6,9%, sempre rispetto a ieri. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Il conteggio progressivo delle dosi di vaccino somministrate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/ Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 8.458.268 dosi; sul totale sono 3.610.748 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi sono 1.383709. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 6.258 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 169 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 508 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 37,1 anni. Sui 6.258 asintomatici, 239 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 71 con lo screening sierologico, 138 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 9 tramite i test pre-ricovero. Per 5.801 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 3.021 nuovi casi, seguita da Rimini (1.703). Poi Ravenna (1.183), Reggio Emilia (1.165), Parma (1.101) e Modena (1.087). Quindi Cesena (965), Ferrara (773), Forlì (662) e il Circondario Imolese (344). Infine, Piacenza con 251 nuovi casi. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 25.872 tamponi molecolari, per un totale di 7.316.502. A questi si aggiungono anche 25.703 test antigenici rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 831 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 446.078. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 88.866 (+11.409). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 87.383 (+11.388), il 98,3% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano quindici decessi: due in provincia di Reggio Emilia (2 donne, rispettivamente di 78 e 90 anni); uno in provincia di Modena (1 donna di 81 anni); due in provincia di Bologna (2 uomini rispettivamente di 64 e 89 anni); tre in provincia di Ravenna (1 donna di 77 anni e 2 uomini di 80 e 81 anni); due in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 89 anni e un uomo di 38 anni, non vaccinato); quattro in provincia di Rimini (tutte donne rispettivamente di 70, 72, 76 e 88 anni). Si è registrato, inoltre, il decesso di un uomo di 70 anni residente fuori regione ma ricoverato a Ferrara. Nessun decesso nelle province di Piacenza e Parma. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.231. Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 1 a Piacenza (-1 rispetto a ieri), 10 a Parma (invariato); 12 a Reggio Emilia (invariato); 14 a Modena (+2); 29 a Bologna (+3); 8 a Imola (invariato); 18 a Ferrara (+1); 12 a Ravenna (invariato); 1 a Forlì (invariato); 4 a Cesena (+1); 15 a Rimini (+2). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 31.675 a Piacenza (+251, di cui 60 sintomatici), 40.292 a Parma (+1.101, di cui 101 sintomatici), 63.884 a Reggio Emilia (+1.165, di cui 967 sintomatici), 88.297 a Modena (+1.087, di cui 411 sintomatici), 113.097 a Bologna (+3021, di cui 1.284 sintomatici), 17.570 casi a Imola (+344, di cui 195 sintomatici), 34.718 a Ferrara (+773, di cui 125 sintomatici), 47.358 a Ravenna (+1.183, di cui 703 sintomatici), 26.275 a Forlì (+662, di cui 543 sintomatici), 29.788 a Cesena (+965, di cui 570 sintomatici) e 56.221 a Rimini (+1.703, di cui 1.038 sintomatici). Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 2 casi giudicati non casi COVID-19


EMILIA-ROMAGNA: Salute, ci sarà assistenza sanitaria anche per senza fissa dimora Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Salute, ci sarà assistenza sanitaria anche per senza fissa dimora

In Emilia-Romagna anche i cittadini e le cittadine italiane senza dimora, non residenti in Paesi diversi dall’Italia e privi di qualsiasi assistenza sanitaria potranno iscriversi all’anagrafe sanitaria per la scelta del medico di medicina generale e avere garantiti i cosiddetti Lea, cioè i livelli essenziali di assistenza. Lo rende noto l'ente regionale. “Un diritto fondamentale, quello alla salute, che non può essere negato a nessuno e che un’istituzione ha il dovere di garantire a tutti - sottolineano la vicepresidente emiliano romagnola con delega al Welfare, Elly Schlein, e l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini-. Questa è la sanità pubblica e universalistica che vogliamo e per cui ogni giorno lavoriamo, insieme ai territori. Una sanità che garantisca assistenza e cure a tutti i suoi cittadini e cittadine, senza alcun tipo di distinzione. Una sanità, e un welfare, da cui nessuno rimanga escluso o ai margini. Questo - concludono - è un provvedimento di cui siamo orgogliosi, che conferma il nostro impegno, traccia una nuova strada e raggiunge un importante obiettivo nella tutela dei diritti delle persone”.


Notizie recenti