Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

SAN MARINO: Accuse di brogli per il voto all’estero, 600 schede contraffatte | VIDEO


“Schede elettorali palesemente contraffatte sia nella qualità della carta che nei colori”. Questo è quanto sarebbe stato descritto nei verbali dei presidenti di seggio che hanno passato al vaglio i voti provenienti dall’estero. Nel mirino, 600 schede spedite dalla Repubblica di San Marino. Secondo quanto riportato dal Sole24Ore, tali schede sarebbero arrivate a Roma già votate a favore della lista Civica Popolare capeggiata dal Ministro della Salute uscente, Beatrice Lorenzin.

Le operazioni di scrutinio, che avvengono nel centro della Protezione Civile di Castelnuovo di Porto, alle porte di Roma, avrebbero messo sul chi va là gli scrutatori una volta passato in rassegna il plico di schede giunto dal Monte Titano. Non solo. Anche alcuni voti provenienti da Canada e Germania sono stati attenzionati dagli inquirenti. Ad aprire un fascicolo sulla vicenda, la Procura della Repubblica di Roma.

Sempre secondo i verbali degli scrutini, le schede fasulle sarebbero state votate dalla stessa mano. A San Marino le schede elettorali arrivano direttamente a casa dell’elettore, il quale le spedisce all’ambasciata e da qui arrivano a Roma per lo spoglio. Quasi 10.000 i residenti del Titano con diritto di voto in Italia. I votanti alle politiche sono stati il 70 percento.