Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

SAN MARINO: Vaccini, il Titano spinge, campagna forse completata entro aprile | VIDEO


Si è svolto ieri un incontro a Roma tra i rappresentanti del governo di San Marino e il leader della Lega Matteo Salvini. Tema il vaccini anti-Covid. Ecco le ultime.

 

Ora potrebbero diventare i primi. Parliamo della Repubblica di San Marino che dopo essere stato l'ultimo paese del mondo occidentale ad avviare la campagna di vaccinazione anti-Covid potrebbe entro aprile concludere le somministrazioni. E' questo quanto dichiarato da esponenti del suo governo, sempre se tutte le dosi arriveranno puntuali. Complice di questa ottimistica prospettiva è il russo 'Sputnik' che i sammarinesi hanno scelto di acquistare e di inoculare sebbene non sia stato autorizzato da nessuna autorità europea, italiana o statunitense. San Marino di fatto si è fidata delle valutazioni di altri. Anche di questo si è parlato a Roma in un incontro tra il segretario di Stato sammarinese al lavoro Lonfernini e altri assieme a Matteo Salvini, leader della Lega. “Mi piacerebbe ci fosse un accordo tra i nostri due governi – ha dichiarato il leader del Carroccio – una collaborazione nel nome della salute e del lavoro”. “Possiamo aiutarci e lavorare insieme – gli ha fatto eco il Segretario di Stato Lonfernini – una volta conclusa la nostra campagna di vaccinazione, non ci tireremo indietro nello spirito di collaborazione”. I temi sono due: portare il siero russo anche in Italia e la somministrazione ai frontalieri. Nel primo caso, a meno di scelte improbabili del governo italiano, il vaccino russo dovrà necessariamente prima essere approvato dall'Ema e dall'Aifa. Nel secondo caso, appare difficile che a un cittadino italiano che lavora sul Titano possa essere somministrato un prodotto non approvato. Intanto sono già arrivare le prime dosi Pfizer, frutto dell'accordo col nostro paese.