Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
SAN MARINO: Vaccino, pubblicato studio su Sputnik, "è sicuro"
attualità

SAN MARINO: Vaccino, pubblicato studio su Sputnik, "è sicuro"


E’ stato pubblicato sulla rivista scientifica EclinicalMedicine, del gruppo The Lancet, il primo studio sulla sicurezza del vaccino russo Sputnik V (Gam-COVID-Vac). L’indagine, dall’acronimo ‘ROCCA’, “è il primo studio osservazionale per valutare la sicurezza di questo vaccino”, fa sapere l’Istituto di sicurezza sociale sammarinese, ed è stato realizzato in collaborazione con la sede operativa di igiene dell’Università degli studi di Bologna. Nella Repubblica di San Marino il farmaco è stato ampiamente usato nella campagna vaccinale anti-Covid portando il paese a essere a oggi l’unico libero dal virus in Europa. L’indagine scientifica oggetto della pubblicazione prende in esame un primo campione di persone sottoposte a vaccinazione con lo Sputnik V con più di 18 anni che avevano ricevuto una, o due dosi di vaccino fra il 25 febbraio all’8 aprile. Sono stati reclutati 2.558 volontari. L’età media del campione è di 68 anni (di cui il 50,4% donne), la fascia di età più rappresentata è quella dei 60-69 anni. Dei 2.558 partecipanti, il 75,1% (pari a 1.920 persone) aveva almeno una pregressa patologia: iper-tensione (46,4%), malattie cardiovascolari (32,1%), obesità (19,4%). Inoltre il 3,6% dei volontari aveva avuto una precedente infezione da SARS-CoV-2. L’incidenza effetti avversi (AEFI) rispetto alla somministrazione della prima dose è stata del 53% (di cui il 42,2% sono state reazione sistemiche); mentre l’incidenza rispetto alla seconda dose è stata del 66,8% (di cui il 50,4% di reazioni sistemiche). In generale, il 76% dei destinatari di due dosi ha riportato alcuni effetti in seguito a una delle due dosi di vaccino e il 2,1% ha subito reazioni più intense. Negli over 60 anni l’incidenza di reazioni è stata del 70% con il 53% dei soggetti che hanno evidenziato reazioni sistemiche e lo 0,8% che ha riportato sintomi di grado più elevato. I sintomi più frequenti sono stati dolori locali, astenia, cefalea e dolori articolari. Dai primi risultati, sebbene preliminari, lo studio suggerisce che Sputnik V “ha un alto profilo di tollerabilità nella popolazione di età attorno ai 60 anni” in termini di reazioni avverse a breve ter-mine.  Il prodotto rimane non approvato dalle autorità italiane ed europee.