Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

SANTARCANGELO DI R.: Tonino Guerra sarà celebrato finita l'emergenza | VIDEO


Per il prossimo weekend a Santarcangelo di Romagna erano previsti gli eventi per il centenario dalla nascita di Tonino Guerra. Tutto posticipato a dopo la fine dell’emergenza sanitaria. Abbiamo raggiunto al telefono il figlio del poeta romagnolo.

 

Era da un anno e mezzo che si stava lavorando alle celebrazioni per il centenario dalla nascita di Tonino Guerra a Santarcangelo di Romagna, città natale del poeta e scrittore morto nel 2012. Persino i celebri coniugi Luis Sepulveda e Carmen Yáñez, che dovevano partecipare all’evento il cui inizio era previsto per il 20 marzo, sono risultati positivi al coronavirus. Ma la voglia di ricordare l’anima del poeta non si arresta. Oggi più che mai c’è bisogno di bellezza.

Che cosa avrebbe detto Tonino Guerra di questi giorni di emergenza?

“Lui ha raccontato spesso il campo di concentramento con la poesia della ‘Farfalla’ – ha detto Andrea Guerra, figlio di Tonino -. ‘Ch’a m sò mèss a guardè una farfàla / sénza la vòia ad magnèla’. Un uomo che avrebbe avuto tante risorse per raccontare questa situazione. L'idea della farfalla speriamo che ci accompagni e ci porti verso una rapida soluzione”.

Aveva uno sguardo sempre rivolo alla bellezza in ciò che lo circondava?

“Stiamo parlando un’ossessione. Vedeva la bellezza in luoghi dove la vedeva solo lui, perché in realtà la sua bellezza era anche temporale. Lui guardava una panchina, per me era una panchina, lui invece immaginava quante persone si sono sedute su quella panchina. Un uomo che viveva nella poesia. La poesia era la sua ossessione e la bellezza anche”.