Guarda TR24 Canale 78, il network all news del territorio
attualità

EMILIA-ROMAGNA: Peste suina, Confagricoltura chiede un piano di eradicazione del cinghiale | VIDEO

  • Di:
  • 630 visualizzazioni

«Sono indispensabili le misure attuate nell’immediato per contenere la diffusione della peste suina africana, ma ora chiediamo alla Regione Emilia Romagna di predisporre un piano di eradicazione del cinghiale che è il principale vettore dell’infezione». Sono le parole del presidente di Confagricoltura Emilia Romagna, Marcello Bonvicini, dopo la riunione della sezione faunistico-venatoria con i rappresentanti provinciali dell’organizzazione agricola. L’associazione degli imprenditori agricoli sollecita un cambio di passo per contrastare la moltiplicazione inarrestabile dei cinghiali e chiede una strategia efficace. L’appello di Confagricoltura Emilia Romagna sottolinea quanto sia importante, in tutto il territorio regionale, non abbassare la guardia e continuare senza sosta l’unica attività di contrasto alla presenza eccessiva dei cinghiali, il Piano di controllo, strumento doveroso e necessario vista la pericolosità della malattia e le possibili ripercussioni commerciali sulle filiere delle carni Dop e Igp. I prodotti a base di carne Dop e Igp dell’Emilia Romagna rappresentano un patrimonio pari a 1,032 miliardi di euro su un ammontare complessivo nazionale di 1,930 miliardi di euro. «Bisogna modificare l’approccio al problema – conclude il presidente di Confagricoltura Emilia Romagna – l’attività venatoria non è il fattore di rischio di diffusione dell’infezione. Adesso l’obiettivo su cui concentrare l’azione deve essere il prelievo selettivo del cinghiale da Piacenza a Rimini, per evitare danni economici e sociali incalcolabili. Ci attendiamo dalla futura politica una maggior capacità di ascolto delle istanze del territorio».