Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
attualità

EMILIA-ROMAGNA: Silenzio elettorale, 800 mila al voto in 48 comuni | VIDEO


Megafoni spenti per i candidati alle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre: è arrivato il silenzio elettorale. In Emilia-Romagna sono 862 mila le persone chiamate a scegliere sindaci e consiglieri in 48 comuni. E sono 8.700 i diciottenni per la prima volta al voto. Alle urne anche i comuni capoluogo Bologna, Ravenna e Rimini, e sono altri sei quelli con popolazione superiore ai 15 mila abitanti per i quali è previsto l’eventuale turno di ballottaggio che si terrà domenica 17 e lunedì 18 ottobre. In Romagna rientrano fra questi Cattolica e Cesenatico.

Previsti ai seggi ingressi contingentati e altre misure di sicurezza in chiave anti-Covid.

Nel capoluogo di Regione sono otto i candidati sindaci con una sfida che riguarda soprattutto il candidato del centrosinistra alleato al Movimento 5 stelle, Matteo Lepore, e il candidato del centrodestra, sostenuto da Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia, Fabio Battistini.

A Ravenna sono 11 i candidati. A sfidare l’attuale sindaco Michele De Pascale, ricandidato per il Partito democratico e appoggiato dal Movimento 5 Stelle, vi sono fra gli altri Filippo Donati, sostenuto da Lega e Fratelli d’Italia, e Alberto Ancarani, sostenuto da Forza Italia.

A Rimini i candidati sono sei, e anche qua la sfida principale è a tre fra Jamil Sadegholvaad, candidato per il centrosinistra, Enzo Ceccarelli per il centrodestra, e Gloria Lisi sostenuta dal Movimento 5 Stelle.

I piccoli comuni romagnoli al voto sono Bertinoro, Gatteo, Sogliano sul Rubicone, Novafeltria, Montescudo-Montecolombo, Pennabilli e, per la prima volta in Emilia-Romagna dopo il recente passaggio dalle Marche, Sassofeltrio.

Si vota domenica dalle 7 alle 23 e lunedì dalle 7 alle 15. Tutte le indicazioni su come si vota le potete trovare anche sul nostro sito tr24.it.