Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

ANDREA ZANZI



VOLLEY: La Visus festeggia il 3-0 a Castelbellino, “Ora avanti così” - VIDEO Sport

VOLLEY: La Visus festeggia il 3-0 a Castelbellino, “Ora avanti così” - VIDEO

Col netto 3-0 ottenuto ai danni di Castelbellino la Visus Cervia ha compiuto un balzo importante verso la zona salvezza nel campionato di serie B2 di volley. È tangibile la soddisfazione delle gialloblu dopo l’ottima prestazione: “Un successo frutto di una preparazione mirata per questo appuntamento – il parere della centrale Giovanna Mendola – e adesso continueremo ad allenarci con grande costanza, cercando di limitare la percentuale di errore: in questo campionato vince chi sbaglia meno, ormai è chiaro”. Concorde l’opposto Angelica Magnani: “In questa gara siamo state più attente ed i risultati si sono visti: ora continuiamo così perché c’è ancora tanta strada da fare”.


VOLLEY: Una grande Cmc impatta con Verona, si va a gara-3 Sport

VOLLEY: Una grande Cmc impatta con Verona, si va a gara-3

Il cuore oltre l'ostacolo: è quello che ha lanciato la Cmc Romagna in gara-2 dei Play-Off Challenge Cup Unipol Sai e che ha permesso alla squadra di coach Kantor di battere Verona, guadagnandosi così il diritto alla bella. Pronti via, e subito i giallorossi vanno sotto: si gioca punto a punto nel primo set ma gli scaligeri Kovacevic e Starovic fanno la differenza nei momenti caldi fino al 23-25. Questa volta, però, la Cmc non esce dalla partita, anzi affronta d'impeto il secondo parziale volando fino al massimo vantaggio di cinque punti sul 17-12 resistendo al ritorno dei gialloblu, fino al 25-22 conclusivo. Un trend positivo che i giallorossi continuavano a cavalcare anche nel terzo set, vinto in scioltezza col punteggio di 25-17 mentre nel quarto ed ultimo parziale Verona comandava a lungo le operazioni prima di incassare la rimonta nel finale con l'errore decisivo di Kovacevic per il 25-21 conclusivo. Verdetto dunque rimandato alla bella di domenica: sarà la classica partita da Win or go home. Il tabellino di Cmc Romagna-Calzedonia Verona 3-1 (23-25; 25-22; 25-17; 25-21) Cmc Romagna: Mengozzi 8, Ricci 3, Cavanna 2, Della Lunga 7, Van Garderen 22, Polo, Koumentakis, Goi (L), Torres 23, Boswinkel, Bari (L), Perini 1. N.e: Zappoli All. Kantor Calzedonia Verona: Zingel 3, Kovacevic 20, Pesaresi (L), Spirito, Lecat 10, Frigo (L), Baranowicz 3, Starovic 9, Bellei 3, Anzani 5, Gitto 9, Bucko. N.e: Sander. All. Giani Durata: 27’, 27’, 24’, 30’. Totale 1.48’. Spettatori: 815


CALCIO: Forlì, Merelli vuole parare anche il Ravenna Sport

CALCIO: Forlì, Merelli vuole parare anche il Ravenna

Passano i giorni e si fa sempre più vicino l'appuntamento col derby di domenica tra Forlì e Ravenna: ci si aspetta il pubblico delle grandi occasioni, una cornice che non lascerà indifferenti gli stessi protagonisti del match del "Morgagni" a cominciare dal portiere biancorosso Davide Merelli, di recente nominato "Giocatore del mese" di marzo per quanto riguarda il Forlì: "Già all'andata rimasi folgorato dall'entusiasmo che si respirava sugli spalti e mi aspetto che qualche cosa di simile accada anche domenica. Noi veniamo da una serie di prestazioni sfortunate, in cui al gioco brillante non siamo riusciti ad accompagnare i risultati ma domenica a Castelfranco ci siamo finalmente sbloccati". Come finirà questo derby? "Ci attende una partita molto tosta ma noi ci siamo preparati al meglio e sappiamo come dobbiamo affrontarla".


CALCIO: Santarcangelo versus Rimini, come dire: mors tua, vita mea Sport

CALCIO: Santarcangelo versus Rimini, come dire: mors tua, vita mea

L'ultimo turno di campionato di Lega Pro ha prodotto poco o nulla per le squadre romagnole in lotta disperata per evitare i play-out. Certo poteva e doveva fare di più il Rimini, beffato dal Savona nell'unica occasione costruita dai liguri nel finale del primo tempo: il gol di Cocuzza è di quelli da tramandare ai posteri ma la difesa biancorossa nella circostanza si era fatta sorprendere troppo facilmente. Due minuti più tardi la squadra di Leo Acori sarebbe anche pervenuta al pareggio grazie a Signorini ma un incomprensibile decisione dell'arbitro Bertani di Pisa ne portava all'annullamento: biancorossi sempre in zona play-out, a -2 da un Santarcangelo che ha dovuto piegarsi alla legge della capolista Spal. Gialloblu subito avanti con il gioiellino su punizione di Margiotta, poi però raggiunti dalla sassata di Zigoni smarcato in area dal pregevolissimo tacco di Cellini, infine superati dal rigore molto dubbio concesso per un contatto tra Guidone e Castagnetti e trasformato da Cellini. Nella ripresa sarebbe arrivato anche il 3-1 di Mora a suggellare il trionfo spallino. Appuntamento dunque a sabato sera allora quando al "Mazzola" ci sarà proprio il derby tra Santarcangelo e Rimini: mai come in questo caso sarà lecito dire "mors tua, vita mea"...


CALCIO: Cesena, Drago sfida il Pescara, "Squadra forte ma anche noi lo siamo" - VIDEO Sport

CALCIO: Cesena, Drago sfida il Pescara, "Squadra forte ma anche noi lo siamo" - VIDEO

È un Massimo Drago convinto delle possibilità del suo Cesena quello che presenta la sfida di domani sera, l'anticipo del campionato di serie B in casa del Pescara: "Quella che ci troveremo di fronte - spiega il mister dei bianconeri - è una squadra di grande valore: la conosciamo bene e la rispettiamo ma siamo altrettanto convinti di poter uscire dall'Adriatico con almeno un punto in tasca". Un Cesena che continuerà a lamentare parecchie assenze anche se una luce comincia a vedersi in fondo al tunnel: "Il recupero di Sensi procede bene, se arriveranno indicazioni positive nel fine settimana lo porterò in panchina lunedì. Per quanto riguarda Milan Djuric, invece, dovremo aspettare un po' più di tempo". Intanto il tecnico crotonese ci tiene a smentire qualsiasi indiscrezione uscita sul suo conto e lagata al possibile ritorno sulla panchina della squadra della sua città nella prossima stagione: "Non c'è stato nessun contatto: tutti i miei pensieri sono orientati sul Cesena e basta". La conferenza stampa nella versione integrale sarà visibile su Teleromagna a partire dalle ore 17.


BASKET: Unieuro, una caduta pesante: Piacenza ora scappa via Sport

BASKET: Unieuro, una caduta pesante: Piacenza ora scappa via

Tanto tuonò che piovve: la crisi di mezza età dell'Unieuro Forlì si è manifestata in tutta la sua interezza ieri, giorno della terza caduta consecutiva dei ragazzi di Garelli per mano di Borgo Sesia. Un ko che ha avuto pesanti ripercussioni per la classifica: l'inarrestabile Piacenza, infatti, non se l'è fatto ripetere due volte, ha passeggiato in quel di Oleggio e si è presa così la vetta in solitaria del torneo, il che vuol dire: vantaggio del fattore campo per i play-off. Male è andata anche all'NTS Rimini che ha messo fine alla strepitosa striscia di successi consecutivi inciampando in casa di San Miniato, recente giustiziere anche dei cugini forlivesi: un ko che ha così consentito alla Dulca Santarcangelo di operare il riaggancio in classifica in settima posizione, pari a quota 32 punti: la volata play-off si anima, così come quella per la salvezza, con i Raggisolaris tornati finalmente al successo in quel di Livorno.