Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

ANDREA ZANZI


VOLLEY: Aquile, tutta la soddisfazione e l'orgoglio di capitan Ventura - VIDEO Sport

VOLLEY: Aquile, tutta la soddisfazione e l'orgoglio di capitan Ventura - VIDEO

Incontenibile a fine partita e a promozione conquistata la soddisfazione delle protagoniste dell'impresa forlivese, il double campionato e coppa Italia che ha garantito al Volley 2002 di riagganciare la massima serie. Su tutte spiccava il capitano delle Aquile, Alessandra Ventura, letteralmente abbarbicata alle due coppe conquistate dalle ragazze di Vercesi: "Tutto è andato a meraviglia, sono entusiasta. Ce la siamo meritata sul campo questa promozione, noi come la società e questo grande pubblico. Ora avremo tempo per pensare alla A1 dove cercheremo di farci trovare pronte".


CALCIO: Santarcangelo-Rimini, meno male che si gioca... - VIDEO Sport

CALCIO: Santarcangelo-Rimini, meno male che si gioca... - VIDEO

Ci sarà ben più dei tre punti in palio al "Valentino Mazzola" tra Rimini e Santarcangelo: ci sarà l'orgoglio di due squadre distanziate di appena due lunghezze in classifica, con i gialloblu avanti sui cugini e per questo motivo fuori dalla zona play-out. Due amiche-rivali che hanno dovuto navigare a vista per tutto il campionato, col Santarcangelo zavorrato dai 6 punti di penalizzazione riferiti alle vicende del processo Dirty Soccer ed il Rimini che invece ne riceverà due la settimana prossima per il mancato pagamento degli stipendi. Un Rimini che per questo stesso motivo è stato anche messo in mora dal suo cannoniere principe, Alessandro Polidori. Sul campo, però, non ci andranno nè i debiti nè i processi ma due squadre quasi a ranghi completi, eccezion fatta per i riminesi Anacoura e Signorini: la speranza è che si possa assistere ad uno spettacolo degno di questo nome, di quelli che sappiano riconciliare gli appassionati presenti sugli spalti col gioco del calcio.


VOLLEY: Forlì esulta, la Volley 2002 è tornata in A1! - VIDEO Sport

VOLLEY: Forlì esulta, la Volley 2002 è tornata in A1! - VIDEO

È durato appena un anno il purgatorio della serie A2 per la Volley 2002 Forlì: come previsto, le ragazze di coach Angelo Vercesi non hanno faticato a strappare 14 punti alla rivale di sempre Soverato, quelli necessari a ufficializzare il salto di categoria nella massima serie. È toccato a Tai Aguero l'onore di segnare il punto del 14-20 nel primo set, quello che ha fatto scatenare la festa sul campo e sugli spalti del Pala Romiti. Ineccepibile, come sempre, il comportamento delle Aquile resto del match: già nel primo set si sarebbe materializzata la rimontona vincente per chiudere sul 27-25. Dominato anche il secondo, terminato sul 25-20; l'unica stecca arrivava nel terzo, con il moto d'orgoglio di Soverato che replicava sul 25-20 prima di affondare definitivamente nel quarto sul 25-12. Per le cannibali di Forlì era festa totale: dopo il trionfo in Coppa, sempre ai danni dell'irriducibile Soverato, anche il campionato è monocolore e dice Volley 2002.


CALCIO: Cesena, sarebbe stato un utile 0-0. Poi Lapadula... - VIDEO Sport

CALCIO: Cesena, sarebbe stato un utile 0-0. Poi Lapadula... - VIDEO

In fondo la differenza tra Pescara e Cesena sta tutta lì: nel gol capolavoro dell'ex di turno, Gianluca Lapadula, che al 78' spaccava a metà la partita come una mela: lancio di Pasquato, la palla sembra troppo alta e troppo defilata per poterne trarre qualcosa di utile ed invece l'italoperuviano si inventava una rovesciata pazzesca che lasciava di sasso il portiere Gomis. Regolare la sua posizione di partenza: a tenerlo in gioco era Renzetti. Prima e dopo grande equilibrio: al 21' Fontanesi serviva in area Ciano che batteva di prima intenzione, Fiorillo si rifugiava in corner. Dieci minuti dopo la replica del Pescara sul solito asse Pasquato-Lapadula ma Gomis si opponeva alla grande, meritandosi anche i complimenti dell'ex Ravenna e San Marino. Al 62' cross di Zampano deviato da Ciano, testa dell'onnipresente Lapadula e volo d'angelo di Gomis a scongiurare il peggio. Lo stesso Lapadula che poi interveniva duramente su Caldara cinque minuti più tardi, causandone l'uscita dal terreno di gioco. Poi il Pescara passava in vantaggio col miracolo balistico del suo numero 10 e allora il Cesena provava a rimettersi in carreggiata affidandosi alla punizione di Ciano che scheggiava il palo all'82' o alla battuta alta dello stesso Ciano all'85', al termine di un'azione ottimamente impostata da Garritano e non finalizzata da Rosseti. Troppo poco per sperare di uscire sani salvi dall'Adriatico, ancora una volta campo tabù per i bianconeri.


CALCIO: Il derby secondo Sebastian Petrascu: "Ce la giocheremo a testa alta" - VIDEO Sport

CALCIO: Il derby secondo Sebastian Petrascu: "Ce la giocheremo a testa alta" - VIDEO

Già Forlì-Ravenna non è una partita banale di per sè: figurarsi per Sebastian Petrascu, per anni fiore all'occhiello di un Forlì che si riaffacciava tra i professionisti dopo anni di anonimato, oggi puntello offensivo di un Ravenna che deve ancora tagliare il traguardo della salvezza. Un obiettivo su cui anche Sebastian è concentratissimo: "Un po' di emozione la avvertirò, non lo nascondo - spiega l'ex bomber di Alfonsine e Forlì - ma dopo il fischio d'inizio tutti i miei pensieri saranno focalizzati solo ed unicamente sul Ravenna. La partita di domani è troppo importante per lasciarsi andare sul viale dei ricordi e non vogliamo lasciarci sfuggire questa occasione per avvicinarci ancora di più al nostro obiettivo stagionale, la salvezza". In ogni caso il Ravenna sembra pronto a dire la sua al "Morgagni" anche perchè in questa stagione raramente i giallorossi hanno steccato le sfide contro le big, ed il Forlì lo è a tutti gli effetti... "Questo nostro rendimento è stato abbastanza strano, certi risultati potevano farci perdere la testa ma ciò non è mai accaduto anche grazie alla compattezza del nostro spogliatoio. Il Forlì è squadra temibile anche se ultimamente ha un po' stentato ma un derby è sempre un derby e ci teniamo particolarmente a regalare questa soddisfazione ai nostri tifosi".


CALCIO: Ravenna, Ballardini scalpita: "Sono pronto al rientro, voglio dare il mio contributo" - VIDEO Sport

CALCIO: Ravenna, Ballardini scalpita: "Sono pronto al rientro, voglio dare il mio contributo" - VIDEO

Tre mesi dopo, riecco Elia Ballardini: il leader del centrocampo giallorosso ha finalmente smaltito i postumi del brutto infortunio all'adduttore ed è pronto a riprendere in mano le redini del Ravenna in questo finale di stagione, a cominciare dalla partita di domani contro l'Altovicentino: "Sono stati tre mesi difficili ma ora mi sono ristabilito e spero di potere avere una chance già contro l'Altovicentino". Un Ravenna che avrà bisogno della personalità di Elia in dosi massicce, visto il modo inopinato con cui i giallorossi sono caduti domenica scorsa a Chioggia. "È vero che la sfortuna ci ha penalizzato con un palo, una traversa ed il rigore sbagliato ma comunque potevano gestire meglio la fase di inferiorità numerica: bisogna fare tesoro anche di queste partite per crescere". Ora inizia il ciclo terribile per il Ravenna: prima tappa l'Altovicentino, poi il derby di Forlì, infine il Parma. "Se guardiamo a come si sono svolte le gare di andata, dove abbiamo pareggiato con Altovicentino e Forlì e perso col Parma ma giocando alla pari per un'ora di gioco, mi sembra evidente che possiamo diire la nostra anche in questo trittico di partite, a condizione di rimanere concentrati in tutte le fasi del match e mettere in campo il massimo dell'impegno".


CALCIO: Forlì, il monito di Gadda, "Il Ravenna è avversario di valore" - VIDEO Sport

CALCIO: Forlì, il monito di Gadda, "Il Ravenna è avversario di valore" - VIDEO

Appare tranquillo e sicuro di sè Massimo Gadda alla vigilia del derby contro il Ravenna: il suo Forlì sembra aver superato la fase di appannamento delle settimane scorse, è una squadra in salute e domani cercherà di darne un saggio anche nella sfida del "Morgagni": "È vero che non sempre i risultati ci hanno dato ragione - commenta il tecnico dei Galletti - ma la squadra mi è sempre apparsa viva in queste settimane e domenica scorsa è anche tornata alla vittoria. Ci sono i presupposti per fare bene anche contro il Ravenna". Una partita diversa da tutte le altre, non solo per lo stesso Gadda (per anni fulcro del centrocampo giallorosso ai tempi di Corvetta) ma per la stessa tifoseria: "So che è una partita molto sentita ma non dovremo farci condizionare da questo fatto e pensare solo a fare bene. Ho grande rispetto del Ravenna, una squadra che quando ha l'organico al completo può giocarsela alla pari contro tutti nel girone, però penso che il Forlì abbia tutte le carte in regola per vincere questa partita".