Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

ELISABETTA ZANDOLI


EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 47 nuovi casi di cui 30 in azienda di logistica bolognese Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 47 nuovi casi di cui 30 in azienda di logistica bolognese

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 28.351 casi di positività, 47 in più rispetto a ieri, di cui 39 persone asintomatiche individuate attraverso l’attività di screening regionale. 37 riguardano la provincia di Bologna e di questi 30 il focolaio isolato in una azienda della logistica nel capoluogo regionale, già confinato nel reparto interessato. Ha quindi visto coinvolti al momento solo i lavoratori del reparto stesso. Le nuove guarigioni sono 49 per un totale di 23.034. Si registrano 4 nuovi decessi: 3 persone residenti in provincia di Bologna e 1 in provincia di Ferrara. Complessivamente, in Emilia-Romagna i decessi sono arrivati a quota 4.249. Sul fronte dei contagi in Romagna, si contano quattro nuovi casi, tre nel Cesenate e uno nel Riminese.


EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 44 nuovi casi positivi di cui 33 asintomatici Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 44 nuovi casi positivi di cui 33 asintomatici

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 28.304 casi di positività, 44 in più rispetto a ieri, di cui 33 persone asintomatiche individuate attraverso l’attività di screening regionale. I tamponi effettuati sono 6.012, che raggiungono così complessivamente quota 466.612, a cui si aggiungono altri 1.156 test sierologici, fatti sempre da ieri. Le nuove guarigioni sono 50 per un totale di 22.985, l'81% dei contagiati da inizio crisi. Continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi, che a oggi sono 1.074 (-15 rispetto a ieri). Si registrano 9 nuovi decessi, tre uomini e sei donne. Si tratta di 1 persona residente in provincia di Parma, 1 in provincia di Reggio Emilia, 5 in provincia di Bologna, 2 in provincia di Rimini. Complessivamente, in Emilia-Romagna i decessi sono arrivati a quota 4.245. Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.538 a Piacenza (+1), 3.639 a Parma (+6, tutti asintomatici da screening regionali),  4.999 a Reggio Emilia (+8, di cui 5 asintomatici), 3.945 a Modena (+1), 4.795 a Bologna  (+17, di cui 13 asintomatici e 4 sintomatici in gran parte legati a situazioni individuate in precedenza, tracciati e pressoché tutti in isolamento domiciliare); 403 casi positivi a Imola (lo stesso dato di ieri); 1.018 a Ferrara (lo steso dato di ieri). I casi di positività in Romagna sono 4.966 (+11), di cui 1.040 a Ravenna (+3, di cui 2 asintomatici), 957 a Forlì (+3, tutti sintomatici, esito di precedenti contagi), 786 a Cesena (nessun nuovo caso) e 2.183 a Rimini (+5, di cui 4 asintomatici, anche questi individuati grazie agli screening regionali).


SIENA: Incidente in handbike per Alex Zanardi, è in gravi condizioni Cronaca

SIENA: Incidente in handbike per Alex Zanardi, è in gravi condizioni

Alex Zanardi è rimasto coinvolto venerdì pomeriggio in un incidente stradale in provincia di Siena, durante una delle tappe della staffetta di Obiettivo tricolore, viaggio che vede tra i partecipanti atleti paralimpici in handbike, bici o carrozzina olimpica. L'incidente è avvenuto lungo la statale 146 nel comune di Pienza. Da quanto appreso è coinvolto un mezzo pesante. Sul posto intervenuto l'elisoccorso per trasferire l'atleta bolognese in ospedale. Le sue condizioni sarebbero molto gravi.


EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 27 nuovi casi positivi e 5 decessi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 27 nuovi casi positivi e 5 decessi

Sono 27 i nuovi casi di coronavirus in Emilia-Romagna rispetto a ieri, di cui 10 persone asintomatiche individuate attraverso l’attività di screening. I nuovi tamponi effettuati sono 7.950, più 1.196 test sierologici. Le guarigioni sono 84, per un totale di 22.727.  Continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi, mentre si registrano 5 nuovi decessi: 2 uomini e 3 donne. Complessivamente, in Emilia-Romagna i decessi sono arrivati a quota 4.224. Per quanto riguarda la provincia di residenza, 2 decessi in quella di Parma e 3 in quella di Bologna. Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.534 a Piacenza (nessun nuovo caso), 3.622 a Parma (+5), 4.981 a Reggio Emilia (+ 4), 3.939 a Modena (+1), 4.740 a Bologna (+12). Dei 12 positivi oggi in provincia di Bologna, 2 sono asintomatici individuati attraverso screening regionali e 10 sintomatici, in gran partelegati a focolai individuati in precedenza, tracciati e tutti in isolamento domiciliare. Procedendo sul territorio, si confermano ad oggi, dall’inizio dell’epidemia, 402 casi positivi a Imola (nessun nuovo caso); 1.010 a Ferrara (+2). I casi di positività in Romagna sono 4.942 (+3), di cui 1.036 a Ravenna (nessun nuovo caso), 948 a Forlì (nessun nuovo caso), 784 a Cesena (+1) e 2.174 a Rimini (+2).


CESENA: Il Club Ippodromo si rifà il look, tra aree relax e corsi fitness | VIDEO Attualità

CESENA: Il Club Ippodromo si rifà il look, tra aree relax e corsi fitness | VIDEO

In attesa della ripresa delle corse dei cavalli il 3 luglio, e alla vigilia della riapertura dell’Hippobingo, il Club Ippodromo di Cesena inaugura la nuova area relax ristrutturata e un fitto calendario di attività sportive e ricreative. Dall’aperitivo con dj set del giovedì alle lezioni di pilates e ginnastica funzionale curate da Time to Move, passando per gli allenamenti di Cesena Triathlon e le attività dei centri estivi, Hippogroup investe sul rilancio in un’estate complicata per via del coronavirus. Si tratta del primo di una serie di interventi di restyling, come racconta i nostri microfoni l'amministratore delegato di Hippogroup Riccardo Grassi.


CESENA: Il Comune cede un’area all’Università, ospiterà Psicologia | VIDEO Attualità

CESENA: Il Comune cede un’area all’Università, ospiterà Psicologia | VIDEO

Nuovo tassello per il campus cesenate. Il Comune ha ceduto all’Università di Bologna un’area della zona ex zuccherificio da destinare alla nuova sede di Psicologia e dell’amministrazione dell’ateneo. Si tratta della terza tappa di un percorso avviato con la realizzazione dell’insediamento universitario di Ingegneria e Architettura e proseguito con la cessione, sempre da parte del Comune, del diritto di superficie dell’area sulla quale è in corso di realizzazione lo studentato. Il nuovo intervento, che verrà candidato a finanziamento ministeriale, si pone come obiettivo la costruzione di un edificio nell’area antistante all’insediamento della nuova sede di Ingegneria e Architettura, oggi in piena funzionalità, secondo quanto previsto dal progetto definitivo. Il nuovo edificio, che ospiterà 11 nuove aule didattiche per un totale di 1834 posti, avrà una forma a “L” (3333 mq) a cui si sommeranno circa 2900 mq e un giardino pensile. Il progetto prevede la realizzazione di ampi spazi verdi per oltre 5000 mq che costituiranno i cortili esterni degli edifici universitari. Intanto proseguono spediti i lavori per il nuovo studentato: lo stabile di sette piani, che prevede 80 posti letto e anche la presenza di una biblioteca, dovrebbe essere inaugurato nel nuovo anno accademico.


EMILIA-ROMAGNA: Via libera a discoteche tra distanze e balli all'aperto, ecco le linee guida Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Via libera a discoteche tra distanze e balli all'aperto, ecco le linee guida

Ristorazione, cerimonie, spettacoli dal vivo e anche discoteche e campi estivi per bambini: sono alcuni dei settori per i quali la Conferenza delle Regioni è tornata martedì a lavorare per mettere a punto, e spesso per aggiornare, le linee guida per consentire la riapertura parziale di attività produttive ritenute importanti. Per quanto riguarda il mondo della ristorazione, la distanza minima di un metro tra i clienti potrà essere ridotta solo ricorrendo a barriere fisiche tra i tavoli. È possibile organizzare una modalità a buffet - anche con porzioni monodose - mediante somministrazione da parte di personale incaricato, escludendo la possibilità per i clienti di toccare il cibo. Per le cerimonie è preferibile l'uso di spazi esterni. Gli ospiti dovranno indossare la mascherina negli ambienti interni (quando non sono seduti al tavolo) e negli ambienti esterni, qualora non sia possibile rispettare la distanza di almeno 1 metro. E’ importante la riorganizzazione degli spazi e la dislocazione delle apparecchiature per garantire l'accesso in modo ordinato ed evitare assembramenti anche per le aree giochi per bambini. In caso di presenza di minori che necessitino di accompagnamento sarà consentito l'accesso a un solo accompagnatore per bambino. La mascherina deve essere utilizzata da genitori, accompagnatori ed eventuale personale, e dai bambini e ragazzi sopra i 6 anni di età. In questo caso sarà meglio privilegiare, si sottolinea, l'uso di mascherine colorate e/o con stampe. Per cinema e spettacoli, la postazione dedicata alla reception e alla cassa può essere dotata di barriere fisiche, possibilmente usando modalità di pagamento elettroniche. I posti a sedere dovranno prevedere un distanziamento minimo, sia frontalmente che lateralmente, di almeno 1 metro. L'eventuale interazione tra artisti e pubblico deve avvenire con un distanziamento di almeno 2 metri. Per spettacoli al chiuso, il numero massimo di utenti è di 200, per quelli all'aperto il numero massimo è 1000. Indicazioni molto simili riguardano le discoteche, dove è prevista la separazione di almeno 1 metro tra gli utenti e di almeno 2 metri tra gli utenti che accedono alla pista da ballo. Sulla base di queste limitazioni ogni locale è tenuto a rimodulare la capienza massima, utilizzando nel caso anche contapersone per monitorare gli accessi. Tuttavia il ballo sarà consentito solo ed esclusivamente negli spazi esterni (come giardini e terrazze) e è vietata la consumazione di bevande al banco. Nelle produzioni liriche, sinfoniche, orchestrali e più in generale negli spettacoli musicali i professori d'orchestra dovranno mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro; per gli strumenti a fiato la distanza interpersonale minima sarà di 1,5 metri; per il direttore d'orchestra, la distanza minima con la prima fila dell'orchestra dovrà essere di 2 metri. Per gli ottoni ogni postazione dovrà essere provvista di una vaschetta per la raccolta della condensa, contenente liquido disinfettante. I componenti del coro dovranno mantenere una distanza interpersonale laterale di almeno 1 metro e almeno 2 metri tra le eventuali file del coro e dagli altri soggetti presenti sul palco. Nelle produzioni teatrali l'uso promiscuo dei camerini è da evitare salvo assicurare un adeguato distanziamento interpersonale unito ad una adeguata pulizia delle superfici e i costumi di scena dovranno essere individuali. Infine nelle produzioni di danza va attuata la riduzione del numero totale delle persone (compresi eventuali accompagnatori) presenti nel sito, anche tramite turni.