Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

ELISABETTA ZANDOLI


RIMINI: Coronavirus, positivo il senatore M5S Marco Croatti Attualità

RIMINI: Coronavirus, positivo il senatore M5S Marco Croatti

“Il tampone che ho effettuato nella giornata di ieri ha dato esito positivo”. E’ lo stesso Marco Croatti, senatore pentastellato riminese, ad annunciare di essere affetto da coronavirus attraverso un post su facebook. “Per correttezza nei confronti di tutti e per i giornalisti che proveranno a chiamarmi, vi informo che giovedì ho preso parte all'assemblea dei senatori del Movimento 5 Stelle, munito di mascherina e nel rispetto del distanziamento sociale nei confronti dei presenti”, scrive sui social. Da lunedì pomeriggio il parlamentare si trova in quarantena a casa.


EMILIA-ROMAGNA: 99 nuovi casi di coronavirus su oltre 10mila tamponi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: 99 nuovi casi di coronavirus su oltre 10mila tamponi

Da inizio epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna sono stati registrati 34.932 casi di positività, 99 in più rispetto a ieri, di cui 54 asintomatici. Nessun nuovo decesso. Sono 16 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 43,9 anni. Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registra nelle province di Bologna (19), Piacenza (12), Parma (13), Modena (19), Ferrara (16). I tamponi effettuati sono 10.107, per un totale di 1.141.530. A questi si aggiungono anche 2.765 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 4.717 (+66 rispetto a ieri). Questi i casi di positività sul territorio: 5.016 a Piacenza (+12, di cui 7 sintomatici), 4.262   a Parma (+13, di cui 7 sintomatici), 5.757 a Reggio Emilia (+5, di cui 3 sintomatici), 4.874 a Modena (+19, di cui 4 sintomatici), 6.224 a Bologna (+19, di cui 12 sintomatici), 576 a Imola (+1, asintomatico), 1.438 a Ferrara (+16, di cui 2 sintomatici),1.775 a Ravenna (+4, di cui 3 sintomatici),1.330 a Forlì (+6, di cui 4 sintomatici), 1.112 a Cesena (+2, di cui 1 sintomatico), 2.568 a Rimini (+2, entrambi sintomatici).


RIMINI: Entra in A14 in monopattino e percorre 10 km, “Ho un colloquio a Cesena” Attualità

RIMINI: Entra in A14 in monopattino e percorre 10 km, “Ho un colloquio a Cesena”

In autostrada con il monopattino elettrico. È la curiosa vicenda accaduta questa mattina a Rimini, protagonista un 20enne riminese. Alla centrale operativa della polizia stradale diversi automobilisti hanno segnalato la presenza del giovane che percorreva la corsia di emergenza dell’autostrada A14 in direzione Bologna, subito dopo il casello di Rimini nord. La polizia autostradale di Forlì ha intercettato il ragazzo poco prima dell’area di servizio Rubicone est. Il conducente ha percorso l’autostrada in monopattino, per circa 10 chilometri, sostenendo di doversi recare a Cesena per un colloquio di lavoro e di aver imboccato l’autostrada per poter arrivare in orario. Dopo gli accertamenti di rito il 20enne è stato sanzionato per aver circolato in autostrada con veicolo non ammesso ai sensi del codice della strada, ed il veicolo è stato sequestrato per i dovuti accertamenti.



EMILIA-ROMAGNA: 116 nuovi casi di coronavirus, 60 asintomatici e un decesso Attualità

EMILIA-ROMAGNA: 116 nuovi casi di coronavirus, 60 asintomatici e un decesso

116 nuovi casi da ieri, di cui 60 asintomatici. Sono i dati relativi alle positività da coronavirus in Emilia-Romagna. Sono 18 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, 4 da altre regioni. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 36 anni. Su 60 nuovi asintomatici, 41 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 14 attraverso i test per categorie a rischio introdotti dalla Regione, 2 tramite i test pre-ricovero, 2 grazie agli screening sierologico, mentre per 1 caso l’indagine epidemiologica è ancora in corso. Purtroppo, si registra un nuovo decesso: un uomo di 96 anni della provincia di Parma. Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registra nelle province di Modena (23), Bologna (20), Ravenna (17), Reggio Emilia (12) e a Forlì (11). In provincia di Modena, su 23 nuovi positivi, 5 sono stati individuati al rientro dall'estero (3 dal Marocco, 1 dalla Turchia, 1 dall’Ucraina), 15 nuovi contagi sono stati individuati in quanto contatti di casi già noti, 3 infine sono stati classificati come sporadici. A Bologna e provincia sono 20 i nuovi casi positivi: 12 hanno effettuato il tampone per presenza di sintomi, tutti nell’ambito di focolai già noti, 7 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing mentre 1 caso è stato diagnosticato grazie ai controlli pre-ricovero nelle strutture ospedaliere. In provincia di Ravenna su 17 nuovi casi, 10 casi sono stati individuati in quanto contatti di casi già noti in ambito familiare, 6 hanno effettuato il tampone per presenza di sintomi, 1 è infine legato a un rientro dall’estero (Moldavia). A Reggio Emilia e provincia sono 12 i nuovi casi: 5 sono stati individuati in quanto contatti di casi già noti in ambito familiare, 1 è stato diagnosticato al rientro dall’estero (Paesi Bassi), 1 caso è riconducibile a una scuola mentre 5 sono stati classificati come sporadici. A Forlì su 11 nuovi casi, 3 sono stati identificati al rientro dall’estero (Tunisia, Ucraina e Moldavia) e 8 risultano contatti di casi già noti, di cui 6 in ambito lavorativo. Questi i casi di positività sul territorio: 4.967 a Piacenza (+8, di cui 2 sintomatici), 4.193 a Parma (+8, di cui 7 sintomatici), 5.704 a Reggio Emilia (+12, di cui 10 sintomatici), 4.824 a Modena (+23, di cui 6 sintomatici), 6.115 a Bologna (+20, di cui 12 sintomatici), 553 a Imola (+1, non sintomatico), 1.395 a Ferrara (+7, di cui 3 sintomatici), 1.746 a Ravenna (+17, di cui 6 sintomatici), 1.307 a Forlì (+11, di cui 5 sintomatici), 1.099 a Cesena (+2, di cui 1 sintomatico), 2.553 a Rimini (+7, di cui 4 sintomatici).


EMILIA-ROMAGNA: Studenti con sintomi e rientro in classe, tutte le regole per le scuole | VIDEO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Studenti con sintomi e rientro in classe, tutte le regole per le scuole | VIDEO

Cosa succede se uno studente ha sintomi da Covid-19? In caso di positività cosa accade al resto della classe e della scuola? Sono alcuni dei quesiti che da settimane non fanno dormire sonni tranquilli a prèsidi e famiglie. A pochi giorni dalla prima campanella, Regione Emilia-Romagna e Ufficio scolastico hanno fatto chiarezza sulle questioni più spinose. Se si sospetta un caso di Covid-19, il medico di base valuterà se richiedere un tampone. In caso di esito positivo, il Dipartimento di sanità pubblica avviserà il referente scolastico Covid-19 e l'alunno rimarrà a casa fino alla scomparsa dei sintomi e all'esito negativo di due tamponi. Per rientrare dovrà ottenere un attestato del Dipartimento di sanità pubblica. In caso di negatività il medico, una volta terminati i sintomi, produrrà un certificato di rientro in cui deve essere riportato il risultato negativo del tampone. Viene quindi sottolineato che lo studente potrà tornare a scuola solo con certificato medico. Nel caso invece di un alunno con sintomi non riconducibili a Covid-19, il medico gestirà la situazione come normalmente avviene, indicando alla famiglia le misure di cura e concordando i tempi per il rientro. Non è richiesto certificato per il ritorno a scuola, né autocertificazione. L’assessore alla Salute Donini ha poi specificato le misure per compagni di classe e istituti. “Se insorge un caso o un focolaio in un istituto scolastico, o anche in un’università, raccomandiamo di imporre l’obbligo della mascherina anche al banco (per i ragazzi dai 10 anni in su) per almeno 15 giorni – spiega -, questo per attivare un’indagine epidemiologica che coinvolga l’intero plesso”. La Regione annuncia inoltre controlli a tappeto sulle famiglie: dopo i test sierologici sul personale scolastico, da fine settembre lo screening si allargherà a studenti e genitori.


RIMINI: Lascia i 5 figli piccoli a casa e va a ballare, donna nei guai Cronaca

RIMINI: Lascia i 5 figli piccoli a casa e va a ballare, donna nei guai

Ha lasciato più volte i figli piccoli a casa da soli per andare a ballare, le è stata sospesa la potestà genitoriale. La storia arriva da Rimini e riguarda una donna poco più che trentenne, madre di 5 bambini. La polizia comunica di averla sorpresa più volte a violare le norme anti-covid in diversi locali notturni della Riviera. Stando ai primi riscontri, durante le uscite avrebbe affidato alla bambina più grande, di soli 10 anni, il compito di badare i fratellini, di cui due gemelle di appena due anni. La donna si tratteneva fuori casa anche tutta la notte. Dagli approfondimenti delle forze dell’ordine è emerso come non fosse nuova a comportamenti del genere. Per questo il tribunale del Minori di Bologna ha deciso di sospenderle la custodia dei figli. (foto di repertorio)