Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

ELISABETTA ZANDOLI


FORLÌ: Ferretti rilancia il sito forlivese, produrrà la vetroresina Economia

FORLÌ: Ferretti rilancia il sito forlivese, produrrà la vetroresina

Il sito forlivese non solo non chiude, ma si rilancia con la costruzione di una nuova parte di stabilimento. Il gruppo Ferretti, leader nella produzione di yacht, ha deciso di continuare a puntare sulla Romagna per la produzione di vetroresina destinata alla costruzione delle sue imbarcazioni. E dire che solo fino a qualche anno fa la proprietà stava per chiudere lo stabilimento di Forlì. Il nuovo centro di eccellenza sarà caratterizzato da un elevato tasso di efficienza e automazione e verrà posto all’interno del sito produttivo, dove al momento sono impiegati circa 400 lavoratori. “E’ un’operazione importante sia per la nostra società che per il rilancio del territorio”, ha spiegato l’amministratore delegati di Ferretti, Alberto Galassi.


CESENA: Gattolino, il paese fa acciuffare due baby ladri Cronaca

CESENA: Gattolino, il paese fa acciuffare due baby ladri

Un’intera frazione, quella di Gattolino di Cesena, ha acciuffato i topi d’appartamento. È successo mercoledì mattina, quando una catena di segnalazioni, dalle maestre delle elementari ai cittadini scesi in strada, ha permesso alla polizia di Cesena di catturare due baby ladri. La prima a dare l’allarme è stata una donna che ha sentito dei rumori sospetti all’interno della propria abitazione. Cinque pattuglie della polizia si sono portate sul posto ed è cominciato l’inseguimento: tre o quattro malviventi hanno cominciato a correre per la frazione, passando per la chiesa e nei cortili delle scuole, davanti alla popolazione sbigottita e stremata da mesi di furti continui. Nella fuga un anziano di 72 anni è stato gettato a terra e ha rimediato la frattura di un polso. Gli agenti sono riusciti ad arrestare due ragazzini, un 15enne e un 17enne, rom di nazionalità italiana, che vivono in un campo nomadi del Lazio. Avevano addosso poche decine di euro e un documento falso.


EMILIA-ROMAGNA: Giorno della Memoria, tante manifestazioni in ricordo dell'Olocausto Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Giorno della Memoria, tante manifestazioni in ricordo dell'Olocausto

Tante le manifestazioni in tutta la regione nel giorno della Memoria, che si celebra oggi per ricordare lo sterminio degli ebrei. Il 27 gennaio di settantuno anni fa l’Armata Rossa entrò nel campo di concentramento di Auschwitz per liberare i detenuti, dal 2005 l’assemblea Generale delle Nazioni Unite ha deciso che quella data sarebbe diventata ricorrenza internazionale. Anche in Emilia-Romagna oggi le istituzioni hanno reso omaggio agli ebrei uccisi, ricordando i romagnoli morti per mano nazi-fascista. Gli studenti nelle scuole hanno riflettuto sul tema dell’Olocausto, con temi e incontri volti a sensibilizzare anche i più giovani sulla tragedia. Tanti gli eventi nei teatri e nei circoli culturali, con concerti, rappresentazioni e testimonianze dei sopravvissuti. 


CESENA: Molestie sul nipote minorenne, 70enne in carcere Cronaca

CESENA: Molestie sul nipote minorenne, 70enne in carcere

Un delicato fatto di cronaca, che riguarda un caso di presunte molestie a un minorenne. Un uomo di 70 anni dovrà scontare sette anni e quattro mesi di carcere per avere abusato sessualmente del nipote, che vive con la famiglia in una località della provincia di Forlì-Cesena. Le indagini dei carabinieri di Sogliano al Rubicone sono partite alla fine del 2014, poco dopo l’anziano è stato allontanato dalla zona di residenza del minorenne e si è trasferito per questo nella sua città natale, in Sicilia, nel palermitano. Poi nei giorni scorsi è arrivato l’arresto da parte dei militari della località siciliana, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere richiesta dalla Procura di Forlì. 


FORLÌ: Altra rapina in farmacia, bottino di 6mila euro Cronaca

FORLÌ: Altra rapina in farmacia, bottino di 6mila euro

Pomeriggio di terrore per i dipendenti e i clienti di una farmacia di Santa Maria Nuova di Bertinoro, nel Forlivese. Poco prima della chiusura, intorno alle 18 di sabato sera, il negozio è stato assaltato da tre malviventi a volto coperto armati di cutter. I tre individui hanno minacciato i presenti, intimando alle due farmaciste di consegnare l’incasso, per poi fuggire con un bottino di 6mila euro. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Meldola e della stazione di Bertinoro, che stanno visionando i filmati delle telecamere di sicurezza per tentare di individuare i tre rapinatori.


EMILIA-ROMAGNA: Regione, 700 milioni per rilanciare l'Appennino - VIDEO Economia

EMILIA-ROMAGNA: Regione, 700 milioni per rilanciare l'Appennino - VIDEO

Un nuovo Appennino: digitale, sostenibile, innovativo. Un Appennino che, da area a rischio marginalità, diventa fattore di traino per tutto il territorio dell’Emilia-Romagna. E' quanto emerso dalla 13esima  Conferenza della Montagna, tenutasi oggi a Castelnovo ne’ Monti in provincia di Reggio Emilia. Un’occasione di incontro e confronto tra istituzioni, forze economiche e sociali per presentare il nuovo programma regionale per la montagna, punto di partenza per una nuova stagione di politiche pubbliche, come ha ribadito il presidente regionale.


RAVENNA: Camionista fugge all'alt e prova a corrompere i vigili Cronaca

RAVENNA: Camionista fugge all'alt e prova a corrompere i vigili

Uno ha deciso di collaborare, l’altro ha tentato la fuga e ha provato a corrompere gli agenti. È successo ieri a Ravenna, protagonisti due camionisti che a bordo dei rispettivi mezzi avevano sistemi di contraffazione del cronotachigrafo, lo strumento che segnala le pause obbligatorie per gli autisti. Gli agenti dell’Ufficio Emergenza e sicurezza stradale hanno intimato l’alt a un autoarticolato che percorreva la Statale Adriatica, ma l’uomo alla guida, un 57enne di origini turche residente in Austria, non si è fermato. Dopo 4 chilometri di inseguimento l’autista è sceso dal mezzo e ha tentato di occultare il magnete che impediva il funzionamento delle apparecchiature digitali. Scoperto dagli agenti, ha tentato di corromperli con del denaro. È stato quindi sanzionato con 1.700 euro di multa, gli è stata ritirata la patente con decurtazione di 13 punti ed è stato segnalato per istigazione alla corruzione. L’altro camionista fermato ieri ha invece consegnato il telecomando con cui modificava i dati di guida. Anche lui è stato punito con le sanzioni prescritte.