Guarda Teleromagna canale 14

FRANCESCA LEONI


RICCIONE: Attraversano i binari, 2 ragazze investite e uccise da un treno | VIDEO Cronaca

RICCIONE: Attraversano i binari, 2 ragazze investite e uccise da un treno | VIDEO

Due ragazze, ancora non identificate, sono state investite e uccise da un treno Alta Velocità in transito alla stazione di Riccione diretto verso Milano. Il fatto è accaduto verso alle 7 di domenica. Agli accertamenti stanno collaborando carabinieri, Polfer e agenti della questura di Rimini. Al momento è stato trovato un telefono cellulare, ma danneggiato. Ci sarebbero alcuni testimoni oculari che gli investigatori stanno sentendo e bisognerà incrociare queste testimonianze con l'analisi dei video delle telecamere in stazione. Al momento non si esclude nessuna ipotesi, da un attraversamento imprudente, a un litigio tra le due finito sui binari, a un tentato suicidio di una delle due con l'altra che tenta di fermarla ed entrambe finiscono travolte dal treno in corsa. Disagi in stazione a Rimini per le ripercussioni dell'incidente di Riccione, dove due ragazze sono state investite e uccise da un treno Alta Velocità. Code alle biglietterie per chiedere informazioni o cambiare biglietti, persone in fila vicino ai binari in attesa dei treni. Sul tabellone sono indicati ritardi fino a 240 minuti per due treni AV in direzione Milano e altri con ritardi superiori ai 60 minuti. Dal piazzale partono i trasferimenti sostitutivi in bus verso Cattolica e le Marche. Sono segnalate anche navette private per il trasferimento alla stazione di Bologna.     


ROMAGNA: Continua la sperimentazione per la raccolta meccanizzata della frutta | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Continua la sperimentazione per la raccolta meccanizzata della frutta | VIDEO

Prove di meccanizzazione per la raccolta della frutta destinata ad essere trasformata. Una possibile rivoluzione tecnologica per i produttori, fatta di velocità e precisione. Una risposta – seppure parziale – alla grave carenza di manodopera che sta mettendo a repentaglio la raccolta della frutta nelle campagne emiliano-romagnole in questa stagione estiva 2022. È questo l’impegno che sta portando avanti Conserve Italia insieme ad alcune cooperative agricole di primo grado aderenti al consorzio, a partire dalla cooperativa Agrintesa. Questa mattina nell’azienda agricola di Nicolas Liverani (socia di Agrintesa) a Chiesuola di Russi (RA) è stato effettuato con successo il test di raccolta meccanizzata di un ettaro di albicocche destinate alla trasformazione industriale per la realizzazione di succhi di frutta con i marchi Yoga, Valfrutta, Derby Blue e Jolly Colombani di proprietà di Conserve Italia. Questo appezzamento di albicocche era stato messo a dimora tre anni fa e predisposto appositamente per la raccolta meccanizzata. Gli alberi del frutteto sono infatti stati posizionati per una meccanizzazione totale delle operazioni: dalla potatura al diradamento fino alla raccolta. Raccolta meccanica effettuata con una soluzione della Imeca-Sacaia di Pordenone. Presenti questa mattina al test di raccolta meccanizzata il responsabile frutta di Conserve Italia Mattia Onofri insieme ad altri tecnici dell’ufficio agricolo del consorzio, il direttore tecnico di Agrintesa Ugo Palara e rappresentanti dell’Università di Bologna con la quale Conserve Italia sta studiando progetti in partnership per introdurre innovazioni tecnologiche nelle fasi di raccolta della frutta così da agevolare il lavoro degli agricoltori. All’interno dei progetti di filiera, Conserve Italia sviluppa programmi di consegna diretta da parte dei soci per frutta coltivata espressamente per la trasformazione. Sono circa 200 le aziende agricole coinvolte in Romagna, con oltre 800 ettari di frutta interessati. "Nel caso delle albicocche – aggiunge Onofri - sono circa 150 gli ettari interessati con tre varietà scelte per la trasformazione in succhi, tre varietà dalle adeguate caratteristiche qualitative per questa destinazione. Questi progetti di filiera hanno l'obiettivo di valorizzare il lavoro dei soci, dando reddito sicuro alle aziende agricole".      


ROMAGNA: Salario minimo, CISL, “sbagliato definirlo per legge, agire sulla contrattazione” | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Salario minimo, CISL, “sbagliato definirlo per legge, agire sulla contrattazione” | VIDEO

In Italia, secondo i dati CNEL, sono 12.914.115 i lavoratori coperti da contratti collettivi e 729.544 quelli non coperti. Analizzando i dati Istat 2019 relativi alle retribuzioni in Italia, emerge come la paga media oraria sia di 11.75€ per gli uomini e 10.96€ per le donne. In Emilia Romagna la media è più alta rispetto al resto del paese, di 12.35€ per gli uomini e 11.26€ per le donne, ma non in Romagna dove la media è di 11.69€ per gli uomini e 10.93€ le donne. In Romagna vi sono differenze sostanziali nelle tre province. Infatti i lavoratori della provincia di Ravenna sono coloro che hanno la media retributiva più alta nel territorio romagnolo, 12.10€ per gli uomini e 11.03€ per le donne, segue la provincia di Forlì-Cesena 11,83€ per gli uomini e 11.05€ per le donne. Si conferma fanalino di coda la provincia di Rimini con 11.15€ per gli uomini e 10.72€ per le donne. Quello che serve,secondo la CISL non è la definizione per legge di un salario minimo ma un rinnovo di tutti i contratti collettivi nazionali pubblici e privati.


EMILIA-ROMAGNA: Unioncamere, confermata la ripresa, +8% il volume della produzione | VIDEO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Unioncamere, confermata la ripresa, +8% il volume della produzione | VIDEO

Segnali positivi dall’export regionale, ma peggiora il clima di fiducia delle imprese a fronte di un quadro macroeconomico instabile. Nonostante il contesto di crescenti criticità però, il 2022 è iniziato con il piede giusto. La ripresa è proseguita a un ritmo sostenuto con un nuovo recupero rispetto allo stesso periodo del 2021. I segni positivi di produzione, fatturato e ordinativi compongono un quadro di dinamicità che è ora messa in discussione  dalla difficile congiuntura a livello internazionale, l’inflazione e la crisi geopolitica. E’ quanto emerge dall’indagine congiunturale sul primo trimestre 2022 sull’industria manifatturiera, realizzata in collaborazione tra Unioncamere Emilia-Romagna, Confindustria Emilia-Romagna e Intesa Sanpaolo. Il volume della produzione delle piccole e medie imprese dell’industria dell’Emilia-Romagna ha messo a segno un recupero significativo (+8,0%) rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno.  Al contempo, il saldo positivo tra le quote delle imprese che hanno rilevato un aumento e quelle che hanno riferito una riduzione della produzione rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente è sceso a +35,8 da +50,6 punti. Un ulteriore dato positivo è costituito dall’andamento del processo di acquisizione degli ordini, che ha confermato una solida tendenza (+9,4 %). Nonostante i timori legati alle conseguenze dell’inflazione e del conflitto, l’attività è risultata in forte ripresa, nonostante ci sia, tra i settori variazioni d’intensità e andamento nel lungo periodo.  



RIMINI: Giovane stuprata in spiaggia, disposti i domiciliari per il 22enne Cronaca

RIMINI: Giovane stuprata in spiaggia, disposti i domiciliari per il 22enne

Il gip del Tribunale di Rimini, Manuel Bianchi, non ha convalidato l'arresto in carcere del muratore 22enne fermato dai carabinieri di Cattolica domenica mattina nel Pesarese per la violenza sessuale di una ragazza di 20 anni, nel parcheggio di una discoteca, ma ha disposto la custodia ai domiciliari. "Il gip per mancanza della flagranza di reato ha ritenuto disporre la detenzione domiciliare del mio assistito - ha spiegato l'avvocato difensore del 22enne, Marco Defendini del Foro di Pesaro - senza braccialetto elettronico". Nella notte tra sabato e domenica, secondo la denuncia sporta dalla vittima, il 22enne di origine albanese, dopo aver incontrato la ragazza in discoteca, l'avrebbe invitata fuori a fare due chiacchiere con l'intenzione di approfittarne. La giovane ha chiesto aiuto agli amici che hanno tentato di accerchiare il 22enne chiedendo spiegazioni. Il muratore è infatti anche indagato per lesioni nei confronti di un amico della vittima a cui avrebbe sferrato un pugno per poi scappare.


EMILIA-ROMAGNA: Coldiretti, la produzione di grano cala del 10% | VIDEO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coldiretti, la produzione di grano cala del 10% | VIDEO

La produzione di grano in Italia è stimata quest'anno in calo del 15% per effetto della siccità. E' quanto emerge da una stima della Coldiretti divulgata in occasione dell'avvio della trebbiatura che inizia dalle regioni del sud. Al nord dall'Emilia Romagna al Veneto si prevede,invece, un calo intorno al 10%.