Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

FRANCESCA LEONI


ROMAGNA: Continua la  “desertificazione” degli sportelli bancari, -34% dal 2008 | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Continua la “desertificazione” degli sportelli bancari, -34% dal 2008 | VIDEO

La Regione Emilia-Romagna registra un andamento evidente del fenomeno della “desertificazione” degli sportelli bancari. Dai 3.603 sportelli del 31 dicembre 2008 si è scesi a 2.369 del 2020, con un calo del -34,25%, contro il -31,22% della media nazionale. In regione sono stati chiusi 1.234 sportelli. In Romagna  tra il 2008 e il 2020 è la provincia di Forlì Cesena quella che registra un calo maggiore, 131 sportelli, pari al -36,29%, seguita dalla provincia di Rimini con un calo di 100 sportelli pari al -33,56% e Ravenna che registra un calo di 98 sportelli nel periodo considerato, pari al -28,82%.


FORLI’: Bilancio di previsione 2022-24, investimenti per 82 milioni di euro | VIDEO Economia

FORLI’: Bilancio di previsione 2022-24, investimenti per 82 milioni di euro | VIDEO

Un raddoppio  degli investimenti. Questo è l’approccio adottato dal comune di Forlì nel presentare il bilancio di previsione per i prossimi tre anni ( 21-24). Si sfiorano gli 82 milioni di euro per il 2022, di cui 15 finanziati con mutui, 700 mila con concessioni edilizie, 600mila  con alienazione di beni e 62 milioni con finanziamenti statali. Si realizzeranno lavori di edilizia scolastica, a impianti sportivi ma anche, al San Domenico ed Ex Gil. Ci saranno investimenti per piste ciclabili, parcheggi e altro. La spesa corrente dell’ente si consolida a circa 95 milioni di euro l’anno, non registrando tagli rispetto all’anno precedente.


RAVENNA: Difesa della costa, al via gli interventi di ripascimento delle spiagge in erosione | FOTO Attualità

RAVENNA: Difesa della costa, al via gli interventi di ripascimento delle spiagge in erosione | FOTO

Al via gli interventi di ripascimento dei litorali in erosione nei comuni di Ravenna e Cervia. Le opere di manutenzione ordinaria in programma comprendono anche la realizzazione di dune di protezione invernale nei tratti vicino ai centri abitati più esposti al rischio di ingressione marina. Il progetto, redatto dai tecnici dall’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, prevede interventi per un importo complessivo di 350mila euro, finanziati dalla Regione. Attualmente a Marina Romea nord, nel comune di Ravenna, sono in corso i lavori di prelievo della sabbia da Porto Corsini per la realizzazione della duna invernale. A breve, nel comune di Cervia, cominceranno invece le opere di rinforzo della duna invernale a Milano Marittima nord, anche con l’impiego di sabbia di cava, per complessivi 9mila metri cubi. La prossima primavera, poi, partiranno i lavori del Progettone 4, il mega intervento per il ripascimento delle spiagge di tutta la costa emiliano-romagnola. Il nuovo progetto per il ripascimento del litorale, il quarto in Emilia-Romagna a partire dal 2022, prevede di arricchire le spiagge con circa 1 milione 100 mila metri cubi di sedimento, con un investimento della Regione pari 22 milioni di euro.    


CESENA: Inaugurato SharedWood il “Bosco Condiviso di città”  | FOTO Attualità

CESENA: Inaugurato SharedWood il “Bosco Condiviso di città” | FOTO

È stato inaugurato questa mattina “SharedWood – il Bosco Condiviso di Cesena”, venerdì 12 novembre 2021 alle ore 10 in via Canonico Lugaresi a Cesena. L’azienda Styma di Cesena con il Sindaco Enzo Lattuca hanno aperto il percorso dando vita al primo bosco di città. L’iniziativa, con il patrocinio del Comune di Cesena, ha visto fin dall’inizio nella fase progettuale, il coinvolgimento di diversi interlocutori, dando vita a una proficua collaborazione tra aziende private, istituzione pubblica e istituti scolastici. All’inaugurazione erano infatti presenti anche i ragazzi dell’Istituto tecnico Garibaldi/da Vinci, ITT Blaise Pascal e le aziende del territorio MWM Srl, Centrale del Latte di Cesena, C.E.M. Coop e Teddy Spa. Sono proprio queste ultime le vere protagoniste del progetto: attraverso la consulenza in campo energetico, l’azienda Styma ha permesso loro di ottenere un forte risparmio con contenimento di emissioni di CO2 nelle rispettive attività, oltre al coinvolgimento nel progetto SharedWood attraverso la piantumazione di alberi.


FORLI’: “Maddalena il mistero e l’immagine”, presentata la prossima mostra dei Musei San Domenico | VIDEO Attualità

FORLI’: “Maddalena il mistero e l’immagine”, presentata la prossima mostra dei Musei San Domenico | VIDEO

Si intitola 'Maddalena. Il mistero e l'immagine' la nuova mostra dei Musei San Domenico di Forlì che andrà in scena dal 4 marzo 2022 e fino al 26 di giugno. La rassegna è stata presentata quest'oggi nel capoluogo romagnolo. Dopo Ulisse e Dante, "un nuovo appuntamento espositivo - si legge in una nota - dedicato a un grande mito femminile della nostra storia, una figura misteriosa e travisata: Maria Maddalena. A lei l’arte, la letteratura, il cinema hanno dedicato centinaia di opere e di eventi. L’arte soprattutto, ponendola al centro della propria produzione e dando vita a capolavori che segnano, lungo la trama del tempo, la storia dell’arte stessa e i suoi sviluppi". Attraverso alcune delle più preziose e affascinanti opere d’arte a lei dedicate, l’esposizione forlivese del 2022 – a cura di Cristina Acidini, Paola Refice, Fernando Mazzocca – intende indagare il mistero irrisolto di una donna di nome Maria che ancora inquieta e affascina. Le sale del San Domenico ospiteranno 200 opere tra le più significative dal III sec. d.C. al Novecento, suddivise in 11 sezioni, in un percorso espositivo che ricomprende pittura, scultura, miniature, arazzi, argenti e opere grafiche e che si snoda attraverso i più grandi nomi di ogni epoca. Ideata e realizzata dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì in collaborazione con il Comune di Forlì e i Musei San Domenico, la mostrasi avvale del comitato scientifico presieduto da Antonio Paolucci e della direzione generale di Gianfranco Brunelli. Il progetto espositivo porta in Italia capolavori provenienti dalle più importanti istituzioni nazionali e internazionali.


BOLOGNA: Droga, 450 dosi di cocaina in casa, arrestato 21enne algerino Cronaca

BOLOGNA: Droga, 450 dosi di cocaina in casa, arrestato 21enne algerino

Aveva in casa di 456 dosi di cocaina, confezionate, per un peso di 200 grammi. Per questo la squadra mobile di Bologna ha arrestato un algerino di 21 anni, dopo aver perquisito un appartamento di via Cavallotti. L'arresto, giovedì, arriva dopo appostamenti dei poliziotti che hanno fermato e controllato il giovane, che stava cercando di nascondere 20 dosi in bocca. A quel punto hanno deciso di approfondire il controllo e hanno eseguito una perquisizione domiciliare: c'erano anche bilancini e materiale per il confezionamento della sostanza, qualche grammo di hascisc e marijuana e 2.300 euro in contanti. La droga si ritiene fosse destinata al mercato dello spaccio della movida del fine settimana del centro storico e della zona universitaria, luogo nel quale, tra l'altro, l'arrestato era già stato controllato anche in passato.


FORLI’: Parte il laboratorio di Psicologia Generale per gli studenti di Medicina e Chirurgia | FOTO Attualità

FORLI’: Parte il laboratorio di Psicologia Generale per gli studenti di Medicina e Chirurgia | FOTO

Sono iniziate le attività del Laboratorio di Psicologia Generale per gli studenti iscritti al  secondo anno del Corso di Laurea di Medicina e Chirurgia di Forlì dell'Alma Mater.  Nei nuovi laboratori didattici del Padiglione Valsalva dell’ospedale Morgagni Pierantoni di Forlì, la prof.ssa Katia Mattarozzi, docente di psicologia generale del Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale, assieme alla sua collaboratrice Arianna Bagnis, ha avviato delle attività teorico-pratiche, attraverso una procedura di induzione sperimentale del dolore, il Cold Pressure Test, lo studente avrà la possibilità di apprendere in modo diretto non solo un metodo per studiare la percezione del dolore ma anche come vengono "operazionalizzate" in laboratorio i fattori che ne modulano l’intensità. Il Laboratorio di Psicologia Generale - spiega la professoressa Irene Faenza, Director of Second Cycle Degree of Medical Biotechnology dell'Università di Bologna  -  ha l'obiettivo di far acquisire agli studenti, attraverso simulazioni pratiche, delle conoscenze relative a come funziona la nostra mente, ovvero lo studio dei processi cognitivi ed emozionali e come essi consentono di relazionarci con il mondo esterno."