Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

FRANCESCA LEONI


FORLI’-CESENA: Reperivano soldi per finanziare la Jihad, 4 fermi Cronaca

FORLI’-CESENA: Reperivano soldi per finanziare la Jihad, 4 fermi

Raccoglievano soldi in Italia per finanziare il terrorismo islamico. La Dda di Bologna e la Digos hanno sottoposto a fermo due somali e due etiopi accusati di finanziamento di condotte con finalità di terrorismo e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. L’inchiesta sarebbe iniziata dalle intercettazioni di due somali residenti a Forlì. Gli investigatori, coordinati del pm dell’antiterrorismo Antonella Scandellari e del procuratore capo di Bologna Giuseppe Amato, hanno scoperto l’esistenza di un circuito internazionale tra la Romagna, la Brianza ed i terroristi dell’Al Shabaab in Somalia. Dall'Italia veniva inviato ogni mese denaro per finanziare la formazione jihadista affiliata ad Al Qaeda. Le attività degli inquirenti sono ancora in corso. Secondo le indagini le transazioni avvenivano all'inizio di ogni mese. Ci sarebbe anche un quinto somalo 33enne residente a Cesena che risulta attualmente irreperibile in Germania.  


ROMAGNA: E45, superperizia sul Puleto, il GIP concede un altro mese | VIDEO Attualità

ROMAGNA: E45, superperizia sul Puleto, il GIP concede un altro mese | VIDEO

Stop ai tir fino a fine giugno. Gip del tribunale di Arezzo ha concesso la proroga di un mese  per la presentazione della superperizia tecnica sul ‘Puleto’, il viadotto ubicato in E45 tra Valsavignone di Pieve Santo Stefano e Canili di Verghereto, accogliendo  la richiesta presentata dal perito, che non è riuscito a raccogliere dati sufficienti per capire se il viadotto sia, o meno, a rischio cedimento.  Come si legge sul Resto del Carlino, il viadotto è stato sequestrato il 16 gennaio dalla procura aretina per ‘criticità strutturale’, portando in un primo tempo alla chiusura totale dell’E45 nel tratto Valsavignone-Verghereto e poi riaperto dal 13 febbraio ai mezzi leggeri. Il 26 maggio scadeva, infatti,  il tempo concesso per la perizia incaricata dal Gip di Arezzo, ma visto la mancanza dei dati necessari e la complessità delle verifiche da effettuare, il giudice ha deciso per la proroga. Non sarebbe, inoltre,  ancora chiaro se vi siano delle responsabilità riguardo all'omessa manutenzione da parte di Anas, accusa che vede indagati cinque funzionari dell'azienda. Per l’Anas la struttura del Puleto è invece stabile e poteva pertanto rimanere aperta al traffico. Al momento restano fermi i lavori di manutenzione previsti sul viadotto da Anas, che non possono partire in quanto potrebbero inquinare i dati del perito.  


RAVENNA: Presentato il bilancio di Fruttagel, 134,2 milioni di euro di fatturato Economia

RAVENNA: Presentato il bilancio di Fruttagel, 134,2 milioni di euro di fatturato

Presentati alla Biblioteca Classense di Ravenna, lo scorso venerdì, i dati di bilancio di Fruttagel, azienda cooperativa di trasformazione agroindustriale di Alfonsine, che ha chiuso il 2018 con 134,2 milioni di euro di fatturato e un risultato di esercizio pari a 234 mila euro. La quota di export dell’azienda è stata pari a 6,2 milioni di euro, il 4,6% del fatturato complessivo.  “I nuovi trend di consumo hanno contributo a modificare leggermente gli equilibri tra i diversi comparti dell’azienda favorendo i prodotti più in linea con un orientamento salutistico, pensati per stili di vita e di fruizione dinamici, spesso fuori casa”, ha evidenziato il Presidente e Amministratore Delegato Stanislao Giuseppe Fabbrino. Ottime performance anche nel comparto bevande, il cui fatturato 2018 ha superato i 52 milioni di euro, +6,1% rispetto all’anno precedente. Il comparto dei vegetali surgelati Fruttagel è, invece, rimasto stabile rispetto al 2017 con 62 milioni di euro di fatturato. Nel comparto derivati del pomodoro è stato registrato un sostanziale equilibrio sull’anno di riferimento.              


FORLI’: Vendeva droga in casa, arrestata “nonna dello spaccio” | FOTO Cronaca

FORLI’: Vendeva droga in casa, arrestata “nonna dello spaccio” | FOTO

I Carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Forlì hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 48enne rumeno e la sua compagna, una 58enne proveniente dalla provincia di Bari, soprannominata “la nonna dello spaccio”. Da circa un anno la loro casa era diventata un punto di riferimento cittadino per lo spaccio di sostanze stupefacenti. Lunedì dopo aver intercettato due giovani che erano state nell’abitazione e ne erano uscite con un paio di grammi di hashish, i militari hanno eseguito la perquisizione domiciliare, durante la quale sono stati rinvenuti 434 grammi di hashish nascosti in bagno, oltre a 785 euro in contanti ritenuti provento dell’attività di spaccio. Dopo l’udienza di convalida che si è svolta martedì davanti alla Giudice, ora la coppia si trova agli arresti domiciliari. Il processo si svolgerà a luglio.           


SOGLIANO AL RUBICONE: 50 anni dall’allunaggio, una mostra sulla storia di Neil Armstrong Attualità

SOGLIANO AL RUBICONE: 50 anni dall’allunaggio, una mostra sulla storia di Neil Armstrong

  Una mostra per i 50 anni dello sbarco sulla luna arriva a Sogliano al Rubicone dal 22 al 26 maggio. "Neil Armstrong The First" ed è curata da Luigi Pizzimenti. La mostra racconta la storia di Neil Armstrong, l’uomo del “grande passo per l’umanità”. Durante le cinque giornate dell’evento verranno esposti reperti, documenti, foto inedite che ritraggono l’astronauta Neil Armstrong, primo uomo a mettere piede sul suolo lunare il 20 Luglio 1969 alle ore 20.17. Tutti i reperti e l'oggettistica esposta provengono da uomini che hanno lavorato a quel tempo presso la NASA al “Programma Apollo”, da importanti collezioni private e dalla stessa famiglia Armstrong. La mostra è visitabile al Palazzo della Cultura di Sogliano Al Rubicone, in Piazza Garibaldi, 19 dalle  9:00 -13:00 e 15:00 - 18:30 Venerdì 24 maggio alle 21:00 al Teatro Turroni si terrà  la Conferenza di Luigi Pizzimenti ideatore e curatore scientifico della stessa mostra e Storico del “Programma Apollo” Tutti gli eventi, mostra e conferenza sono a ingresso gratuito


MELDOLA: Somministrava ai genitori 90enni infusi di marijuana, arrestato 55enne Cronaca

MELDOLA: Somministrava ai genitori 90enni infusi di marijuana, arrestato 55enne

Somministrava ai genitori 90enni, sotto forma di infusi, marijuana al posto delle medicine. Un 55enne, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti dai  carabinieri di Meldola. Durante la perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti 610 grammi di marijuana e due barattoli, per un totale di 500 grammi, di un estratto oleoso della stessa sostanza. Il 55enne è stato anche denunciato a piede libero per maltrattamenti. L’allarme è partito  da una telefonata del fratello e della sorella dopo una accesa lite in famiglia. Il 55enne,  l’unico che convive coi genitori e che doveva occuparsi di loro, somministrava agli anziani droga sotto forma di tisane e li avrebbe anche legati al letto con una rete elastica.


FORLI’: Mobile imbottito, un settore in crescita grazie alle esportazioni | VIDEO Economia

FORLI’: Mobile imbottito, un settore in crescita grazie alle esportazioni | VIDEO

L'industria del mobile imbottito si conferma anche nel 2018 tra i punti di forza del made in Italy: con 6,97 miliardi è infatti il quarto settore italiano per avanzo commerciale. Nel comparto mobile operano 18.615 imprese, per un totale di 134.406 addetti e oltre venti miliardi di euro di fatturato. Tra i  distretti più importanti  spicca il mobile imbottito di Forlì.