Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

FRANCESCA LEONI


FORLI’: Torna la notte del Liceo Classico, 4° edizione, 160 studenti coinvolti | VIDEO Attualità

FORLI’: Torna la notte del Liceo Classico, 4° edizione, 160 studenti coinvolti | VIDEO

Un evento nato da un’idea di un docente del Liceo Classico di Arcireale provincia di Catania e che ha ottenuto sin da subito l’approvazione ministeriale. Sono 436 Licei Classici su tutto il territorio italiano coinvolti nella notte Nazionale dei Licei Classici che si svolgerà il prossimo 17 gennaio dalle 18 alle 24. A Forlì, 8 classi del Liceo “Morgagni” con circa 160 studenti sono stati coinvolti in questo evento arrivato ormai alla 4° edizione e che si aprirà  con un corteo seguito da letture, rappresentazioni teatrali, musica e tanto altro.


FORLI’: Polemica sul mercato ambulante a seguito dell’ipotesi di spostarlo | VIDEO Attualità

FORLI’: Polemica sul mercato ambulante a seguito dell’ipotesi di spostarlo | VIDEO

Un punto fondamentale della campagna elettorale del sindaco Gian Luca Zattini è sempre stato la questione del Centro storico di Forlì. Questione che si riflette ora nel lavoro della giunta verso un nuovo progetto di rilancio del cuore pulsante della città. E se il Natale e le feste hanno portato tante persone in piazza, altri progetti e decisioni, invece, stanno innescando diverse discussioni e polemiche. Perché il cambiamento porterà sempre e innegabilmente qualche scontento a qualcuno. E dopo il tanto parlare del ritorno degli autobus in piazza degli ultimi giorni ora ad essere protagonista è il mercato ambulante cittadino del lunedì e venerdì. Perché, se il progetto di rilancio del Comune andrà avanti su alcune scelte come la collocazione di dehors permanenti e le isole di vetro nella zona pedonale della piazza, da destinare alle attività commerciali, è inevitabile che questo comporti una conseguente mancanza di spazi per il mercato ambulante. Secondo alcune associazioni di categoria, quella di Piazza Saffi è la miglior collocazione possibile per il mercato, in quanto circondata da diversi parcheggi e di facile accesso. Una delle principali ipotesi sarebbe quella di spostare il mercato nella sua vecchia collocazione, ossia in Piazza del Carmine o XX settembre. Scelta definita dagli esercenti “un tuffo nel passato”. Per ora non c’è nulla di certo, bisognerà aspettare, quindi, la prossima mossa del comune verso questo complesso, e non senza polemiche, rilancio del centro storico.    


EMILIA-ROMAGNA: Regionali, alle urne 3,5 milioni di elettori, 4.502 sezioni e 328 comuni | VIDEO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Regionali, alle urne 3,5 milioni di elettori, 4.502 sezioni e 328 comuni | VIDEO

Oltre 3,5 milioni di elettori emiliano-romagnoli saranno chiamati alle urne il prossimo 26 gennaio per eleggere il presidente della Giunta della Regione e rinnovare l'Assemblea Legislativa. Di questi, 1.707.781 sono uomini e 1.807.758 donne, mentre sono in totale 4.520 le sezioni in cui sarà possibile votare. La provincia di Bologna, con quasi 800 mila aventi diritto è la più popolosa elettoralmente, 385.214 dei quali sono maschi e 412.935 femmine. In Romagna la provincia più popolosa è Forlì-Cesena con 312.572 elettori e 387 sezioni, seguita da Ravenna con 305.170 e 399 sezioni, e infine,  Rimini 276.153 e 324 sezioni, per un totale di 893.895 aventi diritto al voto. Per chi ne avesse bisogno si ricorda che tutti i dati sono disponibili online sul sito http://www.regione.emilia-romagna.it/elezioni, realizzato in collaborazione tra Giunta e Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna,  in cui è possibile trovare, tra l’altro, la composizione del corpo elettorale per comuni delle 9 province emiliano-romagnole.    


FORLI’: Autobus in piazza, braccio di ferro tra associazioni di categoria e ambientalisti | VIDEO Attualità

FORLI’: Autobus in piazza, braccio di ferro tra associazioni di categoria e ambientalisti | VIDEO

Autobus in centro si, autobus in centro no. Sono due le fazioni che in questo momento si fanno avanti sulla questione del tanto discusso,anche in campagna elettorale, ritorno degli autobus in piazza a Forlì. Sul tavolo della nuova amministrazione sarebbe già pronto il progetto sul trasporto pubblico locale, che prevede il potenziamento del numero di mezzi che transiteranno da e per Piazza Saffi. Una scelta spinta anche da alcune associazioni di categoria che vedono in questo ritorno una modo di facilitare l’acceso al centro e di conseguenza una nuova opportunità per il commercio. La sperimentazione, secondo i piani dovrebbe avere prima un periodo di prova.  Dopodiché, una volta valutati i risultati, si decide se rendere la decisione definitiva. In  termini pratici si tratterebbe di raddoppiare il numero dei transiti su corso della Repubblica, corso Mazzini e via Giorgio Regnoli anche se il punto bus rimarrebbe comunque nella zona della stazione ferroviaria. Immediata la reazione su fronte ambientalista guidata dal Taaf, il tavolo delle associazioni ambientaliste forlivesi, che propone invece un sistema di navette elettriche che partono da parcheggi collocati a ridosso del centro. E’ di giovedì mattina, inoltre,  la lettera dell’Associazione Regnoli 41, dove si legge : “Siamo sempre più preoccupati dagli articoli usciti sulla stampa in questi giorni circa la volontà comunale di accelerare sui bus in centro”, e ancora “Non siamo contrari alla mobilità in centro, ma siamo fermamente convinti che debba esser una mobilità sostenibile sin da subito e non con la promessa di mezzi ecologici in un futuro”, conclude.    


FORLI’: Tre tecnici e due artisti, presentato il nuovo CdA dell’Istituto musicale “Masini” | VIDEO Attualità

FORLI’: Tre tecnici e due artisti, presentato il nuovo CdA dell’Istituto musicale “Masini” | VIDEO

“Una scelta ponderata con l’intento di dare una svolta all’Istituto Musicale “Angelo Masini””. Così ha dichiarato l’Assessore ala cultura del Comune di Forlì Valerio Melandri, nel presentare il nuovo Cda che guiderà l’istituto per i prossimi 5 anni. 3 tecnici e 2 artisti, compongono la squadra che avrà tra gli obiettivi quello di avvicinare la città alla realtà didattica e non solo al Masini. Il Cda ha come presidente Giovanni Ghini, imprenditore molto vicino alla realtà dell’istituto, accompagnato dal fiscalista Alessandro Antonelli, l’ex provveditore agli studi Raffaella Alessandrini e i due maestri Massimo Mercelli e Paolo Olmi.


FORLI’: Fiera, futuro incerto, saltata l’assemblea dei soci | VIDEO Attualità

FORLI’: Fiera, futuro incerto, saltata l’assemblea dei soci | VIDEO

Sono ancora tante le incertezze per la Fiera di Forlì. Dopo la cessione di Fieravicola a Rimini, servita ad appianare i debiti dell’ente, ora si fa impellente la questione dei lavoratori. Alla fiera, infatti, sono rimasti solo due eventi: Old Time show e Caccia & Country Fishing Expo, la metà rispetto a prima, mettendo così a rischio il posto dei 4 dipendenti. L’allarme arriva dai sindacati dopo l’ultimo incontro in Prefettura. Come si legge sulla stampa locale, lo scorso 23 dicembre era in programma un’assemblea straordinaria dei soci necessaria per approvare il nuovo statuto, incontro che è stato cancellato e rimandato a data da destinarsi, possibilmente entro la fine di gennaio. Ci sarebbe anche la proposta di un possibile snellimento del Cda ad un solo membro, che fungerebbe da amministratore unico con funzioni operative. I sindacati, quindi, chiedono al più presto un piano industriale, perché, con una situazione del genere, la Fiera rischia di diventare un contenitore vuoto. Dal Comune arriva l’impegno di cercare, assieme agli altri soci, una soluzione per far ripartire la struttura e un investimento di 100mila euro per interventi straordinari ai padiglioni, che a loro volta necessitano di una continua manutenzione.  


RAVENNA: La Gdf ha concluso l’operazione “Natale Sicuro”, sequestrati 158 mila articoli | FOTO Cronaca

RAVENNA: La Gdf ha concluso l’operazione “Natale Sicuro”, sequestrati 158 mila articoli | FOTO

Si è conclusa l’operazione “Natale Sicuro” disposta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ravenna a contrasto del commercio di prodotti potenzialmente pericolosi per la salute. Dopo un primo intervento effettuato in prossimità del Natale, nel corso del quale i Finanzieri hanno sottoposto a controllo un’attività commerciale, sequestrando circa 77.000 prodotti (decorazioni, luci colorate, cappelli di Babbo Natale, vari gadget e giocattoli) risultati non conformi alle norme del Codice del Consumo, le Fiamme Gialle hanno eseguito ulteriori interventi in occasione del Capodanno e dell’Epifania. Gli accertamenti, hanno interessato due esercizi commerciali gestiti da imprenditori cinesi, hanno permesso di individuare, circa 81.000 prodotti non conformi alla normativa in materia di sicurezza. I prodotti sono stati dunque sequestrati e ritirati dal mercato e i relativi responsabili sono stati segnalati alla Camera di Commercio per la definizione delle sanzioni amministrative, che potrebbero superare i 45.000 euro. Gli interventi svolti dalla Fiamme Gialle ravennati nel corso di queste festività hanno complessivamente permesso di ritirare dal mercato oltre 158.000 prodotti potenzialmente insicuri.